BenQ RL2455S, la recensione 10

Abbiamo provato uno dei monitor eSport di BenQ, realizzato per la linea Zowie su licenza ufficiale PlayStation 4: la recensione del RL2455S

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   10/02/2020

Indice

La recensione del BenQ RL2455S chiarisce quali siano le prerogative del mercato dei monitor da gaming quando si prendono in considerazione le fasce di prezzo più accessibili, in questo caso con un dispositivo realizzato su licenza ufficiale PlayStation 4 e disponibile per 149,99 euro.

Dotato di una diagonale da 24 pollici e di una risoluzione pari a 1920 x 1080 pixel, lo schermo in questione si è fatto spazio all'interno di svariati eventi eSport grazie a tempi di latenza molto interessanti in ambito console, pari ad appena un millisecondo nel grey-to-grey, e a una serie di regolazioni extra che consentono di impostare il livello del nero e selezionare diversi preset che si adattano a varie tipologie di esperienza.

Design e specifiche tecniche

Sul fronte del design non si può certamente dire che il BenQ RL2455S colpisca in maniera particolare: complici le cornici spesse e le plastiche sottili utilizzate anche e soprattutto per il supporto, che si può montare a incastro e senza necessità di strumenti, l'aspetto del monitor appare effettivamente datato ed è una fortuna che la colorazione nera tenda un po' a mascherare i limiti estetici del prodotto. Le specifiche tecniche rivelano tuttavia la concretezza del dispositivo, che ambisce a fornire una soluzione abbordabile per chiunque abbia l'esigenza di giocare con la propria console su di un monitor e con tempi di reazione sostanzialmente inferiori rispetto a quanto viene generalmente offerto dai televisori.

Come detto parliamo di un display da 24 pollici Full HD, con un pannello di tipo TN capace di tempi di risposta pari a un millisecondo (GtG), un input lag di appena tre millisecondi, una luminosità di 250 cd/m2 e un rapporto di contrasto di 1000:1.

I due speaker integrati da 2W garantiscono un suono di qualità dignitosa, ma soprattutto disegnano il quadro di un device che volendo è autosufficiente, anche se l'aggiunta di un telecomando sarebbe stata gradita. Pilotare il menu attraverso i pulsanti laterali del monitor, per quanto semplice, non si rivela infatti un'operazione particolarmente pratica, anzi richiede qualche secondo di troppo.

Per quanto riguarda connettività e ingombro, sul retro dell'apparecchio trovano posto un'uscita cuffie da 3,5 millimetri, un'entrata audio line-in, due porte HDMI, una DVI-D e una D-SUB. L'alimentatore è interno, dunque non dovrete fare altro che collegare il cavo standard alla corrente per far funzionare il tutto. Dimensioni e peso, infine, sono molto contenuti: con lo stand montato lo schermo misura 35 x 57,9 x 6,3 centimetri per 4,1 Kg.

Opzioni e prova su strada

Agendo sui tasti laterali del monitor è possibile accedere a diverse opzioni, in particolare ai preset disponibili. Ce ne sono dieci, più tre slot personalizzabili: Standard, Movie, Photo, sRGB, ECO, RTS 1, RTS 2, Fighting e FPS. I designer hanno insomma messo insieme un set di impostazioni per gli usi più svariati, non solo ludici, lasciando liberi gli utenti di effettuare regolazioni di fino per cambiare qualsiasi parametro, includendo l'equalizzazione del nero, della vividezza e della luce blu.

Passare da un preset all'altro produce effettivamente risultati diversi, ma come al solito è il caso di fare qualche prova per individuare i valori migliori rispetto alle proprie personali preferenze.

Considerata la vocazione del RL2455S e la licenza ufficiale Sony, abbiamo testato il monitor quasi esclusivamente con PlayStation 4, utilizzandolo con diversi giochi. The Surge 2, di cui stiamo affrontando l'espansione, sembra sfruttare bene il basso input lag garantito dal dispositivo, che dunque fa senz'altro la sua figura con i soulslike e quelle esperienze, in generale, che richiedono una grande precisione e prontezza di riflessi.

Un discorso che naturalmente si estende alle ormai collaudate meccaniche sparatutto competitive di Apex Legends, da poco aggiornato per la Stagione 4 e forte di miglioramenti che hanno rifinito in maniera sostanziale il gameplay dal lancio a oggi. Restando nell'ambito degli shooter, abbiamo anche rigiocato alcune missioni di Zombie Army 4: Dead War, trovando conforto nella velocità del pannello durante le situazioni più complesse e concitate.

Prezzo
149,99 €
Multiplayer.it

6.5

BenQ RL2455S è un monitor da gaming per console che punta tutto sulla praticità, offrendo valori di latenza effettivamente molto bassi, in particolare per quanto concerne l'input lag, in relazione alle specifiche tecniche. Il dispositivo si comporta bene e offre una qualità visiva discreta, con tante regolazioni disponibili, ma in termini di design le cornici spesse e l'aspetto in generale danno l'idea di un prodotto datato ed economico. Da questo punto di vista il prezzo è sì abbordabile, ma non abbastanza se consideriamo che ci sono monitor con caratteristiche più spinte e un'estetica sostanzialmente migliore per la stessa cifra.

PRO

  • Ottimi tempi di risposta
  • Discreta qualità visiva

CONTRO

  • C'è di meglio per rapporto qualità/prezzo
  • Design datato e anonimo
  • Il pannello ha i suoi limiti