Big Rumble Boxing: Creed Champions, la recensione di un discreto arcade

La recensione di Big Rumble Boxing: Creed Champions ci parla di un discreto gioco arcade dedicato alla nobile arte e ai film di Rocky Balboa e Adonis Creed

RECENSIONE di Gianluca Scattarella   —   07/09/2021
35

Che siate o meno avvezzi alla boxe, è impossibile non conoscere una saga leggendaria come quella di Rocky Balboa e di tutti gli iconici personaggi che girano intorno alle vicende dello "Stallone Italiano". Questo Big Rumble Boxing: Creed Champions vuole essere un tributo "caciarone" alla storia dei film dando un tono scanzonato e autoreferenziale alle varie scazzottate che tanto abbiamo imparato ad amare al cinema.

In questa recensione di Big Rumble Boxing: Creed Champions scopriremo come gli autori abbiano cercato di condensare in un unico videogioco tutta l'essenza della nobile arte e la spettacolarità delle saghe di Rocky e Adonis Creed.

La storia che tutti conosciamo, o forse no

Tutti i personaggi di Big Rumble Boxing: Creed Champions
Tutti i personaggi di Big Rumble Boxing: Creed Champions

Sicuramente il lato migliore di tutta la saga di Rocky è la narrazione, una storia strappalacrime e struggente che accompagna i nostri protagonisti da oramai quattro decadi. Gli sviluppatori hanno deciso, giustamente, di suddividere le vicende di ogni singolo personaggio all'interno dell'Arcade mode, dando così modo di rivivere la vita di Rocky, Apollo, Ivan, Adonis e di tanti altri personaggi che hanno fatto la storia della saga. Gli incontri sono tutti quelli che i fan ricordano e in certi casi ci sono anche delle curiose e benvenute sorprese come ad esempio un combattimento tra Rocky e Adonis che ovviamente non sarebbe possibile tranne che in un immaginifico pensiero. Tra un match e l'altro, a parte la narrazione tramite semplici dialoghi a schermo dei personaggi, avremo la possibilità di allenarci nelle palestre senza però un vero e proprio scopo. Avremmo preferito di gran lunga che questi intermezzi ci dessero buff o debuff a seconda dell'esito dell'allenamento.

Insomma, tra righe di dialogo e combattimenti storici ci troveremo a usare 20 personaggi in tutto, per un totale di circa 100-110 incontri. Da notare che non sono presenti solo i protagonisti delle due saghe, ma anche personaggi secondari che sono comparsi per un breve lasso di tempo all'interno dei vari film. Per sbloccarli tutti dovrete completare il gioco con i 10 personaggi che vi metterà a disposizione all'inizio oppure combattere nella modalità Versus ed ottenere la licenza da sbloccare combattendo contro ogni singolo avversario.

Gameplay semplice ma soddisfacente

I protagonisti di Big Rumble Boxing: Creed Champions
I protagonisti di Big Rumble Boxing: Creed Champions

Dal punto di vista prettamente tecnico, BRB:CC è decisamente semplice da giocare, ma difficile da padroneggiare. Essendo una via di mezzo tra un arcade e uno sportivo (anche se siamo lontani dalla simulazione) ha delle dinamiche semplici con delle sfumature più tecniche.

Premendo Y utilizzeremo l'attacco base che può essere lanciato in combo da 4 colpi. A seconda della direzione premuta prima del primo o dell'ultimo colpo avremo a disposizione delle combo differenti. Con la X invece si attiverà il colpo speciale del nostro personaggio, personalizzato a seconda del lottatore scelto. B, invece, ci permetterà di schivare o effettuare uno scatto in avanti o indietro, fondamentale per sfuggire o incalzare l'avversario. Per ultimo il tasto A che serve per effettuare una "presa" imparabile dopo la quale verrà scagliato un colpo. Tutti gli attacchi vanno a diminuire la barra della parata, effettuabile tramite la pressione del tasto ZR. Una volta incassati troppi colpi in parata subiremo uno sfinimento che ci lascerà inermi agli attacchi dell'avversario per un breve lasso di tempo.

Si sa che l'attacco è la miglior difesa e in Big Rumble Boxing: Creed Champions, colpendo il nemico senza che si pari, andremo a caricare la barra della special move, un colpo attivabile con la pressione del tasto ZL che permetterà di infliggere un danno discretamente elevato al nostro avversario di ring. Normalmente sarebbe un colpo imparabile, ma anche il gioco ci consiglia di non utilizzarlo troppo spesso per primi perché è contrattaccabile con un altra special move lanciata una frazione di secondo dopo la fine dell'animazione di partenza.

Tutto questo è la base degli incontri, ma c'è un piccolo particolare. Noi abbiamo giocato tutto il tempo a difficoltà "novellino" Perché anche solo alla modalità intermedia, il gioco è estremamente punitivo. Non che sia un male doversi abituare alle meccaniche di un picchiaduro, ma forse un piccolo bilanciamento verso il basso non avrebbe fatto male a nessuno.

Tecnica e modalità

I famosi personaggi di Rocky in Big Rumble Boxing: Creed Champions
I famosi personaggi di Rocky in Big Rumble Boxing: Creed Champions

Anche se non fa gridare al miracolo, soprattutto per quanto riguarda espressività, texture e qualche calo di frame rate, questo Big Rumble Boxing: Creed Champions è sicuramente piacevole da guardare e soprattutto da ascoltare. Sin dai primi istanti chiunque ci giochi non può non farsi trascinare dai vari "Eye of the tiger" oppure "Gonna Fly Now". Purtroppo il doppiaggio, a parte qualche sporadica frase, tipo "Ti spiezzo in due" del sempreverde Ivan Drago, è totalmente assente, ad eccezione del cronista che sicuramente non verrà ricordato negli annali per la sua varietà di frasi.

I modelli dei pugili sono di discreta fattura e in movimento non sfigurano, inoltre ogni personaggio è caratterizzato da una personalità che viene fuori soprattutto quando mette a terra l'avversario, schernendolo e sbeffeggiandolo.

Le modalità sono quelle classiche alle quali siamo tutti abituati. Andiamo dall'Arcade puro e semplice che affronterà la storia di ogni singolo combattente e che permette di sbloccare tutto il roster e le varie skin. Passiamo poi alla modalità versus che non è altro che un incontro personalizzato da poter disputare contro l'IA o un altro giocatore reale, dando la possibilità anche qui di accumulare punti per sbloccare i personaggi. Abbiamo infine l'allenamento e i consigli per giocare, che consigliamo di leggere attentamente per capire tutte le dinamiche (esilarante una scheda che indica come sia possibile schivare una mossa dopo che l'avversario ha già schivato; ci siamo immaginati un siparietto nel quale i due si schivano fino alla fine del round, ndr). Siamo rimasti allibiti quando, cercandola, non abbiamo trovato una modalità online. Ebbene no, non esiste alcun tipo di ranking o lobby per poter utilizzare Rocky o Apollo per spaccare la faccia a pugni ad un tizio random al di là dell'oceano. La speranza è che gli sviluppatori facciano qualcosa a riguardo perché a nostro avviso è una mancanza abbastanza grave in un titolo basato sulla sfida.

Commento

Versione testata Nintendo Switch
Multiplayer.it

6.8

Lettori (2)

7.6

Il tuo voto

Big Rumble Boxing: Creed Champions è in definitiva un buon tributo al mondo e all'immaginario creato dai vari Rocky e Creed, rendendo giustizia solo a metà ad una delle più grandi saghe cinematografiche di sempre. Un buon comparto tecnico e una giocabilità sicuramente divertente fanno sì che questo titolo sia un ottimo passatempo ma che purtroppo svanisca dopo aver terminato di sbloccare il roster, anche per la mancanza inaccettabile di una modalità online.

PRO

  • Roster di 20 campioni ben caratterizzati
  • Colonna sonora di alto livello
  • Divertente ed appagante
CONTRO
  • Tecnica non esaltante
  • Mancanza di una modalità online
  • Livello di difficoltà troppo elevato
  • Poca rigiocabilità
  • Doppiaggio inesistente