PGA Tour 2K21: la recensione

Dai ragazzi di HB Studios arriva il nuovo titolo dedicato al gioco nobile. Scoprite quanto è divertente PGA Tour 2K21 in questa recensione.

RECENSIONE di Gianluca Scattarella —   20/08/2020
19

Indice

Chi di voi è cresciuto con "Tutti in campo con Lotti" sa bene quanto le persone della nostra veneranda età abbiano a cuore uno sport come il golf. Al grido di "Spa-Ghe-Tti!" prendevamo a bastonate la qualsiasi. Pigne, sassi, erba, palloni, tutto insomma, pur di sentirci dei golfisti provetti come il protagonista di quell'anime che tanto ci divertiva al tempo. Questa voglia di provare a far Birdie o addirittura Eagle è rimasta invariata negli anni e cresciuta attraverso alcune trasposizioni videoludiche più o meno riuscite, una su tutte quel "Neo Turf Master" che almeno una volta nella vita abbiamo giocato nella sala giochi sotto casa o in vacanza al cabinato dello stabilimento, mentre il gelato ci sporcava il joystick. L'esplosione di gioia dopo aver concluso positivamente una buca (o un serie) è qualcosa che solamente chi ha provato le sensazioni di cui sopra può capire. Con questo stato d'animo ci siamo approcciati alla recensione di PGA Tour 2K21 e, dobbiamo dire, siamo rimasti piacevolmente colpiti dal risultato ottenuto dai ragazzi di 2K Games e HB Studios. Il feeling che trasmette il titolo una volta scesi sul campo è di quelli che lasciano il sorriso sulle labbra, rievocando le sensazioni dei bei tempi andati, mettendo in grado di potersi concentrare sul tiro con la giusta dose di fermezza e con l'interesse ai dettagli necessario per arrivare in buca nella migliore maniera possibile.

Il gioco del golf

Con la nostra fidata sacca da golf piena di mazze e speranze ci siamo avventurati quindi nei meandri dei giri per i campionati compresi nel gioco, che come ci si aspetterebbe da un titolo 2K, sono 4 e vi aiuteranno a scalare la classifica per diventare il golfista numero uno al mondo. Si parte dalla Korn Ferry Q- School fino ad arrivare al fantastico e blasonato PGA Tour, nel quale affrontare i migliori golfisti del globo (per l'occasione quelli su licenza sono 12). Ogni torneo presenterà le proprie buche, anch'esse su licenza, e le sue difficoltà, ovviamente crescenti man mano che si sale di livello. Una delle caratteristiche che è presente solo nel torneo maggiore è quella di poter scegliere uno sponsor da affiancarci che, in caso si riuscissero a completare gli obiettivi datoci dallo stesso, ci permetterà di sbloccare valuta in game, oggetti estetici o addirittura mazze rare o leggendarie. A proposito di mazze, ognuna di esse presenta delle caratteristiche uniche che vanno a rendere uno o l'altro bastone più o meno adatto alla grande varietà di buche e terreni disponibili all'interno del gioco. La cosa che abbiamo notato è che, almeno nella versione PS4 testata, tutta questa grande differenza non è così percepibile, soprattutto per quanto riguarda la difficoltà di tiro. Veniamo proprio al tiro, il fantomatico swing così difficile da padroneggiare nella realtà, e così fedelmente riportato nel titolo 2K.

Pga Tour 2K21 2

I controlli si sviluppano tutti intorno alle levette analogiche ed ai tasti dorsali, adibendo lo stick destro (almeno nella versione standard, ma c'è anche la configurazione per mancini) al controllo dello swing, quello sinistra per la scelta del punto di atterraggio della palla ed alla percentuale desiderata di potenza da applicare al tiro. I tasti dorsali permetteranno invece di decidere come e dove colpire la pallina, se dargli un effetto all'indietro o in avanti (spin o backspin) e decidere quindi anche l'angolazione della stessa, permettendo di subire più o meno l'influenza del vento. Altri comandi importanti sono quelli impostati sulla croce direzionale, utilizzata per scegliere la mazza e il tipo di colpo base, come ad esempio uno splash se siamo in una situazione di avvicinamento al green o un chip se siamo sul fairway e dobbiamo cercare di arrivare vicino alla buca. Per colpire la palla dovrete semplicemente tirar giù la levetta destra e tenerla fino a quando l'indicatore raggiunge la percentuale desiderata, per poi dare una rapida stoccata verso l'alto, cercando di rimanere nel range di perfect shot il più possibile, per veder atterrare la pallina esattamente dove volete. Più o meno. Perché come chiunque stia leggendo questa recensione sa bene, il viaggio della pallina non è tutto rose e fiori.

Pga Tour 2K21 4

Bisogna naturalmente tenere in considerazione altri fattori fondamentali per la buona riuscita del tiro: il vento, l'altezza del punto di partenza, di quello di landing e la pendenza, nonché gli ostacoli quali alberi, specchi d'acqua e bunker. Gli aiuti a schermo aiutano in tal senso mostrando la velocità e la direzione del vento, così come l'altezza relativa dei punti e l'inclinazione del terreno, quest'ultima tramite uno stratagemma tanto antico quanto utile, ossia quello delle lineette che si muovono più o meno velocemente sul terreno di gioco verso la pendenza più bassa. Una volta arrivati sul green, dopo mille peripezie e si spera, almeno in par, vi troverete a dover affrontare gli ultimi tiri della buca con il putt, la mazza che vi permetterà di mandare in goal la pallina. Qui abbiamo un altro aiuto che viene in soccorso per aiutare nel colpo finale. Premendo il tasto X infatti possiamo visualizzare la traiettoria finale che avrebbe la nostra pallina, nel caso centrassimo l'indicatore di potenza precisamente nel punto indicato sulla barra.

Pga Tour 2K21 3

Questo aiuto visivo è fondamentale ma va usato con parsimonia perché è possibile attivarlo solamente un numero limitato di volte per giro, quindi il nostro consiglio è quello di utilizzarlo solo ed esclusivamente quando vi trovate in situazioni particolari come ad esempio a lottare per un punto in meno oppure se volete per forza centrare la buca da 30 o 40 yard. Per aiutare l'entrata della pallina nella buca infine potrete premere il tasto quadrato così da sollevare la bandierina. Se tutto ciò vi sembra complicato, sappiate che avrete comunque a disposizione un campo di pratica con lezioni e possibilità di esercitarvi con lo swing, nonché un comodo glossario di termini che non fa mai male, essendo tutti inglesi. Piccolo neo: nella nostra prova, ogni tanto, non è stato possibile eseguire uno swing tenendo la levetta analogica semplicemente verso il basso. Forse per un bug nel porting console, non ne siamo a conoscenza, ma tutte le volte che è successo siamo stati costretti ad effettuare un piccolo semicerchio all'indietro per poter caricare il tiro, facendo si che il rilascio del colpo molte volte divenisse sbilenco, compromettendo la buona riuscita della partita.

Tecnica e personalizzazione

Dal punto di vista tecnico PGA Tour 2K21 fa il suo lavoro, anche se non riesce ad eccellere sotto nessun punto di vista. I modelli dei personaggi sono ben fatti ma nulla per il quale gridare al miracolo. Le animazioni, soprattutto quelle dei golfisti, sono abbastanza curate e la fisica della pallina è molto buona, rispecchiandone bene il peso e i rimbalzi sulle varie superfici che arriva a toccare o dove si ritrova a rotolare così come anche il vento è ben considerato dall'algoritmo fisico. L'impatto visivo è di tutto rispetto, con degli scorci a volte fantastici ma purtroppo, sporadicamente, si notano texture non in alta risoluzione e il pubblico, anche se un po' reagisce dinamicamente all'andamento delle buche e in generale è un'aggiunta piacevole, non è proprio il massimo del dettaglio.

Pga Tour 2K21 10

Il nostro golfista personalizzato può essere creato da zero con un buon editor che vi permetterà di aggiungere le caratteristiche che desiderate, dai dettagli del viso a quelli corporei, anche se forse si poteva fare qualcosa di più proprio sotto questo punto di vista, non potendo giocare troppo sulle proporzioni del fisico. Potrete anche decidere che tipo di vestiario far adottare al vostro personaggio, dal cappello alle calze passando per le cinture e gli scaldamuscoli, con tantissimi oggetti su licenza (Puma, Adidas, Polo Ralph Lauren per citarne alcuni). Un altro punto caratteristico del titolo HB Studios è quello della creazione del proprio campo da golf. Si comincia dalla scelta del nome per passare a quella del tema, cioè l'ambientazione generale che farà da contorno alle nostre mazzate. Abbiamo terreni montuosi, desertici, pianeggianti, agricoli e chi più ne ha più ne metta. possiamo personalizzare la quantità di pendii, il livello dell'acqua, le rocce, la dimensione del green e la quantità di bunker, solo per citare alcune delle azioni possibili nel primissimo menù che ci viene messo a disposizione. Una volta scelte le caratteristiche principali veniamo messi davanti alla vera e propria schermata di personalizzazione, che richiama i più famosi engine di creazione di videogiochi con la possibilità di posizionare e modificare davvero qualsiasi parte del campo. Potrete aggiungere animali, piante, specchi d'acqua, pubblico, torri di trasmissione video, spalti e strutture varie, nonché cambiare l'ora del giorno, la latitudine e l'altitudine. Insomma di pane per i denti dei content creator ce n'è in abbondanza.

Online e social

I contenuti online sono quelli che ci si può aspettare da un titolo 2K, con un matchmaking rapido e con l'aggiunta di una sezione torneo, chiamata qui società online, nella quale iscriversi ad una delle compagnie create dagli utenti oppure crearne una propria, e partecipare o creare tornei personalizzati per ottenere valuta in game. Il matchmaking funziona bene. Le partite non hanno mai presentato input lag o qualsivoglia altro problema legato ai server. Ovviamente va valutato il tutto quando ci saranno molte persone online, ma per ora tutto è fluido e divertente. Le partite possibili sono di 3 tipi: il classico 1vs1 chiamato matchplay, il 2vs2 al miglior punteggio chiamato Scramble e poi una modalità particolare chiamata Scommessa per 2 o 4 giocatori che assegna una skin per la vittoria alla squadra vincitrice e vince chi alla fine della partita ottiene più skin.

Pga Tour 2K21 1

Ovviamente è possibile anche sfidare un amico in una partita locale per dilettarsi e mostrare magari qualche campo creato. Rimanendo sul lato "sfide" un'altra caratteristica interessante inserita all'interno del gioco è quella delle rivalità. Durante i tornei principali infatti ci verranno assegnati dei rivali con i quali mettersi in competizione per raggiungere determinati obiettivi. Completando le sfide dedicate avremo dei bonus, per la maggior parte sotto forma di valuta in game, ma anche la possibilità di poter raggiungere più facilmente gli obiettivi degli sponsor, a volte veramente tosti.

Versione testata
PlayStation 4
Multiplayer.it

8.7

Lettori (2)

8.0

Il tuo voto

PGA Tour 2K21 è un gioco veramente ben fatto e completo, difficile quanto basta e soddisfacente quando padroneggiato. Il tool di creazione del campo è quella chicca che rende tutto ancora più interessante. Un comparto tecnico buono ma non eccellente ed un editor interessante ma leggermente mozzato, così come un bug sull'impostazione dello swing sono gli unici nei nella produzione. Palla in buca e Birdie.

PRO

  • Tool di creazione campo gigantesco
  • Gameplay ben riuscito e divertente
  • Tante licenze ufficiali

CONTRO

  • Editor del personaggio non propriamente completo
  • Piccoli bug tecnici che speriamo vengano risolti con patch successive
  • Texture e modelli non al top