Samsung 980, la recensione

La recensione del Samsung 980, un SSD che rinuncia alla DRAM in favore del prezzo ma non a longevità, garanzia e crittografia avanzata.

RECENSIONE di Mattia Armani —   17/04/2021
22

La nostra recensione del Samsung 980 NVMe M.2 da 1 TB, un SSD che pur vincolato ai limiti dell'interfaccia PCIe 3.0 include diverse novità interessanti pensate per combinare prestazioni consistenti e un'ottimizzazione elevata.

Samsung 980, un'unità priva di memoria DRAM ma piena di grinta

Samsung 980 2

Le unità PCIe 3.0 non possono competere con quelle PCIe 4.0 in quanto a velocità massima, limitate da un'interfaccia che ha a disposizione metà della banda passante. Ma l'unità Samsung 980 ha alcune carte da giocare, a partire da un'ottimizzazione elevata che corrisponde a temperature sensibilmente inferiori a SSD come il 970 EVO. Parliamo di un calo di oltre 50 punti percentuali durante l'uso prolungato che dipende sia dalla maggiore efficienza, direttamente collegata a un miglioramento nei consumi di oltre 30 punti percentuali, sia dalla tecnologia Dynamic Thermal Guard (DTG) che comprende un miglioramento fisico della dissipazione del controller oltre a ulteriori rifiniture dal punto di vista del software.

Per ottenere questi risultati Samsung ha rivoluzionato il design adottando nuove memorie V-NAND V6 3bit MLC e togliendo del tutto di mezzo la memoria DRAM. L'ha infatti sostituita con una parte della memoria del processore grazie alla tecnologia Direct Memory Access che ha permesso di tagliare i costi e garantire il pieno sfruttamento della banda PCIe 3.0. Certo, questa rappresenta un limite aprendo il confronto alle unità PCIe 4.0, ma l'SSD Samsung 980 si difende in quanto a costanza delle prestazioni grazie alla nuova versione della tecnologia Intelligent TurboWrite

Samsung 980 3

A detta di Samsung l'Intelligent TurboWrite 2.0 garantisce la piena velocità per 175 GB di dati, prima che il buffer si esaurisca e il disco sia costretto a resettarlo per ritornare alle prestazioni massime, offrendo su carta un miglioramento del 75%, da questo punto di vista, rispetto all'SSD 970 EVO. Promette quindi prestazioni complessivamente molto elevate nonostante velocità non da record, seppur molto alte e capaci di garantire caricamenti velocissimi che per l'unità da 1 TB, la più capiente e veloce della serie 980, ammontano in linea teorica a 3500 MB/s in lettura, 3.000 MB/s in scrittura sequenziale, 500.000 IOPS in lettura e fino a 480.000 IOPS in scrittura.

Parlando di extra non mancano inoltre garanzia di 5 anni, promessa di almeno 600 TB di durata in scrittura per l'unità da 1 TB, crittografia AES 256-bit FDE, crittografia TCG/Opal V2.0, IEEE1667 e il software Magician che consente di intervenire su un gran numero di parametri a partire ovviamente dall'integrità del disco per arrivare alla diagnostica prestazionale. Non mancano inoltre un tool per aggiornare il firmware e il controllo energetico che include una modalità a piena potenza per garantire sempre il massimo delle prestazioni. In questo modo viene disabilitata la modalità di risparmio energetico e i consumi superano i 4,6 Watt, ma restano comunque buoni grazie all'efficienza complessiva dell'unità.

Prestazioni

Samsung 980 5

Abbiamo provato l'SSD Samsung 980 sulla nostra Gigabyte X570 AORUS Master equipaggiata con un Ryzen 7 5800X e con 16 GB di memoria a 3600 Mhz, garantendo pieno spazio di memoria all'unità che in CrystalDiskMark ha toccato 3571 MB/s in lettura sequenziale, 2896 MB/s in scrittura sequenziale, 504.018 IOPS in lettura e 466.29 IOPS in scrittura. Ci ha quindi restituito valori generalmente vicini e talvolta superiori a quelli dichiarati, cedendo qualcosina solo dal punto di vista della scrittura sequenziale che, comunque, non risulta inferiore in misura rilevante rispetto al valore massimo teorico. Il tutto con una temperatura minima di 35 gradi, 41 gradi nel desktop e 53 gradi di picco sotto sforzo.

Temperature mantenute anche con il benchmark Final Fantasy XIV: Stormblood che ci ha restituito un tempo di 8.040 secondi in 1080p, con dettaglio alto, vicino a quello toccato sul medesimo sistema da un drive 970 EVO Plus. Quest'ultimo tra l'altro si è ritrovato nettamente superato nel test PCMark 10, dove il 980 ha totalizzato ben 2690 punti. Inoltre l'unità Samsung si è dimostrata in grado di mantenere la massima velocità per un tempo quasi doppio rispetto a gran parte delle SSD in circolazione, sfruttando la tecnologia Intelligent Turbowrite 2.0. Ma una volta esauriti i margini di quest'ultima, sono emersi anche i limiti di tale formula, evidenti in un capitombolo che ha portato la velocità da da circa 3 GB/s di trasferimento effettivo a circa 400 MB/s, decisamente inferiori agli oltre 1000 della 970 EVO Plus.

Samsung 980 4

Nel complesso comunque parliamo di un'unità in grado di garantire ottimi caricamenti nei videogiochi e ottime velocità nell'ordine per l'appunto delle dimensioni di un videogioco odierno. Il tutto a fronte di un'efficienza elevata, software collaudato, buone temperature, longevità elevata con garanzia di 5 anni a corredo e crittografia AES a 256-bit. Inoltre con 129,99 euro di prezzo consigliato ma 135 euro all'atto pratico, costa circa 20 euro in meno del 970 EVO Plus, grazie alla rinuncia alla memoria DRAM, un fattore che come abbiamo visto ha un impatto relativo sulle prestazioni rilevanti per l'utente medio. Anzi, risulta tra le unità più prestanti in assoluto per quanto riguarda questa tipologia. Ma deve fare i conti con il calo dei prezzi delle SSD PCIe 3.0 di altri marchi in un mercato che con l'arrivo dei nuovi processori Intel si è spostato ormai verso l'interfaccia PCIe 4.0, già adottata anche da unità unità economiche dalle prestazioni limitate da controller non al top, ma capaci comunque di garantire velocità di lettura sequenziali ben più elevate.

Commento

Multiplayer.it

8.5

L'SSD Samsung 980 insegue il risparmio rinunciando alla DRAM ma garantendo comunque ottime prestazioni per la sua tipologia, pieno supporto, crittografia AES 256-bit e tempi di caricamento eccellenti. Il tutto condito da una longevità molto elevata e da una garanzia di 5 anni. Offre quindi garanzie che vanno a pesare però sul prezzo, non così conveniente in un mercato in cui i prezzi delle SSD PCIe 3.0 si sono abbassati notevolmente. D'altronde siamo nel mezzo del passaggio allo standard PCIe 4.0 che promette anche mirabilie con il gaming con tecnologie come DirectStorage e RTX IO. Inoltre i compromessi di questa formula si fanno sentire quando la cache si esaurisce, ma si tratta di un problema relativo per l'utente medio.

PRO

  • Prestazioni al top per un'unità senza DRAM
  • Tutto il supporto Samsung tra software, funzionalità e garanzia
  • Temperature contenute ed efficienza elevata
CONTRO
  • Prezzo non particolarmente competitivo nonostante i compromessi
  • Interfaccia PCIe 3.0
  • Superati i limiti dell'Intelligent Turbowrite 2.0 la velocità crolla