SpongeBob: Assalto al Patty, la recensione 1

Scorrazziamo sotto il mare nel nuovo auto-runner SpongeBob: Assalto al Patty, esaminato in questa recensione

RECENSIONE di Giorgio Melani   —   09/06/2020

Si poteva quasi pensare che l'epoca degli endless runner (o auto-runner) fosse giunta al termine, se non per il sottobosco di titoli più o meno anonimi che continuano ad emergere sugli store digitali, quando invece Nickelodeon ti piazza un nuovo rappresentante della categoria fresco fresco in prima linea e per di più su Apple Arcade, come vediamo in questa recensione di SpongeBob: Assalto al Patty. Si tratta di un genere che ha dominato per anni nell'ambito mobile, salvo conoscere poi un inesorabile declino dato dalla fisiologica saturazione del mercato, ma evidentemente c'è ancora qualcuno convinto che la soluzione possa funzionare, presentata peraltro senza particolari aggiunte o variazioni alla formula standard. Il nuovo gioco di Spongebob è infatti molto canonico, se non fosse per il carisma dei suoi personaggi e del mondo della serie Nickelodeon che riesce comunque a spiccare a donare una notevole identità al tutto. Al di là di qualche idea data dalle trasformazioni del protagonista, il gameplay non offre soluzioni degne di nota rispetto a quanto visto finora, ma la presenza del mondo sottomarino di Spongebob riesce se non altro a far emergere dei livelli piacevoli e delle situazioni divertenti.

Spongebob Patty Pursuit Apple Arcade Game Nickelodeon Nick Squarepants Sbsp 4


La storia ovviamente è giusto un pretesto per dare il via a un folle inseguimento tra le ambientazioni sottomarine: il solito genio del male, Sheldon J. Plankton, ha elaborato un nuovo attacco alla serenità di Bikini Bottom, rubando la ricetta segreta di Krabby Patty e, per non farsi mancare nulla, decidendo anche di rapire tutti gli amici di Spongebob, costringendo il nostro amato eroe dai pantaloni squadrati a lanciarsi in un'epica avventura per ristabilire la pace nelle profondità marine. La licenza Nickelodeon consente di sfruttare le animazioni originali del cartone animato per le scene d'introduzione e intermezzo, cosa che contribuisce a ricreare l'inconfondibile atmosfera delle storie di Stephen Hillenburg nel gioco, a dire il vero l'elemento di maggior forza dell'intera produzione, mentre per il resto sembra di fare un vero e proprio tuffo nel panorama mobile di qualche anno fa.

La corsa automatica di Spongebob

Il gameplay di SpongeBob: Assalto al Patty ricalca precisamente lo standard classico dei giochi endless runner, o meglio auto-runner, che in effetti si distinguono dai primi generalmente per una maggiore complessità nella struttura dei livelli. In effetti, la meccanica è più simile a Super Mario Run piuttosto che a Temple Run: il controllo sul personaggio è maggiore, con la possibilità di far cambiare direzione a Spongebob oltre a farlo saltare ed effettuare delle accelerazioni con cui può abbattere nemici e ostacoli. Questa maggiore possibilità di controllo si riflette in un design dei livelli più complesso, con la presenza di biforcazioni e diverse strade da esplorare, che presuppongono anche una certa rigiocabilità nel caso in cui si cerchi di ottenere tutti i collezionabili. In ogni caso, il gameplay resta alquanto semplicistico, richiedendo semplicemente di arrivare in fondo ai livelli saltando o accelerando con il giusto tempismo e possibilmente raccogliendo tutte le monete e le palette sparse in giro, esattamente secondo il modello di platform semplificato che ha reso famoso questo particolare sotto-genere.

Spongebob Patty Pursuit Apple Arcade Game Nickelodeon Nick Squarepants Sbsp 6


C'è anche qualche elemento caratteristico, che riesce a smuovere un po' una struttura altrimenti molto ancorata agli standard triti del genere in questione: nel corso dei livelli è possibile ottenere delle trasformazioni che modificano l'aspetto di Spongebob e innescano alcune variazioni al gameplay date da nuove possibilità di movimento, ma sono fasi piuttosto brevi e che comunque non generano particolari sconvolgimenti nella struttura di base.

Gran parte del successo degli auto-runner è dato dal modo perfetto con cui si adattano al sistema di controllo dei dispositivi con touch screen, essendo in effetti studiati soprattutto a partire da questo e SpongeBob: Assalto al Patty non fa eccezione. Il protagonista viene gestito con brevi e semplici tocchi sullo schermo, utilizzando una mano sola e venendo dunque incontro anche alla fruizione in movimento che è propria delle piattaforme mobile, solo che questo non risulta propriamente impeccabile. In base anche ai feedback raccolti online, sembra che il gioco funzioni perfettamente sui dispositivi più moderni e prestanti ma abbia qualche problema su quelli non recentissimi, ma nemmeno considerabili "vecchi", come gli iPad di due o tre anni fa, sui quali si nota un certo ritardo nella risposta ai comandi, come abbiamo notato direttamente. Si tratta di frazioni di secondo, ma bastano a rovinare alquanto l'esperienza di gioco in un gameplay tutto incentrato sul tempismo, sperando in eventuali correzioni successive tramite patch.

Spongebob Patty Pursuit Apple Arcade Game Nickelodeon Nick Squarepants Sbsp 9


Basandosi sui disegni e le animazioni originali, la grafica di SpongeBob: Assalto al Patty non può certo deludere ed è in effetti un elemento particolarmente di spicco per tutto il gioco. L'aspetto sembra un'evoluzione diretta delle produzioni in flash o HTML5, di cui Nickelodeon possiede un vasto catalogo, ma è precisamente quello che ci si aspetta da un gioco di SpongeBob, riproducendo precisamente il mondo disegnato in 2D della serie, anche se qualcosa di più sul fronte della varietà delle ambientazioni si sarebbe potuto fare, contando su circa sei ambientazioni in totale.

Spongebob Patty Pursuit Apple Arcade Game Nickelodeon Nick Squarepants Sbsp 8
Versione testata
iPad 1.0.2
Digital Delivery
App Store
Multiplayer.it

6.0

Lettori (1)

8.4

Il tuo voto

È quasi strano trovare un gioco così tradizionalista in mezzo ai titoli di Apple Arcade, considerando come il servizio su abbonamento sia anche un programma finalizzato alla creazione di progetti dotati di una certa originalità. SpongeBob: Assalto al Patty è invece proprio quello che ci si aspetterebbe da un gioco mobile su licenza Nickelodeon messo insieme senza provare a sperimentare nulla, un platform auto-runner ben confezionato e in grado di puntare tutto sul carisma del suo celebre protagonista e del mondo che gli ruota attorno. Non è affatto un brutto gioco, se si escludono i problemi tecnici legati ai controlli rilevati su alcuni dispositivi, solo che non aggiunge praticamente nulla alla marea di titoli simili che hanno invaso le piattaforme mobile negli anni passati, salvo qualche piccola variazione al gameplay che non risulta però sviluppata appieno e non incide in maniera netta sul gameplay.

PRO

  • Il carisma di SpongeBob e del suo mondo è sempre irresistibile
  • Grafica che riprende in pieno lo stile del cartone animato
  • Buone idee per quanto riguarda le trasformazioni e i bivi nei livelli

CONTRO

  • Tutto sostanzialmente già visto innumerevoli volte
  • Level design alquanto ripetitivo
  • Alcuni problemi nella risposta ai comandi