Warhammer 40.000: Lost Crusade, la recensione: gli Space Marine tornano su smartphone

L'affascinante franchise di Games Workshop torna su iOS e Android con un interessante strategico a base MMO: la nostra recensione di Warhammer 40.000: Lost Crusade

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   20/01/2021
14

Avendo un debole per il franchise di Warhammer 40.000, abbiamo accolto con entusiasmo l'occasione di poter scrivere la recensione di Warhammer 40.000: Lost Crusade, convinti dello straordinario potenziale del franchise creato da Games Workshop.

Sviluppato dal piccolo team cinese Orca e disponibile nel tradizionale formato freemium su iOS e Android, il gioco ci mette nella pesante armatura di un Capitano degli Space Marine che si ritrova a dover affrontare le truppe del Caos in una situazione di forte svantaggio dopo una sanguinosa battaglia nello spazio.

Gameplay

Warhammer 40000 Lost Crusade 9

Il gameplay di Warhammer 40.000: Lost Crusade si divide fondamentalmente in tre parti. C'è la fase strategica casual alla Farmville, quella in cui ci si trova a costruire e potenziare le varie parti della propria base spaziale, addestrare nuove truppe e seguire passo dopo passo un ampio sistema di achievement che tuttavia dà vita a meccaniche guidatissime, che lasciano ben poco spazio all'iniziativa personale.

Poi c'è la fase strategica spaziale, in cui si lavora sulla mappa per organizzare sortite che tuttavia vengono generalmente risolte da un semplice confronto di statistiche, lasciandoci solo il compito di attendere che le nostre forze raggiungano un punto e lo trasformino in risorse da raccogliere. In questa parte del gioco è possibile peraltro osservare la natura MMO dell'esperienza, che mette nella stessa mappa centinaia di insediamenti appartenenti a utenti diversi che possono allearsi e condividere le proprie battaglie.

Warhammer 40000 Lost Crusade 1

Dopodiché ci sono le spedizioni, la parte indubbiamente più divertente del gioco, in cui si compone una squadra di eroi che è possibile evocare con i classici sistemi gratis o a pagamento, equipaggiare con oggetti diversi e potenziare al fine di migliorarne le abilità, per poi mandarli a completare delle missioni. In questo caso l'azione è in stile RTS, e sebbene l'interazione sia limitata non c'è dubbio che dopo i primi dieci incarichi la faccenda assuma connotati interessanti.

Se infatti i personaggi si muovono automaticamente verso i bersagli più vicini, nell'ambito di brevi corridoi pieni di nemici e con un portale da distruggere, utilizzando l'energia che si carica col passare del tempo si possono inviare sul campo truppe extra e/o utilizzare spettacolari manovre speciali contro gli avversari più coriacei. È un peccato che in questo caso si palesi un paywall dopo già un paio d'ore, visto che viene richiesto di arrivare in fondo al "dungeon" entro un tempo limite e lo si può fare solo con eroi molto potenziati.

Impreziosito da alcune brevi cutscene, Warhammer 40.000: Lost Crusade vanta uno stile grafico estremamente pulito ed efficace, in grado di rappresentare al meglio tutte le diverse situazioni di gameplay. Nella fase strategica casual si apprezza il design delle navi e dei diversi componenti, nonché la leggibilità di un'interfaccia che diventa invece un po' troppo confusionaria quando si entra nel territorio MMO. Tipico delle produzioni cinesi, purtroppo.

Le missioni governate dalla formula RTS sono molto carine, con un gran numero di personaggi differenti e di nemici che si alternano man mano che ci addentriamo in questi corridoi, nonché un discreto set di animazioni. Peccato per la colonna sonora, che si rivela fin da subito meno interessante rispetto a quelle che erano le premesse, adottando soluzioni un po' banali che non contribuiscono all'atmosfera generale.

Commento

Versione testata
iPad
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

7.0

Lettori (6)

4.4

Il tuo voto

Warhammer 40.000: Lost Crusade è l'ottimo esponente di un genere che su mobile risulta ormai da anni decisamente inflazionato, e pur facendo tutto correttamente finisce per pagare dazio rispetto alla scarsa interazione e agli eccessivi automatismi del filone strategico casual. Le missioni in stile RTS sono divertenti ed è un peccato che gli sviluppatori non abbiano puntato tutto in quella direzione, banalizzandole in particolare nelle prime fasi, mentre tutto il resto risulta ben fatto ma ampiamente già visto. Se amate il franchise e questo genere di prodotti non vi ha ancora stufato, dategli senz'altro una possibilità: potrebbe sbocciare l'amore.

PRO

  • Il lore di Warhammer 40.000 è una garanzia
  • Fasi RTS piacevoli anche se limitate
  • Fasi strategiche semplici e leggibili...
CONTRO
  • ...ma con troppi automatismi e poca interazione
  • Il genere potrebbe avervi stufato
  • Musiche al di sotto delle aspettative