Monster Hunter Rise: Sunbreak, guida per nuovi giocatori

Siete nuovi fan di Monster Hunter e Sunbreak è la vostra prima espansione? Ecco tutto quello che c'è da sapere prima di cominciare o ricominciare la caccia!

SOLUZIONE di Christian Colli   —   01/07/2022
39

Di solito accompagniamo l'uscita di un nuovo Monster Hunter con una piccola guida per neofiti, spiegando cos'è, perché giocarlo, cosa aspettarsi. La serie Capcom, però, negli ultimi anni è diventata sempre più popolare e Monster Hunter Rise, il primo Monster Hunter veramente nuovo a uscire per Nintendo Switch dopo la parentesi World sulle altre piattaforme, ha venduto una quantità impressionante di copie. Un dato che suggerisce un allargamento nei confronti di una platea di nuovi giocatori. Sunbreak, tuttavia, non è un nuovo Monster Hunter, ma un'espansione, e questo significa che potrebbe anche essere la prima per tanti possessori della console Nintendo.

Ricominciamo da capo, quindi, ma in una prospettiva diversa. Nelle prossime righe vi spiegheremo cos'è Sunbreak e cosa potete aspettarvi dalla vostra prima - oppure no - espansione: i mostri, le mappe, le novità nel gameplay... Una guida con tutto quello che c'è da sapere su Monster Hunter Rise: Sunbreak, insomma. Buona lettura!

Che cos'è Sunbreak?

Monster Hunter Rise: Sunbreak, l'Espinas fa il suo esordio in occidente
Monster Hunter Rise: Sunbreak, l'Espinas fa il suo esordio in occidente

Partiamo dalle basi. Sunbreak è un'espansione, cioè un contenuto aggiuntivo che presuppone il possesso e l'installazione di Monster Hunter Rise nella vostra console Switch. Senza, insomma, non potete giocare Sunbreak, e proprio per questo motivo Nintendo ha approntato un pacchetto, sia digitale che fisico, che include il gioco base insieme all'espansione per chi non l'avesse ancora acquistato. Prima di passare in rassegna tutte le opzioni d'acquisto, vale la pena soffermarsi sul significato di "espansione": oggi si potrebbe parlare di DLC, ma solitamente un'espansione è molto più corposa e aggiunge tantissimi contenuti al gioco base sotto forma di mostri, mappe e armi.

Per noi occidentali Sunbreak è la seconda espansione a essere pubblicata in maniera indipendente dopo quella di Monster Hunter: World, che si intitolava Iceborne. Ma per Capcom è una tradizione che risale ai primi Monster Hunter di tanti anni fa, seppur solo in Giappone: i giochi localizzati in seguito per l'occidente, infatti, includevano quasi sempre i contenuti aggiuntivi, ma per questo arrivavano con parecchi mesi se non anni di ritardo. Oggi, invece, possiamo goderci ogni nuovo Monster Hunter in contemporanea mondiale!

Come acquistare Monster Hunter Rise: Sunbreak

Monster Hunter Rise: Sunbreak, il Gore Magala arriva direttamente da Monster Hunter 4 Ultimate
Monster Hunter Rise: Sunbreak, il Gore Magala arriva direttamente da Monster Hunter 4 Ultimate

Nintendo offre diverse opzioni sia per i nuovi giocatori, sia per quelli che hanno già acquistato Monster Hunter Rise. Oltre al summenzionato Pacchetto Monster Hunter Rise + Sunbreak, infatti, l'espansione è disponibile per via digitale e per via fisica in diverse versioni. L'Edizione Standard, solo digitale, sarebbe quella liscia, che comprende solo il contenuto aggiuntivo e niente più. L'Edizione Deluxe, anch'essa solo digitale, comprende un Kit Deluxe aggiuntivo, e cioè una risma di contenuti esclusivi che si sbloccheranno il 30 giugno: Stile armatura (set) "Dragoflagello", Stile armatura (set) "Segugio C", Stile armatura (set) "Devoto F", Set di 4 gesti "Mira", Set di 3 pose "Posa da combattimento", Pittura facciale per cacciatore "Occhio elegante", Pettinatura per cacciatore "Morbidi riccioli". Come avrete intuito, sono solo contenuti cosmetici che non vi daranno nessun vantaggio in termini di gameplay, ma aggiungeranno un po' di opzioni per la personalizzazione del vostro cacciatore.

Gli stessi contenuti sono compresi nel Pacchetto Double Deluxe Monster Hunter Rise + Sunbreak, solo digitale, che comprende anche un Kit Deluxe pieno di contenuti cosmetici per il gioco base. Abbiamo poi una Collector's Edition fisica che comprende, oltre all'espansione, anche una spilletta, alcuni adesivi, il Kit Deluxe descritto poco più sopra da riscattare nel gioco, la custodia Steelbook e l'amiibo del Malzeno. In occasione dell'uscita di Monster Hunter Rise: Sunbreak, infatti, Nintendo ha prodotto tre nuovi amiibo a tema: Malzeno, Compagno "Malzeno Canyne" e Compagno "Malzeno Felyne". Oltre a essere sciccosi, questi amiibo sbloccano gli Stili armatura corrispondenti nel gioco vero e proprio. Infine, Nintendo ha prodotto anche un Pro Controller griffato Sunbreak per chi preferisce i comuni joypad ai peculiari Joy-Con della console ibrida.

La campagna di Sunbreak

Monster Hunter Rise: Sunbreak, Capcom ha ricostruito la Giungla di Monster Hunter 2
Monster Hunter Rise: Sunbreak, Capcom ha ricostruito la Giungla di Monster Hunter 2

Una volta scaricato l'aggiornamento del 30 giugno, tutti i possessori di Monster Hunter Rise riscontreranno alcuni cambiamenti in termini di gameplay e funzionalità, a prescindere che abbiano comprato e installato Sunbreak. In questo caso, per giocare i contenuti inediti bisognerà prima terminare la Missione base di caccia 7★: Dea del tuono. Solo a quel punto inizierà la nuova campagna dell'espansione. Se state cominciando a giocare ora, e volete affrettarvi a raggiungere i contenuti aggiuntivi, Capcom ha pensato anche a voi. A partire dal 30 giugno, infatti, sarà possibile scaricare gratuitamente il set di armatura cintura nera e le armi difensore, che vi permetteranno di completare le missioni iniziali in scioltezza.

Monster Hunter Rise: Sunbreak, naturalmente ci saranno nuove armi e armature
Monster Hunter Rise: Sunbreak, naturalmente ci saranno nuove armi e armature

La nuova campagna si svolgerà un po' nei dintorni del villaggio di Kamura, un po' nella nuova regione oltreoceano cui fa capo la base di Elgado e che raggiungeremo insieme a Fiorayne, una coraggiosa spadaccina che chiederà il nostro aiuto. In questo nuovo insediamento incontreremo tanti personaggi nuovi di zecca, come l'ammiraglio Galleus e il dottor Tadori. Il nostro obiettivo sarà il solito: scoprire cosa turba i mostri nella regione ed eliminare i più pericolosi, come il potentissimo drago anziano chiamato Malzeno. Questa volta, però, ci sarà una novità: affronteremo alcune cacce per giocatore singolo insieme ai personaggi della storia. Chiamate Missioni di collaborazione seguaci, questi incarichi approfondiranno la nostra conoscenza dei comprimari, che ci seguiranno nella caccia, comportandosi come veri e propri giocatori mentre impugnano le loro armi e usano abilità specifiche. Chissà quali saranno le ricompense...

Mappe e mostri

Monster Hunter Rise: Sunbreak, l'Astalos ha fatto il suo esordio in Monster Hunter Generations
Monster Hunter Rise: Sunbreak, l'Astalos ha fatto il suo esordio in Monster Hunter Generations

Sunbreak ci porterà in un nuovo continente, dove esploreremo due grandi mappe: la Cittadella, che è completamente inedita, e la Giungla, che invece è una versione modernizzata e ridisegnata di una mappa risalente a Monster Hunter 2. Capcom ha dichiarato che la Cittadella, con la sua varietà di scenari, è una delle mappe più grandi e complicate che abbia progettato in tutti questi anni: le zone circondano le rovine di un antico castello, presieduto dal Malzeno, uno dei cosiddetti tre signori. Gli altri due sono il Lunagaron e il Garangolm, e se il loro aspetto vi ricorda i mostri del folclore occidentale, siete sulla strada giusta: per disegnarli, Capcom si è ispirata rispettivamente ai vampiri, ai licantropi e al mostro di Frankenstein.

Oltre ai tre signori, dovremo vedercela con mostri vecchi e nuovi. Tra i ritorni più importanti abbiamo il Seregios e il Gore Magala: questi due mostri hanno fatto il loro esordio in Monster Hunter 4 Ultimate, e adesso arrivano a tormentarci in Sunbreak con le loro meccaniche peculiari, e cioè il Sanguinamento e la Frenesia.

Monster Hunter Rise: Sunbreak, il Malzeno della Demo è molto più forte rispetto a quello normale
Monster Hunter Rise: Sunbreak, il Malzeno della Demo è molto più forte rispetto a quello normale

L'Espinas è un ritorno che ha il sapore della novità. Questo mostro, infatti, arriva direttamente da Monster Hunter Frontier, uno spin-off online mai pubblicato in occidente: per molti cacciatori, dunque, si tratta di un velenosissimo mostro inedito. Il Daimyo Hermitaur e lo Shogun Ceneataur risalgono ai vecchi Monster Hunter, così come l'Astalos, che era invece uno dei quattro mostri copertina in Monster Hunter Generations. In Sunbreak troveremo anche alcune sottospecie dei mostri che hanno fatto il loro esordio proprio in Monster Hunter Rise: finora Capcom ha svelato il Rakna-Kadaki igneo, il Somnacanth fulgido, l'Almudron lavico e il Bishaten sanguigno. Non sappiamo quanti altri mostri ci aspettino nella versione finale dell'espansione - anche se i soliti leak hanno confermato la presenza dello Shagaru Magala - ma a questo bestiario vanno aggiunti tutti gli altri mostri che riaffronteremo nel Grado Maestro. Che cos'è? Continuate a leggere.

Il Grado Maestro

Monster Hunter Rise: Sunbreak, la prima spadascia che si fabbrica con le parti del Lunagaron
Monster Hunter Rise: Sunbreak, la prima spadascia che si fabbrica con le parti del Lunagaron

Se siete alle prime armi con Monster Hunter, e magari finora avete giocato solo Rise, saltando completamente la generazione di Monster Hunter World e Iceborne, potreste non sapere cos'è il Grado Maestro. Naturalmente è un livello di difficoltà aggiuntivo che segue le missioni di Basso e Alto grado, e caratterizza quello che potremmo definire il vero endgame di ogni generazione.

Al Grado Maestro - chiamato comunemente Rank G in Giappone, o Master Rank in inglese - i mostri diventano ancora più feroci e aggressivi, possiedono nuove abilità o combinazioni di attacchi, e naturalmente lo scalco regala oggetti di rarità superiore, con cui potremo fabbricare nuove armi e armature. Quest'ultime sono esteticamente diverse rispetto a quelle di Basso e Alto grado: sono più sofisticate visivamente e potreste volerle collezionare anche soltanto per cambiare look tramite la funzionalità dello Stile armatura. In generale, però, cambiano molte abilità passive, quindi dovrete ricominciare da capo la ricerca delle combinazioni di pezzi migliori in base al vostro stile di gioco e alle armi che preferite.

Nuove abilità

Monster Hunter Rise: Sunbreak, il Rakna-Kadaki igneo è una nuova sottospecie
Monster Hunter Rise: Sunbreak, il Rakna-Kadaki igneo è una nuova sottospecie

Sunbreak migliora la straordinaria meccanica di movimento e di combattimento introdotta da Monster Hunter Rise: l'Insetto filo. In realtà, l'espansione non va a ritoccare il sistema di controllo o le particolarità dell'Insetto filo - tranne che per la corsa sulla parete, per cui non serve più il Filoscatto - ma perfeziona il sistema di combattimento con l'introduzione dell'Inversione abilità scambio, una funzionalità che permette di impostare due diversi "rotoli di inversione", uno blu e uno rosso, con le abilità scambio che preferiamo. In combattimento basterà poi premere la combinazione di tasti corrispondente per passare da un rotolo d'inversione all'altro, e così alterare le manovre a nostra disposizione, magari mentre schiviamo un mostro con la nuova tecnica dello Scambio schivata. L'Inversione abilità scambio essenzialmente duplica le configurazioni a nostra disposizione, rendendo le cacce ancora più divertenti e frenetiche... ma forse anche un po' più facili rispetto ai Monster Hunter d'altri tempi.

Monster Hunter Rise: Sunbreak, è possibile configurare fino a due rotoli di inversione
Monster Hunter Rise: Sunbreak, è possibile configurare fino a due rotoli di inversione

Oltre a questa esaltante novità, Sunbreak implementa nuove mosse e attacchi fildiseta per tutte le quattordici armi, che sono state anche bilanciate e ritoccate per l'occasione: è ancora presto per dire quali siano le armi migliori a questo giro, ma come sempre le armi migliori sono solo quelle con cui vi trovate meglio, quindi non badate troppo agli speedrunner su YouTube e pensate soprattutto a divertirvi. In questo senso, Capcom ha introdotto alcune simpatiche migliorie nel corso delle cacce. È in particolare la fauna endemica ad essere stata ampliata dall'aggiunta di creaturine come le Ragnonette, che vi permetteranno di scagliare i mostri contro le pareti per stordirli, e gli Insetti filo mutati, che potenzieranno temporaneamente le vostre caratteristiche. Altri animali, come i Calamalancia e le Granchiolame, sono un nuovo tipo di trappola in cui attirare i mostri per infliggere più danni con un pizzico di strategia.

Aggiornamenti post-lancio

Monster Hunter Rise: Sunbreak, Capcom ha diffuso un calendario dei primi aggiornamenti gratuiti
Monster Hunter Rise: Sunbreak, Capcom ha diffuso un calendario dei primi aggiornamenti gratuiti

A differenza di Monster Hunter Rise, che dopo due aggiornamenti mensili importanti è stato un po' trascurato, Sunbreak dovrebbe godere di un supporto post-lancio interessante e duraturo. Capcom ha già pubblicato un calendario provvisorio che svela il primo di questi aggiornamenti completamente gratuiti, previsto per agosto: esso implementerà una nuova zona, chiamata Arena desolata, in cui affronteremo il Nargacuga lucente, ma anche alcuni "mostri di specie rare" e "mostri di specie speciali", che sono due definizioni incredibilmente vaghe e non vediamo l'ora di scoprire cosa significhi.

I prossimi aggiornamenti arriveranno poi in autunno, in inverno, e nel corso del 2023. Oltre a nuovi mostri ancora avvolti nel mistero, si parla di "mostri potenziati", e non possiamo fare altro che pensare ai mostri temprati e arcitemprati che abbiamo cacciato nella generazione di Monster Hunter World. L'espansione Iceborne, in effetti, ha goduto di un supporto straordinario, ricco di contenuti inediti, mostri difficilissimi da combattere da soli o in compagnia, e tante armi e armature da fabbricare. Se Monster Hunter Rise: Sunbreak offrirà lo stesso tipo di supporto post-lancio, allora questa generazione potrebbe diventare la nostra preferita in assoluto.