E3 2010, una settimana dopo  53

Ecco il meglio del meglio dell'E3 di Los Angeles edizione 2010!

La nostra copertura per questo straordinario E3 2010 è stata come al solito esaustiva e i risultati non sono tardati ad arrivare visti i grandi numeri registrati durante la kermesse losangelina. Non siamo qui a tediarvi con un freddo elenco di cifre fini a sè stesse, ma sono da registrare i 224000 video e 217000 articoli clicckati durante tutta la settimana per un totale di poco meno di 10 milioni di pagine viste! Un vero e proprio successo che iniziamo a ripercorrere con il meglio che la fiera ha saputo offrire nell'incredibile settimana del 14 giugno. Fermo restando che in qualsiasi momento potete ancora navigare sulla nostra pagina dedicata all'evento che contiene tutto, ma proprio tutto, quello che abbiamo prodotto nel corso dell'E3 2010.

Le conferenze

I battenti del Convention Center hanno aperto ufficialmente il 15 giugno, ma sin da due giorni prima, sparse per varie location ci sono state le conferenze dei vari produttori, hardware e software. Una tre giorni che si è aperta con lo spettacolo del Cirque du Soleil per la prima mondiale di Natal, ops Kinect!, un vero e proprio show milionario, con il Galen Center che è diventato un incrocio tra una living room rotante e la pista di un circo.

E3 2010, una settimana dopo

Nel mezzo gli spettacoli privati di Microsoft, con la sua lineup tanto incentrata sulla sua nuova periferica quanto sui pesi massimi Halo: Reach e Gears of War 3, Sony che ha mostrato nel dettaglio PlayStation Move, il 3D prossimo venturo e Killzone 3, Nintendo che ha letteralmente rubato la scena con il nuovo portatile 3DS, che porta (scusate il gioco di parole) la terza dimensione senza occhialini nelle tasche di tutte gli utenti, ma che ha anche finalmente alzato il sipario sul nuovo episodio di Zelda, ed Electronic Arts e Ubisoft con lo showcase dei loro titoli più importanti, tra giochi nuovi di zecca come Need for Speed: Hot pursuit e Driver: San Francisco e sequel attessissimi che rispondono al nome di Dead Space 2 (per non parlare di Crysis 2) e Assassin's Creed: Brotherhood.

Iniziano i lavori in fiera!

Chi pensa che andare in fiera sia come una vacanza che si passa disinvoltamente di stand in stand, tra standiste discinte e gadget più o meno interessanti lanciati tra decine di giornalisti in piena fregola da eccesso di entusiasmo si sta, purtroppo per noi, sbagliando.

La fiera è un vero e proprio inferno di morbida moquette fatto di un buon numero di appuntamenti giornalieri, che ti portano a macinare chilometri su e giu per i padiglioni, a fare lunghe code tra giochi mostrati sullo showfloor e quelli al chiuso, anzi behind closed doors nei booth più o meno faraonici degli sviluppatori, mangiando poco o nulla, spendendo inoltre decine di dollari nei self service presi d'assalto a tutte le ore dalle migliaia di giornalisti affamati. E poi la mazzata finale, fare le ore piccole per scrivere gli articoli, con il jet lag che scalcia impietoso in testa e una cena frugale da 5000 calorie consumata nel freddo di un fast food stile anni '50! Finita la parentesi vittimistica, è ora di parlare del nostro report delle prime due giornate del 15 e 16 giugno, con la fiera che è iniziata letteralmente col botto, vista la presenza dei nuovi titoli Nintendo, come The Legend of Zelda: Skyward Sword e Donkey Kong Country Returns, delle conferme di Call of Duty: Black Ops, Rock Band 3 e dei primi incontri con Portal 2, Star Wars: Il Potere della Forza II e Need for Speed: Hot Pursuit.

Ancora e ancora!

Nemmeno il tempo di un'epica dormita di 3 ore e siamo tutti tornati in fiera per le bombe del secondo giorno. Non sono mancati primi incontri, come nel caso del reboot di XCOM, che da uno strategico con visuale isometrica acquista l'aspetto di un più canonico FPS, mantenendo fortunatamente inalterato lo spessore del suo gameplay tipico, ma più in generale sono stati mostrati titoli iper attesi, di cui si era visto ben poco sinora.

Ovviamente stiamo parlando di Gears of War 3, Killzone 3 e incredibile ma vero abbiamo potuto provare, con tanto di volante professionale, GT5, del quale è stata finalmente annunciata la data di uscita. Potevano ritenerci soddisfatti e invece siamo andati oltre con gli appuntamenti per vedere lo stato di avanzamento dei lavori di Epic Mickey, il platform di Warren Spector per Wii, più cupo e dark che mai, finalmente provato con mano, come la nuova versione multipiattaforma di F1 2010, passata da Sony a Codemasters, e per chiudere in bellezza la giornata abbiamo assistito a una corposa dimostrazione di Dead Space 2, forse un filo meno horror rispetto al predecessore, ma dalle potenzialità ludiche decisamente più varie e promettenti.

La fiera chiude, Multiplayer.it no!

Riposte in un cassetto le improponibili t-shirt lenzuolo XXL e le decine di chiavette usb brandizzate nei modi più improponibili, gentile cadeau degli sviluppatori in fiera, ci siamo dedicati a turni forzati di scrittura per metterci in pari con tutto quello che abbiamo visto nei giorni passati.

Prima di prenderci un sabato di meritato riposo abbiamo pubblicato una serie di pezzi davvero interessanti, e senza tediarvi con la solita tiritera, tra prime visioni assolute e approfondimenti di titoli già conosciuti. Un Barone ancora coi sintomi da doposbornia post Kinect (non mancate di vedere e rivedere le sue perfomance con i pet virtuali) ha raccontato in esclusiva la fine della saga di Halo, mentre praticamente con zero hype alle spalle siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla svolta multiplayer (e non solo) di Assassin's Creed: Brotherhood. Ma le novità assolute non sono finite qui, con i primi vagiti di Deus Ex: Human Revolution, inFAMOUS 2, Shogun 2: Total War e la nuova avventura portatile di Kratos, God of War: Ghost of Sparta. Insomma un weekend da brividi, vista anche la presenza di Rage, The Witcher 2 e molti altri ancora.

Dall'Italia

Tornati in Italia, dopo gli innumerevoli cicli r.e.m. interrotti dal solito, maledetto e puntuale jet lag, abbiamo ricominciato a pubblicare tutti quegli articoli, assolutamente non di secondo piano, che non hanno trovato spazio durante i giorni di fiera. Il solito Barone ci ha deliziato con il resoconto dell'ultima fatica di Peter Molineaux, Fable 3 atteso al varco il prossimo autunno con le sue intenzioni rivoluzionarie; abbiamo testato le sospensioni della nostra vettura a bordo delle muscle car di Driver: San Francisco, e ci siamo addentrati nelle oscure cripte di Obsidian nel loro nuovo lavoro Dungeon Siege III, terzo capitolo del vecchio diablesco hack'n'slash che aveva furoreggiato su PC diversi anni fa ad opera di Gas Powered Games.

Ma i nostri pezzi non sono finiti qui, abbiamo scoperto come ci si diverte competitivamente in tre persone con LittleBigPlanet 2, visto che il suo editor ci permette di creare giochi e giochini di vario tipo, ma soprattutto abbiamo finalmente messo mano al quarto capitolo della serie giapponese più bistrattata in occidente, quel Yakuza che stavolta ci permetterà di impersonare ben 3 personaggi oltre al drago dei Doujima Kazuma Kyriu. Chiudiamo definitivamente in bellezza questo reseconto del meglio delle nostre pubblicazioni dalla fiera con Twisted Metal Nuke, il ritorno su PlayStation 3 di uno "sparatutto automobilistico" che aveva furoreggiato su PS2, creato dal padre di Kratos, Okamiden, versione DS di uno dei titoli più bistrattati commercialmente degli ultimi anni, ma dallo stile impareggiabile e il nuovo progetto di Kojima, Metal Gear Solid: Rising, titolo con il quale il talentuoso designer giapponese propone un taglio più action (mai termine fu più azzeccato) alle avventure del ninja con la spada Raiden.

Quello che avremmo voluto vedere

Senza dubbio questo E3 2010 è stato grandioso, sia come numero di titoli presenti, sia per la qualità media dei giochi mostrati davvero elevata. Lavoro o no, è stato sicuramente piacevole andare in giro per gli enormi padiglioni, anche semplicemente sbirciando, tra un appuntamento e l'altro, deliziati come al solito dalle standiste più carine (eufemismo cautelativo) viste a Los Angeles negli ultimi anni. Facciamo per un attimo quelli che non si accontentano mai, cosa comunque professionalmente dovuta visto che non ci siamo sorbiti 15 ore di volo e nottate insonni per puro spirito masochistico, e vediamo cosa è realmente mancato a questo E3. Con ordine.
Gnocca. Check! Bomba Nintendo. Check! Gran Turismo 5 Double Check! Microsoft Check! PlayStation Move Check! Rockstar... PSP2... Last Guardian... Insomma molte cose sono effettivamente mancate, vuoi per scelte "tecniche", vuoi per arretratezza tecnologica, ecco nel dettaglio tutto quello che i nostri redattori avrebbero voluto vedere, ma che è mancato miseramente nei padiglioni del Convention Center. Chissà se a Colonia, nella calura ferragostiana riusciremo a esaudire le nostre voglie videoludiche non soddisfatte a Los Angeles.

PSP 2
Doveva essere la sorpresa di questa fiera e sarebbe stato un annuncio perfetto per contrastare il 3DS e invece ancora focus solo sull'hardware Move per Sony. Ma se il produttore di console non si decide a dare adesso una risposta nel campo dei portatili, quando avrà più il tempo per farlo? Ma forse, in fin dei conti, non è stata una mossa così sbagliata: se non altro la società giapponese non ha rischiato di vedersi la scena rubata dall'incredibile successo del 3DS, vero protagonista dello showfloor di quest'anno.

Vitality sensor

Doveva essere una delle più grandi innovazioni di Nintendo e nella conferenza del 2009 ci hanno ammorbato per 30 minuti sulle sue potenzialità. Ora non solo l'hanno fatto sparire, ma Ubisoft si è pure appropriata dell'idea e già l'ha praticamente messa in commercio con un prodotto simpatico e immediatamente utilizzabile. Nintendo, ma cosa ci combini?

Wii HD
E' il leit motiv di Pachter degli ultimi due anni. Un redesign che sembra ogni volta essere imminente e periodicamente Nintendo lo smentisce lasciando però aperto quello spiraglio di speranza che continua ad alimentare l'illusione. Ormai anche Microsoft si è esibita nella revisione Slim della sua console e soltanto il Wii è rimasto identico a sè stesso fin dalla sua uscita. Ma esisterà o no questo Wii HD?

Blizzard
Almeno una presenza defilata ce la saremmo aspettata con tre titoloni in sviluppo di cui due praticamente in dirittura d'arrivo. E invece nulla, niente, nada! Il vuoto più assoluto. Nemmeno un trailer diffuso in rete tanto per rendere meno ardua l'attesa del 27 luglio per Starcraft 2 o qualche gameplay inedito con le ultime novità di Cataclysm. Di questo passo mostreranno qualcosa a Colonia, oppure alla faccia di tutti organizzeranno il mega evento esclusivissimo con inviti più rari della finale di Wimbledon?

Rockstar
Assenza grave tanto quella di Blizzard. Ci si aspettava l'annuncio di GTA 5, magari un Red Dead Redemption per PC, per non parlare poi di L.A. Noire praticamente scomparso dal lontano 2006, anno del suo annuncio. E come se questo non bastasse, persino Agent è stato il grande assente in conferenza Sony. Insomma Rockstar, ma cosa ci combini?

Kinect Hardcore

Mancava qualsiasi gioco hardcore da utilizzare con Kinect, neanche il fantomatico titolo shooter in prima persona di Rare su cui puntavamo tutti i nostri soldi. In pratica hanno mostrato una serie infinita di giochini per mamme, bambini, nonni e nonne, tutti molto divertenti per carità, ma che hanno lasciato con l'amaro in bocca tutti quelli che si aspettavano un utilizzo rivoluzionario della nuova periferica nei titoli hardcore. Si è solo visto un assaggio di Forza Motorsport, per il resto nulla. Tutti quelli che avrebbero voluto andare in copertura dietro un divano in salotto sono stati puntualmente delusi. Speriamo nel futuro.

I Am Alive
Totalmente scomparso dal radar dopo essere stato annunciato con il mega trailer in computer grafica ben due E3 fa, e ad oggi si sa solo che c'è stato un cambio di sviluppatore che ha di fatto azzerato quanto sviluppato inizialmente, sulla falsariga di quanto successe a Conviction diverso tempo fa. Lo vedremo a Colonia? Improbabile, se non impossibile. Lo vedremo il prossimo anno a Los Angeles? Chi lo sa? Lo vedremo mai? Speriamo di sì!

Half-Life 2: Episode 3
In molti hanno sperato in questa sorpresa dopo che mezza Internet si era esaltata con varie costruzioni di immagini e teaser rilasciati in giro. E invece "solo" Portal 2 per PS3. Comunque un passo avanti notevole da parte di Gabe Newell, lo stesso personaggio che per anni ha letteralmente ricoperto di fango (pietoso eufemismo) PlayStation 3. Che sia questo il segno di un sorpasso, o perlomeno del vento che sta girando tra Sony e Microsoft? La domanda resta comunque, prima o poi torneremo a impersonare Gordon Freeman?

Devil's Third

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Perchè annunciarlo appena una settimana prima dell'apertura dell'E3 attraverso un trailer e poi neanche portarlo alla fiera losangelina? Lo sappiamo che Itakagi ci tiene a mostrarsi in pubblico e a dimostrare con forza che da questo mercato nessuno può buttarlo fuori però, diamine, finalmente un brand nuovo che porta la sua firma e neanche un cartellone pubblicitario? Dal creatore di Ninja Gaiden e Dead or Alive, proprio non ce lo saremmo aspettati.

Project Gotham Racing 5
Possibile che Microsoft non investi in altri titoli di guida al di fuori di Forza? Che fine ha fatto questo popolare brand rimasto fermo a un quarto capitolo con quasi tre anni ormai sulle spalle? Ma con Gran Turismo 5 finalmente alle porte, non era il caso di puntare anche su un gioco concettualmente simile come Project Gotham, oppure è passato l'ordine di ritirata strategica in vista del colosso Poliphony?

The Last Guardian
Protagonista indiscusso sia del passato E3 che TGS, tutti lo aspettavano nell'edizione 2010 e invece sembra essere scomparso. Sony si è giustificata dicendo che voleva porre l'accento su roba più imminente. Probabilmente è anche vero, vista la presenza massiccia di Move in tutte le salse, giochi hardcore compresi. Resta il fatto che aspettare Tokyo per vedere un altro trailer del gioco (ma il gameplay a quando?) è proprio uno strazio, perchè a Colonia siamo sicuri che manco col binocolo riusciremo a vederlo.

Resistance 3
Con Killzone 3 atteso per il 2011 non sarebbe stato ideale far uscire l'altro shooter famoso entro l'anno? E perchè non mostrarlo con forza proprio all'E3? Almeno annunciarlo! Che in Sony non credano più nel distopico franchise di Insomniac? Eppure il secondo capitolo si era rivelato un buon titolo, decisamente migliore del primo, affrettato titolo di lancio, con un sacco di potenzialità tutte da sfruttare. Uscirà? Chi vivrà vedrà, per adesso con la software house americana impegnata in un progetto multipiattaforma sotto le insegne Electronic Arts rimane tutto da valutare il quando.

Pikmin 3
Risale a due anni fa il suo annuncio in quella che in molti ricordano come la più triste delle conferenze Nintendo. Addirittura Miyamoto in persona lo aveva rivelato come in sviluppo da diverso tempo. E da allora il deserto più totale. E' arrivato Super Mario Galaxy 2, non sembra mancare troppo al nuovo Zelda: Skyward Sword e invece di Pikmin non si sa più nulla. Considerati i toni hardcore della conferenza Nintendo di questo E3 2010 non sarebbe stato perfetto far vedere qualcosa al pubblico presente?