The Hip Hop Hero

Al PlayStation Experience è stata annunciata la riedizione del primo iconico PaRappa The Rapper

PROVATO di Mattia Comba   —   05/12/2016
7

Il PlayStation Experience di quest'anno ha fatto fortemente leva sulla nostalgia e sull'attaccamento dei più attempati fan della console Sony verso serie e personaggi di cui da moltissimo tempo si era persa qualsiasi traccia. Certo gli annunci di Uncharted: The Lost Legacy e The Last of US: Part II hanno letteralmente catalizzato l'attenzione e lasciato increduli gli spettatori di tutto il mondo, ma non possiamo negare la nostra eccitazione nel vedere proiettati sugli schermi dell'Anaheim Convention Center spezzoni di gameplay di tre epici franchise che hanno fatto grande la prima PlayStation: Crash Bandicoot, PaRappa The Rapper e WipeOut vanno a formare un trittico di ritorni eccellenti che strizzano fortemente l'occhio ai giocatori più attempati. Sul palco della PlayStation Experience è stato lo stesso Shuhei Yoshida a presentare PaRappa The Rapper che ritornerà su PlayStation 4 con una remastered del primo capitolo proprio in occasione del ventennale del franchise. Riusciremo dopo tutto questo tempo a riconquistare nuovamente il cuore di quel fiorellino di Sunny Funny?

Sul palco del PlayStation Experience 2016, Shuhei Yoshida ha annunciato il ritorno di PaRappa The Rapper

I gotta believe!

Era il 6 dicembre 1996 quando in Giappone arrivò nei negozi il primo capitolo del rhythm game con protagonista un cane antropomorfo desideroso di vincere battaglie a suon di rime per far breccia nel cuore della bella Sunny Funny. Grazie alla diffusione di PlayStation e alla mancanza di un'offerta analoga nel catalogo della console, PaRappa The Rapper conquistò molto velocemente i cuori dei giocatori appassionati di rhythm game, tanto che ancora oggi in molto non esiteranno a definire il titolo di NanaOn-Sha come uno dei migliori nel suo genere. Da qual poco che si è visto alla conferenza, la remastered di PaRappa The Rapper sarà in tutto e per tutto un'edizione identica a quella per la prima PlayStation, con gli stessi stage e contenuti che affrontammo un paio di decadi addietro.

The Hip Hop Hero
The Hip Hop Hero

Il lavoro di restauro è stato fatto ovviamente sul comparto tecnico, invero non particolarmente difficile da svecchiare. PaRappa infatti non è altro che un personaggio bidimensionale, con lo spessore di un foglio di carta, così come lo sono tutti gli altri comprimari che compaiono al nostro fianco durante il proseguo dell'avventura, dal nostro implacabile maestro fino allo stupefacente venditore del mercatino delle pulci. Lo stesso dicasi per le ambientazioni che ospiteranno ogni nostra esibizione come il Fruites Dojo e la mitica macchina gialla senza cofano della scuola guida che rimangono tutte estremamente semplici e colorate, ma con un maggiore numero di pixel che si portano via i problemi di aliasing. Imperativo quindi immagine definita, cel shading e colori brillanti, con la risoluzione che arriverà a 1080p su PlayStation 4 e in 4K sul modello Pro. La data di uscita per ora non è ancor stata definita in quanto si parla di un generico 2017, ma sullo store PlayStation è già disponibile una versione demo che ovviamente non abbiamo esitato ad andare a scaricare per farci un'idea più precisa di cosa aspettarci con il ritorno di PaRappa The Rapper. Si tratta di un file invero piuttosto leggero che comprende solamente il primo stage, ottimo per avere un assaggio di quelle che saranno le novità, ma anche di quelli che sono i punti in comune con il titolo originale, soprattutto per quanto riguarda la struttura di gioco e l'interfaccia. Quest'ultima è rimasta pressoché invariata, con la parte superiore dello schermo dedicata ai comandi da premere al momento giusto e quella inferiore al testo della canzone cantata da PaRappa. Immancabili ovviamene i quattro gradi di accuratezza, con il giudizio che va da Cool a Awful sintetizzando la qualità della nostra performance. Sono bastati pochi attimi del primo stage per riportarci alla mente le lunghe ore passate a giocare impugnando il controller grigio, complice soprattutto un gameplay per nulla invariato rispetto al titolo originale. Il genere dei rhythm game non è stato foriero di particolari evoluzioni negli ultimi anni, e questo ha sicuramente giovato nella riproposizione del titolo che non sembra essere invecchiato granché. L'appuntamento quindi è per un generico 2017, anno in cui oltre a PaRappa The Rapper, arriveranno anche Patapon e LocoRoco sempre in un'edizione in alta definizione sviluppata da Japan Studio.

CERTEZZE

  • Il ritorno di PaRappa!
  • Ottimo restyling
DUBBI
  • Lo stesso gioco di vent'anni fa