Coronavirus: cosa giocare se devi restare a casa? 102

Cosa giocare se siete rinchiusi dentro casa e non sapete proprio cosa fare per uscire dalla psicosi (motivata o no) data dal diffondersi del coronavirus? Vi consigliamo alcuni titoli da giocare assolutamente durante questa pausa forzata dalla vita quotidiana.

SPECIALE di Gianluca Scattarella —   25/02/2020

Indice

In questi giorni le notizie di un ampliarsi dei vari ceppi e contagi dovuti al coronavirus (Covid-19) stanno portando un numero sempre maggiore di persone, con più o meno comuni ad ordinarlo, a chiudersi in casa e cercare di passare il proprio tempo nella maniera più rilassante possibile, magari coltivando i propri hobby e ovviamente, come molti di voi e noi, giocando dei titoli che ci facciano svagare. Ma quali giochi possono distrarci da questa situazione? Quali invece possono portarci in una realtà simile (naturalmente presa con le pinze e le dovute proporzioni) e metterci nei panni di sopravvissuti? Facciamo il punto su cosa giocare nel caso in cui siate bloccati in casa per il coronavirus dividendo il tutto per categorie principali.

Giochi di ruolo

Sicuramente la categoria principe per chi ha a disposizione parecchio tempo da dedicare al gaming è proprio quello dei giochi di ruolo o RPG a seconda dell'idioma preferito per l'acronimo. Genere questo che dà la possibilità ai giocatori di entrare in un mondo più o meno fantastico ed impersonare i protagonisti delle storie risolvendo quest, potenziandosi, uccidendo mostri e scovando segreti, anche e soprattutto nell'end game, quel "fine gioco" che permette di effettuare il backtracking necessario per accaparrarsi tutte quei piccoli o grandi tesori che portano al completamento totale del titolo. Talvolta, anzi molto spesso, questa parte finale porta via una quantità di ore impressionante, cosa che torna decisamente utile in questo frangente storico. Ma quali sono i migliori RPG da giocarsi ora?

Dragon Ball Z Kakarot

Desidero...Desidero... Queste sono le parole che vi troverete a dire davanti al drago Shenron una volta collezionate le 7 sfere del drago terrestri all'interno di Dragon Ball Z Kakarot. Ultima fatica dei Cyberconnect 2, uscito il mese scorso ed apprezzato dalla critica. In effetti il gioco è ben fatto ed offre una buona quantità di cose da fare, tra ricette di ChiChi, percorsi a tempo, boss segreti e potenziamenti vari dei 5 personaggi giocabili. Per un fan poi è davvero il massimo in termini di fedeltà con la storia del leggendario manga.

Final Fantasy XV

Una potente storia di fratellanza, amicizia, famiglia amore e guerra. L'ultima opera magna di Square- Enix, in attesa di sua maestà Final Fantasy VII Remake, ci mette nei panni del principe Noctis e dei suoi tre amici e guardie del corpo, durante il loro emozionante viaggio in macchina verso il loro destino. Final Fantasy XV è un gioco sicuramente non esente da difetti, ma che, se non avete giocato, vi terrà con il fiato sospeso fino alla splendida sequenza finale. Anche qui siamo intorno alle 70-80 ore di gioco per terminarlo in lungo ed in largo, non contando poi i vari DLC usciti contenenti gli approfondimenti delle storie dei compagni di viaggio di Noctis. Con la Royal Edition avrete il gioco completo con tutti i contenuti aggiuntivi ad esclusione dell'ultimo, da prendere a parte.

Fire Emblem: Three Houses

Il miglior Fire Emblem degli ultimi anni ci mette di fronte ad una storia di guerra e sacrificio, con protagoniste le varie casate che ne disegnano il destino. Uno strategico in terza persona, condito da una grafica veramente molto curata e personaggi profondissimi. Con la possibilità di cambiare classe ai protagonisti, portarsi dietro squadroni interi di supporto, armi leggendarie e una rigiocabilità pazzesca dovuta alla scelta della casata, sicuramente questo titolo, in esclusiva su Nintendo Switch, vi darà parecchio pane da mangiare.

Death Stranding

Non poteva mancare anche il gioco più controverso degli ultimi anni. Kojima-san ha sfornato con Death Stranding un piccolo gioiello che solo chi veramente riesce a comprendere appieno troverà indimenticabile. Le camminate tra i vari punti di consegna, le lunghe cutscenes che ci immergono nella lore, i personaggi indimenticabili, i panorami spaccamascella e le tante ore di gioco sono i motivi per i quali consigliamo a chi non lo ha fatto di sfruttare l'occasione per calarsi nel mondo disturbato e fantastico di Death Stranding.

The Witcher 3: Wild Hunt

"Toss a coin to your Witcher, O' valley of plenty..." Se avete questa canzone nella testa, vuol dire solo una cosa: prendete questo gioco e spolpatelo, vivetelo, odiatelo ed amatelo. Il miglior RPG occidentale di questa generazione non può non essere nella vostra collezione, ed ancor di più non può non venire giocato in questo frangente. Qui si parla di veramente tanto tempo da dedicarci, compresi i DLC siamo di fronte a di più di 150 ore di gioco, ma fidatevi se vi diciamo che il tempo sembrerà volare una volta entrati dentro la storia di questo fantastico titolo.

Sportivi

Qui entriamo nella categoria di giochi che davvero possono tenervi incollati alla tv per tantissimo tempo, essendo per loro natura titoli fatti di ripetizione e abilità da affinare. Con alcune partite rimandate nell'ultima giornata di campionato poi, alcuni di voi avranno anche l'acquolina in bocca al pensiero di poter giocare qualche partita di calcio virtuale, magari contro qualcuno che ha la stessa sfortuna vostra. Tra tornei, partite o gare online, personalizzazioni, coppe, gare nascoste, trofei e quant'altro, sicuramente quello degli sportivi è il genere di giochi che più si adatta ad una permanenza prolungata in casa.

FIFA 20

L'edizione 2020 del calcistico EA non tradisce le aspettative dei fan, e se anche voi siete calcio dipendenti, allora non dovete far altro che buttarvi nella mischia e farvi più di qualche partita, sia sui campi classici che nei campi di Volta, la modalità "Street" di questo FIFA 20. Una mole di licenze pazzesca, nuovi controlli, nuove modalità sia online che offline, vi terranno compagnia per molto tempo. La modalità FUT poi è stata rinnovata ed ampliata.

eFootball PES 2020

PES quest'anno si gioca la carta delle licenze pesanti, come quella della Juventus, insieme a tante migliorie sia grafiche sia contenutistiche, anche se non c'è questo grande stravolgimento. Sicuramente la battaglia per il miglior titolo di calcio quest'anno è più che mai agguerrita, e senza dubbio se sceglierete di giocare con il titolo Konami, non ve ne pentirete affatto. Anche qui tra tornei online e campionati in single player, le ore di gioco offerte da eFootball PES 2020 sono veramente un'enormità.

Gran Turismo Sport

Non crediamo abbia bisogno di presentazioni il simulativo di Polyphony, arrivato alla sua più recente release. Uscito oramai 3 anni fa ma oggetto di diverse patch e miglioramenti, sicuramente Gran Turismo Sport con le sue endurance, i suoi campionati online, le patenti e i tornei offline saprà tenervi davanti allo schermo per moltissime ore. Dal punto di vista tecnico veramente notevole, comandi più reattivi, più macchine che mai e modalità VR. Se siete appassionati di motori, non potete lasciarvelo sfuggire.

Per restare in forma

La permanenza dentro casa non comporta un aumento della massa muscolare, del BMI, del metabolismo o qualsivoglia parte del fisico che non sia il grasso. Volente o nolente starsene seduti a giocare 24/24 non fa bene alla salute (noi di Multiplayer.it vi invitiamo a fare una pausa ogni ora e mezzo di gioco) ma se volete unire l'utile al dilettevole, allora c'è un gioco che sicuramente può aiutarvi a mantenervi in forma anche durante la vostra clausura.

Ring Fit Adventure

Stiamo parlando di Ring Fit Adventure, gioco per Nintendo Switch che riesce ad unire un GDR ad un percorso fitness, con lo stratagemma di utilizzare il Ring-con, una periferica a forma di anello da pilates, dove inserire il Joy-Con e svolgere delle azioni precise per poter così proseguire nella storia. Non solo, potrete anche personalizzare i vostri esercizi e configurare un allenamento per tutti i tipi di esigenze. Anche qui avrete moltissimo tempo da dovergli dedicare per poter portare a termine il vostro piano personalizzato, soprattutto se siete un po' in sovrappeso.

Horror

Il genere di titoli che sicuramente un ansioso o un ipocondriaco in questo periodo vogliono giocare. Scherzi a parte, la categoria horror senz'altro può mettere soggezione e paura per la sua natura, ma in questo momento può anche aiutarvi a concentrarvi sulle reali problematiche della realtà, perché messo a paragone con un'apocalisse zombie o ad un'invasione di demoni, il coronavirus è un raffreddorino. Quindi, cuori di leone, prendete il coraggio sotto braccio ed accendete questi giochi.

Resident Evil 2: Remake

Ecco qui il remake del capitolo più amato (e forse proprio questo stesso lo è diventato successivamente) della saga madre di tutti zombie, Resident Evil 2: Remake. Claire e Leon sono due personaggi dalle caratteristiche ben diverse, ed affrontano i pericoli di Raccoon city a viso aperto. Questa avventura, per chi non l'avesse ancora giocata, vi terrà incollati allo schermo dal principio alla fine, con colpi di scena e personaggi che vi rimarranno dentro. Dal punto di vista del tempo, se voleste completarlo al 100%, allora preparatevi ad avere a che fare con almeno quattro run, il che vuol dire come minimo 35-40 ore di gioco, per poter vedere tutti i finali di entrambi gli archi narrativi.

Resident Evil 7: Biohazard

Saremo monotoni ma non ce ne vogliate. Un po' fuori dallo schema degli altri Resident Evil, il settimo capitolo ci mette nei panni di un uomo alla ricerca della sua amata, scomparsa in maniera misteriosa. Con la visuale in prima persona, una modalità VR e la sua storia malata, Resident Evil 7 riesce a pieno titolo, ad entrare nei giochi horror top di tutti i tempi. Anche qui per trovare tutti i collezionabili e vedere i finali, avrete bisogno di un bel po' di tempo, dato che la storia già di per sé dura più di 10 ore.

Until Dawn

Until Dawn è il perfetto film interattivo da vedere-giocare nelle notti durante le quali vi sentite particolarmente sensibili. La storia è abbastanza semplice, con un gruppo di amici relegato in una baita in mezzo alle montagne, isolati da tutto e tutti. Anche se, in effetti, dopo la metà del gioco, le cose si fanno veramente interessanti. La formula di questo titolo porta a doverlo completare molte volte per poter chiudere tutte le interazioni possibili tra i personaggi e vedere tutti i finali. Ore di puro terrore vi aspettano.

Picchiaduro

Altro genere di giochi che può portar via veramente una miriade di ore, soprattutto se giocato a livello competitivo. Tra frame, counter, combo, personaggi da sbloccare, incontri online e storie varie, sicuramente con i picchiaduro non vi annoierete.

Street Fighter V: Champion edition

Rilasciato in questi giorni, Street Fighter V: Champion edition racchiude 40 personaggi giocabili, una moltitudine di costumi e tantissime modalità offline. Potrete, tra le altre cose, cercare di portare a termine tutte le sfide combo dei personaggi, e vedrete che già con quelle avrete il vostro bel da fare. Online è sicuramente uno dei titoli più competitivi e giocati da sempre, quindi se vi siete stufati di giocare da soli, potete tranquillamente provare a scalare le classifiche.

Dragonball FighterZ

Ultima fatica degli Arc System Works, i ragazzi di Blazblue e Guilty gear, ci porta nel mondo di DragonBall e lo fa in maniera fantastica. Si rimane letteralmente a bocca aperta quando si ammirano le animazioni dei personaggi e delle loro mosse speciali. Con un roster strepitoso (siamo arrivati alla season 3, con tantissimi personaggi in più di quelli del gioco base) ed una community competitiva di tutto rispetto, Dragonball FighterZ saprà tenervi compagnia per più di qualche ora.

Action adventure

Gli action adventure sono quella branca di videogames che riesce ad attirare la maggior parte dei giocatori, con le loro splendide storie, esotiche, epiche, fantasiose e indimenticabili. I loro protagonisti carismatici e le tantissime cose da fare chiudono il cerchio delle motivazioni per le quali questo genere entra tranquillamente nella nostra lista.

Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2 parla da sé. Forse il più grande, lungo e con più cose da fare, action adventure di questa generazione. Se non lo avete giocato, fatelo subito ed entrate nel suo mondo dinamico, polveroso e crudo. Cominciate a giocare a carte e a cacciare tutto quello che trovate durante le vostre cavalcate al tramonto, vincete i duelli ed ubriacatevi mentre state cercando di catturare un ricercato. E poi ricominciate e cercate anche tutti i collezionabili sparsi per l'immensa mappa di gioco. Sicuramente è il gioco di tutta la lista che più potrà tenervi compagnia.

Days Gone

Days Gone entra nella lista più per la sua natura "Infettiva" che per merito, anche se di punti interessanti a suo favore ce ne sono molti, dalla buona realizzazione tecnica che ci regala tramonti suggestivi e giochi di luce interessanti, alla più che discreta longevità, che va ben oltre le 50 ore di gioco per riuscire a portare a termine tutte le missioni secondarie. Gli zombie, o meglio i "Furiosi" come vengono chiamati nel gioco, purtroppo non sono proprio una presenza costante, ma quelle volte che vi troverete faccia a faccia con orde fatte da centinaia di essi, fidatevi che avrete il vostro bel da fare. L'apocalisse zombie poi è sempre un buon punto di partenza per allenarsi a qualsiasi quarantena, no?