[E3 2007] World of Warcraft - I contenuti della patch 2.2!  0

Blizzard procede instancabile a produrre nuovi contenuti per il suo MMORPG di grande successo. Questa volta è l'ora di un nuovo dungeon, delle guild banks e della nuova piattaforma VoIP integrata. Vediamo di approfondire.

ANTEPRIMA di Matteo Caccialanza —   14/07/2007

Sul fronte dei dungeon, abbiamo dato uno sguardo alla prossima novità, ovvero Zul’Aman, una istanza per 10 giocatori di livello 70, consigliata per quanti hanno già completato Karazan.
Un’istanza agile, da completarsi in circa tre ore e con un reset time che sarà probabilmente fissato sui tre giorni, Zul’Aman condivide con Zul’Gurub il tema di base dei Troll (stavolta la tribù Amani della foresta) oltre che il ruolo di “ponte” tramite cui velocizzare la preparazione verso le istanze di livello 70 dell’espansione, esattamente come a suo tempo Zul’Gurub facilitava l’accesso a Molten Core. Forse fin troppo simile alla precedente istanza “trollesca”, Zul’Aman offre come boss finale niente meno che Zul’Jin, eroe di cui si ricorderanno i giocatori di WarCraft 2, deciso a far tornare l’impero Amani al suo antico splendore e alleatosi con un malvagio Witch Doctor, che dopo aver sottomesso gli spiriti degli animali della foresta, ne ha infuso i poteri in quattro guerrieri Troll, che in totale portano a sei il numero di boss. I guerrieri rappresentano rispettivamente gli avatar dell’Orso, del Falco, della Lince e dell’Aquila. A ciascuno di questi è anche associato un prigioniero, la cui liberazione facoltativa si traduce in un loot superiore: una delle caratteristiche di Zul’Aman è infatti proprio l’assenza di un sistema di reputazione, mentre lo stimolo a ripetere sempre più il dungeon deriva dal fatto di poter riuscire, col tempo, a liberare tutti gli ostaggi e godere delle relative ricompense.

Da un punto di vista di design, Zul’Aman sarà un dungeon abbastanza piccolo, con pochi tragitti lunghi da percorrere e ancor meno NPC da “macinare” prima di arrivare ai boss. Al contrario, per fare un esempio, sarà possibile arrivare in vista del primo avatar senza dover combattere nessuno: sarà piuttosto lui a richiamare ondate di servitori nel tentativo di indebolirci prima di affrontarci di persona.
Restando in attesa di scoprire la data di uscita di questa ennesima iniezione di contenuti, vi rimandiamo al Blizzcon 2007 e alle novità che vi saranno annunciate.

Piuttosto dimessa la presenza Blizzard a questo E3 2007, dove condivideva con Sierra gli spazi riservati al publisher Vivendi.
Se Starcraft 2 era di fatto assente, con solo un filmato già pubblicato online e uno sviluppatore visibilmente imbarazzato a fare gli onori di casa, anche World of WaCraft non si è manifestato con i consueti fasti faraonici.
L’evento vero e proprio per questi titoli sarà infatti il Blizzcon di Agosto (dove Multiplayer.it sarà presente per coprire l'evento), ma siamo comunque riusciti a rimediare qualche informazione relativa ai presunti contenuti della patch v2.2 dell'MMORPG più famoso del mondo.
Innanzitutto l’introduzione delle guild bank: gli strumenti a supporto delle gilde in World of WarCraft sono sempre stati piuttosto poveri ed è solo con notevole ritardo che finalmente si rende disponibile la possibilità di immagazzinare oggetti a livello collettivo, stabilendo gerarchie di priorità, permessi, password e quant’altro. Pare però che lo spazio a disposizione sarà comunque limitato e non è ancora stato definito se ogni gilda potrà o meno avere più di un “magazzino”.
Considerando che molte gilde di più alto profilo possiedono interi account stipati di “muli” solo per conservare reagenti e pozioni, l’utilità di un inventario di dimensioni limitate è naturalmente tutta da verificare.
La prossima patch (o una di quelle immediatamente successive) presenterà inoltre un nuovissimo sistema di voice chat, che nelle intenzioni dovrebbe rimuovere la necessità di impiegare software esterno (tipicamente Ventrilo o Teamspeak) per le comunicazioni all’interno dei party e dei raid.
Anche in questo caso, un sistema di permessi ricondotto alle gerarchie della gilda aiuterà nella gestione, mentre il sistema di comunicazione stesso sarà pienamente integrato con l’audio del gioco, che riconoscerà automaticamente quando qualcuno sta parlando, abbassando il volume di musica ed effetti sonori.