Final Fantasy VII Remake Intergrade, anteprima

Final Fantasy VII Remake arriverà anche in versione PlayStation 5 con varie migliorie grafiche e, soprattutto, un DLC esclusivo incentrato sul personaggio di Yuffie

ANTEPRIMA di Christian Colli   —   26/02/2021
31

Il leak di una possibile conversione di Final Fantasy VII Remake da PlayStation 4 a PlayStation 5 girava già da qualche tempo, specialmente dopo che Square Enix aveva registrato il marchio Final Fantasy VII: Ever Crisis. Salta fuori che quello è uno dei due titoli mobile che sono stati presentati in contemporanea, una sorta di avventura a capitoli che racconta da capo tutte le storie comprese nella cosiddetta Compilation of Final Fantasy VII. L'altro, Final Fantasy VII: The first SOLDIER, sarà addirittura un battle royal multigiocatore ambientato molto tempo prima dell'avventura di Cloud e compagnia. L'update per PlayStation 5, però, esiste davvero, e si intitola Final Fantasy VII Remake Intergrade: arriverà il prossimo 10 giugno, sarà gratuito per chi possiede già la versione PlayStation 4, e comprenderà un DLC a pagamento incentrato su Yuffie Kisaragi.

L'avventura di Yuffie e Sonon

Ad aprire il trailer, che poi è stato l'ultimo dello State of Play, è stato proprio il DLC incentrato su Yuffie, un capitolo aggiuntivo che vede la nostra simpatica ninja comparire a Midgar più o meno nel periodo in cui Cloud rimane separato da Tifa e Barret dopo lo scontro al Reattore 5. In realtà, i fan più attenti si saranno già ricordati che Yuffie non avrebbe dovuto trovarsi lì in quel momento della storia, ma come ormai abbiamo capito un po' tutti, Tetsuya Nomura e Kazushige Nojima stanno riscrivendo la trama di Final Fantasy VII, arricchendo il canovaccio originale di sottotrame che servono a caratterizzare ancora meglio il cast e il mondo di gioco. La presenza di Yuffie a Midgar è quello che potremmo definire un retcon, insomma, ed è ancora troppo presto per capire quanto inciderà sulla narrativa generale.

Final Fantasy VII Remake Intergrade: ecco Yuffie Kisaragi.
Final Fantasy VII Remake Intergrade: ecco Yuffie Kisaragi.

Sappiamo che Yuffie si è recata a Midgar per recuperare una Materia custodita nel palazzo della Shinra, e che ad assisterla nella sua missione c'è un personaggio completamente inedito che si chiama Sonon Kusakabe: questo guerriero, che accompagna e protegge Yuffie nella sua missione, combatte impugnando un bastone, ma nel trailer non l'abbiamo visto ai comandi diretti del giocatore, sebbene sia altamente probabile che si possa controllare direttamente come succedeva con Tifa, Barret e gli altri nel titolo originale. Il trailer ci ha mostrato le capacità di movimento di Yuffie, che può persino correre sulle pareti e tirare il suo shuriken per raccogliere gli oggetti a distanza. Il sistema di combattimento non sembra essere cambiato più di tanto, ma sembra che Yuffie possa lanciare l'arma e richiamarla all'occorrenza come abilità speciale; abbiamo inoltre visto un paio di spettacolari attacchi cinematici che Yuffie e Sonon eseguono insieme, ma non è chiaro se si tratti soltanto di un colpo di grazia sceneggiato di proposito oppure una specie di Limit combinata.

Final Fantasy VII Remake Intergrade: Yuffie e Sonon nel nuovo DLC.
Final Fantasy VII Remake Intergrade: Yuffie e Sonon nel nuovo DLC.

Certo, il personaggio di Sonon rappresenta un'interessante incognita che possiamo assimilare a quella di Roche, il SOLDIER ideato appositamente per il Remake che Cloud affrontava un paio di volte nel corso della storia, ma che alla fine non cambiava affatto lo svolgimento degli eventi. Più preoccupanti, invece, le brevi sequenze che vedono Yuffie e Sonon alle prese coi membri del Deepground, un'unità militare segretissima della Shinra meglio delineata nel controverso Final Fantasy VII: Dirge of Cerberus. Sebbene facesse parte della Compilation canonica, molti giocatori hanno preferito dimenticare, negli anni, quella mediocre avventura con protagonista Vincent Valentine: oltre a essere un titolo deludente sotto il profilo del gameplay, Dirge of Cerberus era anche pessimo sul versante narrativo, e introduceva alcuni tra gli antagonisti più bislacchi e dimenticabili del franchise. Tra essi spiccava Weiss, il capo dei Tsviet geneticamente modificati alla guida del Deepground.

Final Fantasy VII Remake Intergrade: Sonon Kusakabe è un personaggio inedito.
Final Fantasy VII Remake Intergrade: Sonon Kusakabe è un personaggio inedito.

Weiss si intravede chiaramente sul finale del trailer e questo ha riportato a galla una serie di ricordi che avremmo preferito restassero sepolti. Riesumare Weiss significherebbe rimettere le mani a una sottotrama che speravamo Nomura avesse dimenticato, quella di Genesis Rhapsodos, forse la sua creazione più controversa in assoluto. In fondo, gli Tsviet sono stati biologicamente modificati coi suoi geni, e Genesis - ideato per il prequel Crisis Core - ricompariva nel finale di Dirge of Cerberus per prendere con sé il corpo di Weiss. Nomura non ha mai proseguito questa sottotrama e il nostro timore è che la sua ossessione per il cantante Gackt, che prestava le fattezze e la voce a Genesis, potrebbe indurlo a sfruttare il Remake per raccontare una storia che a quanto pare gli frulla ancora nella testa. Fortunatamente, stando a quanto dichiarato dallo stesso Nomura in una recente intervista, Weiss dovrebbe essere soltanto un boss opzionale nel simulatore VR costruito da Chadley, un cammeo che aveva fortemente voluto già nella versione originale dello scorso anno e che il team non era riuscito a implementare fino a oggi.

La versione PlayStation 5

Final Fantasy VII Remake Intergrade: Midgar su PlayStation 5.
Final Fantasy VII Remake Intergrade: Midgar su PlayStation 5.

Non fasciamoci la testa prima del previsto, insomma: magari la storyline coi Deepground che Nomura e Nojima hanno in mente è molto più interessante di quello che pensiamo e noi ci stiamo preoccupando per nulla. In fondo, Final Fantasy VII Remake è stato un grandissimo gioco, al netto di un capitolo finale che ha fatto discutere tantissimo, nel bene e nel male. Ne abbiamo già parlato abbondantemente, perciò concentriamoci su quello che sappiamo di questa conversione per PlayStation 5. Innanzitutto, e questa è una cosa buona e giusta, l'aggiornamento sarà gratuito per chi possiede già la versione PlayStation 4 digitale o su disco. Il DLC dedicato a Yuffie sarà invece da acquistare a parte, solo dopo aver effettuato l'upgrade alla versione PlayStation 5: non sappiamo ancora quanto costerà, ma dovrebbe essere intorno ai 10-15 euro.

Final Fantasy VII Remake Intergrade: la dolce Aerith Gainsborough.
Final Fantasy VII Remake Intergrade: la dolce Aerith Gainsborough.

Nella nostra recensione, vi avevamo parlato di una realizzazione tecnica sontuosa che prestava il fianco a qualche sbavatura in termini di texture a bassa risoluzione. Sembra che la versione PlayStation 5 abbia risolto questa magagna, specialmente per quanto riguarda le immagini che fanno da sfondo in alcune inquadrature, anche se non sappiamo se le tanto discusse porte, che effettivamente erano assai bruttine, sono state migliorate visivamente. Oltre alle texture e alla risoluzione, l'aggiornamento visivo migliora anche l'illuminazione, l'effetto nebbia e il frame rate. Nelle opzioni potremo scegliere tra una modalità Grafica, che si assicura che il gioco mantenga la risoluzione a 4K, e una Performance, che invece mira a consolidare i 60 fotogrammi al secondo. Sono inoltre migliorati nettamente i caricamenti, molto più veloci rispetto a quelli della versione PlayStation 4, com'era lecito aspettarsi da questo tipo di upgrade.

Final Fantasy VII Remake Intergrade: un combattimento.
Final Fantasy VII Remake Intergrade: un combattimento.

Non mancano alcuni miglioramenti alla cosiddetta qualità della vita. Il primo consiste nell'aggiunta di un nuovo livello di difficoltà, chiamato Normale (Classico), in cui il personaggio controllato attacca e si difende automaticamente durante i combattimenti, lasciando che il giocatore si concentri sulla scelta di comandi e abilità. Immancabile, poi, la modalità Fotografica, che funziona proprio come ce l'aspetteremmo: è possibile mettere in pausa la scena e cambiare prospettiva, angolazione, inquadratura, filtri e tutto l'ambaradan per scattare la foto perfetta e poi condividerla sui social. Tutto molto interessante, per chi non ha ancora giocato questo splendido remake, reboot, reimagining o come lo volete chiamare, e forse un pelo trascurabile per chi ha già dedicato parecchie ore alla versione PlayStation 4, ma dobbiamo ammettere che ci lascia un po' perplessi la decisione di proporre dei DLC a pagamento all'interno di un progetto nato come episodico di cui non conosciamo ancora la lunghezza, né tantomeno la data di uscita del secondo capitolo.

L'aggiornamento a PlayStation 5 di Final Fantasy VII Remake era solo questione di tempo, ma molto meno scontato era l'annuncio di un DLC a pagamento, esclusivo su PlayStation 5, e incentrato su Yuffie. Un DLC che oltretutto potrebbe rispolverare scheletri nell'armadio come Dirge of Cerberus, andando ad affollare una storia che Square Enix deve ancora finire di raccontare. Sentivamo la necessità di questo DLC? Non necessariamente, ma è impossibile volere male a Yuffie e siamo comunque curiosi di giocarlo. Le incognite, comprensibili, per adesso restano tali.

CERTEZZE

  • Siamo felici di rivedere Yuffie in versione Remake
  • Miglioramenti importanti su PlayStation 5
DUBBI
  • La storia del DLC potrebbe prendere una direzione preoccupante
  • Prezzo e durata del DLC ancora avvolti nel mistero