Luigi's Mansion 3, una nuova anteprima 31

Dopo le scoperte su Luigi's Mansion 3 tra Gamescom e Nintendo Direct, mettiamo insieme un po' di nuove informazioni in questa anteprima

ANTEPRIMA di Giorgio Melani   —   05/09/2019

Indice

Partendo dalla posizione di bizzarro outsider, la serie di Luigi si sta ricavando un ruolo sempre più importante nel panorama delle produzioni Nintendo fino ad arrivare ad essere uno dei giochi più importanti della prossima stagione di Nintendo Switch, come vediamo anche in questa nuova anteprima di Luigi's Mansion 3. Il franchise è stato trattato con prudenza, evidentemente: partito nel 2001 come titolo di lancio del Gamecube, quasi un gioco sperimentale all'epoca, è tornato ad affacciarsi sul mercato solo 12 anni dopo con Luigi's Mansion 2, peraltro limitato esclusivamente al portatile Nintendo 3DS, dunque ci sono voluti ben 18 anni al povero Luigi per tornare nuovamente sul palcoscenico principale di una console ammiraglia, probabilmente grazie anche a quel processo di convergenza tra titoli concettualmente portatili e quelli standard attuato da Nintendo Switch come console ibrida.


In ogni caso, siamo ormai vicini alla data di uscita di Luigi's Mansion 3, che è fissata per il 31 ottobre, opportunamente piazzata proprio in tempo per la serata di Halloween. Qualcosa di nuovo è emerso con quanto mostrato nel corso della Gamescom 2019 e anche ieri notte durante l'ultimo Nintendo Direct e il gioco sembra davvero sempre più grande e completo, sia per quanto riguarda la quantità e ampiezza dei livelli che lo compongono sia per la presenza di modalità di gioco aggiuntive e inedite, come il multiplayer "Giochi paranormali" presentato nel nuovo video gameplay del Direct. Insomma, è chiaro che Luigi's Mansion 3 a questo punto rappresenta uno dei giochi di punta della prossima lineup per Nintendo Switch, destinato peraltro a farsi spazio tra pesi massimi come Pokémon Spada e Scudo e The Legend of Zelda: Link's Awakening, dunque costretto a mostrare davvero i muscoli. Sembra proprio finalmente giunto il riscatto definitivo dello stralunato fratello di Mario.

I livelli: varietà e ampiezza

Per quanto riguarda una prima infarinatura sulla storia e sulle meccaniche del gameplay di Luigi's Mansion 3 vi rimandiamo al Provato all'E3 2019 da parte di Vincenzo Lettera, visto che illustra già tutte le informazioni di base, mentre ci limitiamo qui a valutare quanto è stato mostrato successivamente, ovvero la particolare varietà e ampiezza dei livelli del gioco. Luigi deve visitare i vari piani dell'albergo infestato "Miramostri", ognuno corrispondente a una particolare ambientazione e contenente uno specifico boss, oltre a minacce di vario tipo. L'obiettivo principale, di volta in volta, è la raccolta di un tasto dell'ascensore che consenta l'accesso al livello successivo, ma questo ovviamente deve passare attraverso l'esplorazione di ogni piano e la sconfitta dei rispettivi inquilini ectoplasmi. Luigi's Mansion 3 abbandona dunque la struttura più coesa della casa vista nei primi due capitoli per una successione più lineare degli stage, anche se non manca la possibilità di backtracking.


Il gioco si estende maggiormente in ampiezza, come dimostrano le ambientazioni mostrate in queste due ultime sortite di Luigi's Mansion 3: alla Gamescom 2019 il livello del giardino era a sua volta una sorta di grande palazzo multi-piano, sovrastato da una pianta animata da intenti alquanto malvagi e da minacce nascoste nella folta vegetazione che ha preso il sopravvento. Durante il Nintendo Direct di ieri è stato svelato invece un livello ispirato all'antico Egitto in cui un piano dell'albergo è occupato da un'intera piramide con tanto di creature e fantasmi a tema, un piano-discoteca con tanto di atmosfera in stile "Febbre del sabato sera" e uno a tema piratesco, cosa che rende chiaro come la vastità e varietà delle ambientazioni abbia poco a che fare con le regole standard dell'architettura e inoltre come ogni livello rappresenti un'esperienza piuttosto particolare e diversa l'una dall'altra.

Gameplay e situazioni di gioco

Come abbiamo riportato già nel corso della prova all'E3 2019, il gameplay riprende le caratteristiche principali della serie basandosi sull'utilizzo del Poltergust, l'aspirapolvere modificata dal prof. Strambic nella nuova versione G-00, per interagire con gran parte degli elementi dello scenario e aspirare i fantasmi. Luigi's Mansion 3 mantiene intatte le caratteristiche dei capitoli precedenti, presentandosi come una sorta di action adventure dotato di una grande varietà di situazioni diverse, contestualmente alle variegate ambientazioni in cui ci veniamo a trovare e ai fantasmi che dobbiamo affrontare. In linea di massima, l'azione principale è l'aspirazione di un po' tutto quello che si trova negli scenari, con la possibilità di ottenere monete e oggetti collezionabili, oltre al fatto di svelare nuovi passaggi e fantasmi risolvendo i puzzle con le varie applicazioni della strumentazione.


L'azione del Poltergust ha effetti diversi sugli elementi che compongono i livelli, portando ad utilizzi piuttosto creativi per la soluzione degli enigmi sparsi nelle varie stanze. A questo concorre anche l'utilizzo di Gommiluigi (Gooigi in inglese), una sorta di estensione o doppleganger metafisico di Luigi in grado di inserirsi in fessure, superare trappole e raggiungere luoghi altrimenti inaccessibili grazie alla sua essenza composta di materiale ectoplasmico e caffeina (a quanto pare). Il Poltergust può inoltre essere modificato temporaneamente con l'applicazione di alcune strumentazioni aggiuntive, come dimostrato dall'utilizzo della motosega in un frammento del livello Giardino, cosa che apre a numerose altre soluzioni di gameplay diverse avanzando nel gioco, probabilmente in corrispondenza con le diverse tematiche dei livelli.

Multiplayer e Giochi Paranormali

Proseguendo nel solco tracciato da Dark Moon su Nintendo 3DS, Luigi's Mansion 3 arricchisce ulteriormente la componente multiplayer con diversi tipi di gioco. Già la modalità principale standard introduce la possibilità di affrontare l'avventura in due giocatori contemporaneamente utilizzando l'espediente di Gommiluigi in cooperativa, che può essere controllato direttamente da un secondo giocatore, ma ci sono anche varie modalità multiplayer specifiche che continuano ad essere svelate, come abbiamo visto nel corso dell'ultimo Nintendo Direct dopo una prima introduzione all'E3 2019. Nella modalità Giochi paranormali, presentata la notte scorsa, da due a otto giocatori possono sfidarsi in vari livelli e declinazioni di gioco, divisi nelle squadre Luigi e Gommiluigi, facendo a gara per sconfiggere più fantasmi, raccogliere più monete o rompere più bersagli a seconda delle varie discipline.


Si tratta di tipologie di gioco completamente staccate da quella principale, che possono essere affrontate anche con l'utilizzo di una sola console e diversi Joy-Con, per la massima versatilità e portabilità dell'esperienza. Non è del tutto chiaro come si pongano i Giochi Paranormali rispetto alla Torre del Caos, ma sembra trattarsi di modalità di gioco distinte. La Torre del Caos è infatti la modalità presentata già nel corso dell'E3 2019 nella quale ci si trova a dover collaborare con altri giocatori (fino a un massimo di quattro) per completare vari obiettivi all'interno di un hotel in scala ridotta, con i piani generati in maniera procedurale e posti progressivamente uno sopra l'altro. Considerando la maggiore complessità tecnica della Torre del Caos, che infatti richiede l'utilizzo di un Nintendo Switch e cartuccia per giocatore al contrario di Giochi Paranormali, sembra comunque che si tratti di modalità di gioco distinte, cosa che arricchisce ulteriormente il comparto multiplayer di Luigi's Mansion 3.

Luigi's Mansion 3 ha tutte le carte in regola per rappresentare la summa della serie e la sua definitiva consacrazione tra le grandi serie Nintendo. Si sente il bisogno di un action adventure di questo tipo, tutto incentrato sul level design e la diversità delle situazioni di gioco in base al contesto. Dopo il capostipite, Next Level Games sembra aver trovato il modo di donare un'identità ancora più forte a Luigi e al suo franchise attraverso una sostanziale espansione delle caratteristiche del gioco, ora molto più ampio e vario di quanto visto in precedenza, ma sempre basato sulla sua atmosfera peculiare, il suo umorismo e le soluzioni creative del gameplay. Pur trovandosi stretto fra Zelda e Pokémon, Luigi's Mansion 3 si conferma uno dei titoli più interessanti di questo 2019 su Nintendo Switch e non solo.

CERTEZZE

  • Grande varietà e carisma di ambientazioni e personaggi
  • Gameplay arricchito da Gommiluigi e applicazioni del Poltergust
  • Multiplayer sempre più ampio e interessante

DUBBI

  • Resta da capire l'effettiva quantità di piani/livelli e rigiocabilità
  • Il bilanciamento del gioco tra singolo e multiplayer cooperativo non è chiaro