Monster Hunter World: Iceborne, arrivano il Brachydios rabbioso e il Rajang furioso 16

Il nuovo aggiornamento gratuito di Monster Hunter World: Iceborne aggiunge due impegnative varianti da cacciare per fabbricare nuove armi e armature

SPECIALE di Christian Colli   —   25/03/2020

Indice

Con l'introduzione del Safi'jiva, e delle sue potentissime armi e armature, sembrava proprio che Monster Hunter World: Iceborne fosse arrivato a un punto fermo. Capcom aveva tuttavia già anticipato una nutrita schiera di aggiornamenti per il 2020 che, dopo una breve pausa necessaria ad allineare le release per console con la più recente per PC, avrebbero portato nelle gelide terre dell'espansione nuovi mostri da cacciare. Il piano che il team ha esposto pochi giorni fa sembra proprio voler rispettare le promesse iniziali: ad aprile sarà la volta del primo mostro arcitemprato di Iceborne, il Namielle, che farà il suo esordio insieme alla Kulve Taroth in versione Grado Maestro. A maggio tornerà uno dei draghi anziani più amati dalla community, l'Alatreon che abbiamo visto per la prima volta in Monster Hunter Tri per Wii tanti anni fa. E a tutto questo si aggiungeranno nuovi contenuti, come gli stili armi. Nell'attesa non staremo con le mani in mano, dato che la settimana scorsa un nuovo aggiornamento ha aggiunto al bestiario due varianti che i veterani della serie conoscono bene, il Brachydios rabbioso e il Rajang furioso. Vediamoli insieme.

Brachydios rabbioso

Dobbiamo dirvi la verità: se affrontate il Brachydios rabbioso prima del Rajang furioso, quest'ultimo potrebbe deludervi un pochino, dato che Capcom ha evidentemente concentrato i suoi sforzi soprattutto sulla variante del Brachydios, andando a sviluppare una caccia coi controfiocchi. Per intraprendere entrambe le missioni, dovrete prima aver completato la campagna di Iceborne e aver sbloccato le Terre Guida: è proprio in questa mappa che si aggira il Brachydios rabbioso, obiettivo di un incarico speciale intitolato "Tutta la mia rabbia". Il Brachydios rabbioso è comparso per la prima volta in Monster Hunter 4 Ultimate, ma questa versione è leggermente diversa e naturalmente dispone di attacchi e pattern completamente nuovi. Ricoperto da una melma rossastra che scivola sul pavimento quando l'attaccate, il Brachydios rabbioso è più grosso, più veloce e più aggressivo della sua controparte normale.

Affrontarlo senza l'abilità Resistenza scoppio è decisamente sconsigliato, non solo perché continuerà a usare attacchi che infliggono questa condizione anomala, ma soprattutto perché, dopo essersi spostato di zona in zona, il Brachydios rabbioso si rintanerà in punto di morte nell'area 15 del bioma vulcanico per lo scontro finale. Per quest'ultima fase della caccia, Capcom ha avuto un'idea geniale: il Brachydios rabbioso, infatti, sigillerà i due ingressi in modo che si possa soltanto entrare ma non uscire. Non potrete usare la Sfera del ritorno né le trappole; la musica cambierà in un tema inedito molto coinvolgente e il mostro guadagnerà due nuove abilità. Con la prima, il Brachydios rabbioso spargerà la sua melma esplosiva dappertutto: il calore offuscherà lo schermo e dovrete stare attenti a dove mettete i piedi, perché le pozze vi danneggeranno al contatto. La seconda abilità è un ruggito che farà esplodere tutte le melme nella grotta, infliggendo danni enormi agli sfortunati che non saranno riusciti a spostarsi in tempo. Per massimizzare le ricompense dovrete spaccargli i pugni, il corno frontale e mozzargli la coda.

Completato l'incarico speciale, sbloccherete un pendente e una nuova missione facoltativa GM6 intitolata "Brachy, dolore nel cuore" che vi consentirà di affrontare nuovamente il bestione e prendere i materiali necessari a fabbricare l'armatura. La domanda ovviamente è una sola: ne vale la pena? Decisamente sì! Oltre a essere molto bella, l'armatura del Brachydios rabbioso possiede abilità straordinariamente utili che stravolgeranno il meta consolidato. Già gli Schinieri rabbiosi β, con l'abilità Punto debole 2, uno slot 3 e uno slot 1 manderanno in pensione gli abusatissimi Schinieri di Garuga β, ma anche gli altri pezzi dell'armatura non sono niente male sia in versione α sia in versione β: tralasciando i vari punti in Artiglieria e Blocco, il protagonista assoluto è Istigatore che, solo tramite tre pezzi dell'armatura raggiunge il livello 7. Il bonus del set Volontà del Brachydios, infatti, aumenta il livello massimo dell'abilità Istigatore a due e a quattro pezzi.

Considerando che l'aggiornamento ha introdotto anche un nuovo miglioramento per l'Amuleto sfidante, che porta così l'abilità Istigatore da livello 4 a livello 5 solo tramite questo accessorio, è ovvio immaginare che nelle prossime settimane nasceranno tantissime nuove combinazioni basate sull'armatura del Brachydios e sull'ottimo Istigatore. Soddisfacenti anche le armi che hanno pochissimo da invidiare a quelle massimizzate del Safi'jiva. Possiedono tutte un valore di attacco base molto alto, affilatura viola naturale e un notevole attributo Scoppio. L'assenza di un'Affinità di partenza è compensata dagli ottimi slot per gioielli e da un look convincente: sono essenzialmente quelle del Brachydios comune, ma ricoperte di una melma rossa luminescente che le rende un po' più particolari. Sono armi senza dubbio valide per chi non ha ancora avuto occasione di massimizzare quelle Scoppio del Safi'jiva e probabilmente ne vedremo alcune entrare in meta insieme all'armatura del mostro.

Rajang furioso

L'incarico speciale del Rajang furioso si intitola "La bionda furia" e si svolge nelle Distese brinose. È l'unica mappa in cui affronterete questa variante, infatti abbiamo avuto l'impressione che Capcom abbia in parte scriptato la caccia perché il Rajang furioso e il Nergigante razziatore si affrontino in una spettacolare disputa territoriale. Fortunatamente, il Nergigante razziatore ne prenderà così tante da abbandonare subito la mappa senza intralciarvi ulteriormente. Vi abbiamo anticipato che il Rajang furioso è un po' più deludente rispetto al Brachydios rabbioso: diciamo più che altro che Capcom non ci ha ricamato molto intorno; questa caccia si svolge in modo molto tradizionale e non ci sono fasi particolari come lo scontro finale nella grotta dell'incarico precedente. Non per questo dovete sottovalutare il Rajang furioso che, se possibile, è ancora più temibile e pericoloso della sua versione normale.

Il Rajang è sempre stato un mostro divisivo, infatti c'è chi lo ama e chi lo odia, rare le vie di mezzo. Introdotta per la prima volta con Monster Hunter Freedom Unite, questa variante è praticamente la forma Super Saiyan 3 del Rajang: ha sempre la criniera lunga e rialzata e, quando si infuria, si circonda di scariche elettriche. Ha inoltre pochissimi punti deboli, dato che comincia lo scontro con la coda già tagliata e l'unica parte che si può rompere sono le corna. Combattere un Rajang può diventare frustrante, dato che si muove continuamente e costringe i cacciatori a stare sempre sulle spine: ecco, il Rajang furioso raggiunge nuove vette grazie a pattern che lo rendono micidiale sia da vicino, sia da lontano. Oltre a essere velocissimo, il Rajang furioso spicca balzi enormi, spara fino a tre proiettili di energia che esplodono dopo alcuni secondi, vomita Kamehameha ancora più dannose del solito e ora può anche sferrare un attacco che copre un'ampia area a ventaglio, infliggendo danni importanti.

Cambia anche la reazione quando vacilla vicino a una parete rocciosa: invece di usarla come punto di lancio per un attacco fisico, il Rajang furioso spazza l'area di fronte a sé con un'onda energetica. Spettacolari anche le due prese che possono mettere seriamente in difficoltà i cacciatori che impugnano armi da mischia: con la prima, il Rajang furioso si limita a usare la vittima come un battipanni, mentre con la seconda, che sembra uscita da Street Fighter V, il mostro afferra il malcapitato, gli spara un'onda energetica in faccia, quindi spicca un balzo e lo schianta al suolo con tutte le sue forze. Una caccia impegnativa, dunque, ma non proprio sorprendente: non servono abilità specifiche per combattere questo mostro, ma nervi saldi, ottimi riflessi e tante, tante pozioni. Completato l'incarico, riceverete un pendente a tema e sbloccherete la missione facoltativa GM6 "Tutto ciò che brilla è furioso".

Le armi che potrete fabbricare sono discrete: quelle da mischia hanno un'ottima affilatura viola di partenza, un valore di attacco notevole, Affinità notevole e un buon attributo Tuono, ma sfortunatamente non hanno slot per gioielli, cosa che ridimensiona parecchio la loro utilità in generale. Come aspetto, Capcom ha semplicemente rielaborato quelle del Rajang normale, aggiungendo una criniera più folta. Anche l'armatura, per quanto spettacolare e imponente, sembra essere pensata per una ristretta cerchia di giocatori, in particolare gli speedrunner: il bonus caratteristico Volontà del Rajang, che si sblocca a due e quattro pezzi, potenzia rispettivamente le abilità Massima potenza ed Eroismo, utili soprattutto in circostanze molto specifiche. I singoli pezzi dell'armatura non sono male: i Piedi furiosi β, per esempio, conferiscono da soli Bonus salute al massimo livello e sfoggiano ben due slot livello 4. Diciamo che sarà più facile vedere in meta l'armatura del Brachydios rabbioso rispetto a quella del Rajang furioso.

Conclusioni

Il nuovo aggiornamento di Monster Hunter World: Iceborne, che include anche nuovi arredamenti per l'appartamento del cacciatore, oltre ai summenzionati stili armi e a una modifica interessante per la centrale a vapore, dimostra che Capcom è ancora in forma e non ha minimamente intenzione di abbandonare il gioco nel secondo anno di vita dell'espansione. Le due nuove varianti, e specialmente il Brachydios rabbioso, sono impegnative e spettacolari, e sbloccano nuovi equipaggiamenti che faranno scervellare gli amanti dell'endgame nelle settimane a venire. Considerando la qualità di questo aggiornamento gratuito, insomma, non possiamo che ben sperare nei prossimi, e specialmente in quello di maggio: cacciare l'Alatreon è stato uno dei momenti più intensi in tanti anni che giochiamo Monster Hunter, perciò ci aspettiamo una battaglia straordinaria come minimo. Non deluderci, Capcom!