NieR Replicant ver. 1.22474487139, il provato del remake dell'opera di Yoko Taro

Dopo il notevole successo di Automata, il primo Nier torna nei negozi grazie a un remake ad opera dei Toylogic. Abbiamo giocato NieR Replicant ver. 1.22474487139 per qualche ora

PROVATO di Aligi Comandini —   29/03/2021
108

Nier non è certo un titolo di facile valutazione: gioco mostruosamente sottovalutato, e forse unico reale picco creativo mai raggiunto dai Cavia, fu all'uscita in larga parte ignorato e massacrato da buona parte della critica, che non ne capì gli intenti o non si curò nemmeno di provare a comprenderli. Sia chiaro, l'errore in parte è giustificabile, poiché Nier era pur sempre un gioco dal comparto tecnico a dir poco mediocre, con molteplici problemi strutturali, e una trama tanto brillante quanto oscura in certi elementi. Approcciarsi superficialmente a un titolo del genere - e più in generale a tutto ciò che esce dalla testa di quel matto di Yoko Taro - è semplicemente un suicidio... eppure, nel suo piccolo, questo curioso jrpg action è diventato un cult. Vuoi per i suoi personaggi memorabili, per la sua narrativa geniale, o ancora per la sua straordinaria colonna sonora, un gruppetto di appassionati ha deciso di giocarlo, coccolarlo, e studiarlo in ogni suo più minuscolo elemento, arrivando a fargli meritare un posto tra le perle dimenticate dell'era Playstation 3 e Xbox 360.

Per nostra fortuna, alcuni di questi appassionati oggi esistono ancora tra le fila di Square Enix e Platinum Games, ed è grazie a loro se un seguito come Nier Automata è arrivato sugli scaffali dei negozi, permettendo a Taro di diventare un autore noto e al "predecessore" di balzare nuovamente agli onori della cronaca con un inatteso remake. Questa nuova incarnazione di Nier, chiamata NieR Replicant ver.1.22474487139, è però circondata da dubbi legati alla natura del gioco originale, alla gestione della sua storyline, e alla volontà degli sviluppatori - i Toylogic - di ricreare solo una delle due versioni del gioco: quel Replicant pensato per il mercato asiatico in cui il protagonista era un giovane belloccio, che cancella la versione "Gestalt" con un Nier molto più anziano e nerboruto.

Durante quest'ultima settimana, dunque, è stato un piacere mettere le mani su questa peculiarissima opera e, anche se non abbiamo ancora modo di rispondere a tutti i quesiti che la circondano, almeno adesso il piano del nuovo team alle redini è molto più chiaro.

Il vecchio e il nuovo

Per via di NDA e limitazioni varie non possiamo addentrarci particolarmente nelle descrizioni legate alla trama, dunque ci limiteremo a precisare una cosa molto importante: NieR Replicant ver.1.22474487139 sembra essere per ora un remake estremamente fedele al gioco originale, con cambiamenti praticamente nulli a campagna e dialoghi, e persino alla struttura. Questo comporta una ripetizione pressoché identica delle quest dell'originale, comprese tutta una serie di secondarie tutt'altro che memorabili (anche se per lo più si tratta di missioni trascurabili). Gli interventi dei Toylogic si sono concentrati quindi su altri aspetti: il comparto tecnico e il gameplay, fortunatamente con grossi passi avanti in entrambi i campi. Dal punto di vista grafico il nuovo Replicant è infatti sensibilmente più bello da vedere, e ha texture completamente rinnovate, modelli dei personaggi principali e di buona parte degli npc rifatti da zero, e un colpo d'occhio generalmente molto migliorato. Attenzione però: perfezionare il Nier originale in tale aspetto non era certo cosa difficile, e non è il caso di aspettarsi un rifacimento grafico totale. I Toylogic sono riusciti a dare al tutto un aspetto più moderno, tuttavia il dettaglio poligonale delle mappe è praticamente invariato, e la palette di colori rimane volutamente smunta per avvicinarsi al look originale. Insomma, pur essendo molto più bello da vedere, non siamo davanti a un balzo qualitativo incredibile; si tratta di un rifacimento solo parziale di quanto visto in passato.

NieR Replicant ver.1.22474487139: uno dei poteri del protagonista
NieR Replicant ver.1.22474487139: uno dei poteri del protagonista

Più significativo l'intervento sulle meccaniche di combattimento. Il primo Nier aveva una buona lista di ottime idee nel combat system (che sono state mantenute), ma era piuttosto legnoso nei colpi e nei movimenti dei personaggi; in Replicant ver.1.22474487139 tutto ciò è stato corretto, e il protagonista si muove e colpisce con grande velocità, le schivate sono enormemente più responsive, e si ha a disposizione un sistema di targeting che facilita sensibilmente l'uso dei poteri magici. Le magie, dal canto loro, sono simili a quelle originali negli effetti, ma hanno animazioni più chiare e sono più rapide e precise. Unite tutte queste migliorie a un sistema di combo più elaborato e interessante, e otterrete un gioco molto più vicino ad Automata nel combattimento di quanto ci aspettassimo, anche se con meno varietà nelle manovre e schivate più "classiche".

Killing a shade

NieR Replicant ver.1.22474487139: scontro contro un boss
NieR Replicant ver.1.22474487139: scontro contro un boss

Si tratta ovviamente di un miglioramento su tutta la linea, con un solo punto oscuro: i pattern di boss e nemici sono estremamente vicini al passato, e le meccaniche ritoccate hanno quindi portato a un leggero abbassamento della difficoltà originale, proprio perché l'esecuzione delle manovre offensive e difensive è molto più naturale. Il fatto che i boss da noi incontrati, più precisamente quelli della discarica e del Nido, siano ancora oggi più che godibili, comunque, è testamento di quanto fossero ben congegnati anche all'epoca. D'altro canto Nier avrà avuto pure molti problemi, ma i suoi continui cambi di prospettiva, le variazioni costanti del gameplay, e le sue strambe battaglie ibride con i boss - a volte strutturate per assomigliare a una sorta di Bullet Hell più che a un action tridimensionale - risultano caratteristiche piacevolissime oggi come allora, e non ci stupisce che siano state riportate paro paro in questa versione del gioco (anche se forse le sezioni platform con telecamera fissa le avremmo in parte riviste).

Ciò detto, i fondamentali del lavoro di Toylogic dovrebbero ormai esser cristallini... NieR Replicant ver.1.22474487139 è un remake "a metà", che ammoderna alcuni aspetti mal invecchiati dell'originale con la chiara intenzione di mantenerne intatto sia lo spirito che le colonne portanti. Un piano che lo renderà indubbiamente più appetibile ai fan storici, limitandone però inevitabilmente la qualità finale. Difficile invece al momento dire se vi saranno interventi più o meno pesanti sulla trama, eppure da quanto visto la strada parrebbe anche in questo campo quella della fedeltà assoluta.

Se non altro è stato fatto un notevole lavoro sul sonoro, visto che la meravigliosa soundtrack di Okabe è sempre presente ma riarrangiata alla grande, e i dialoghi sono stati ridoppiati con molti degli attori originali, cosa che non può che farci piacere (specialmente nel caso di O'Brien, tornato a doppiare in modo inconfondibile Grimore Weiss).

NieR Replicant ver.1.22474487139: cambio di prospettiva
NieR Replicant ver.1.22474487139: cambio di prospettiva

Non abbiamo avuto modo di scendere troppo nel dettaglio, ma il piano dei Toylogic con NieR Replicant ver.1.22474487139 sembra già piuttosto cristallino: ricreare Nier senza particolari smottamenti, al di fuori di un combat system migliorato e di un comparto tecnico sensibilmente più piacevole. Una scelta comprensibile viste le curiose caratteristiche del gioco originale (che meritano di essere riscoperte), ma al contempo rischioso per via delle sue limitazioni. Rivedere questa sottovalutata perla dei jrpg rinata in tal modo scalda comunque il cuore, e siamo molto curiosi di scoprire se avanzando scopriremo qualche grossa trasformazione inaspettata. Ne dubitiamo, ma anche così si tratta di un'opera che merita di tornare nelle case.

CERTEZZE

  • L'originale resta una perla sottovalutata, meritevole di una seconda chance
  • Grossi miglioramenti alle meccaniche di combattimento
  • La colonna sonora riarrangiata resta un assoluto capolavoro
DUBBI
  • Non aspettatevi miracoli tecnici
  • La struttura originale meritava un sensibile ritocco che non sembra esserci stato