Pokémon Spada e Scudo all'E3 2019: Nintendo Switch è pronta per la nuova generazione? 31

Pokémon Spada e Scudo saranno presenti anche all'E3 2019, ma in che modo? Ecco come potrebbe agire Nintendo

SPECIALE di Simone Pettine   —   04/06/2019

I Pokémon stanno tornando, e se non lo si fosse ancora capito il 2019 sarà per Game Freak, Nintendo Switch e mostriciattoli tascabili un anno importantissimo. In effetti dallo scorso febbraio 2019, dopo aver concesso ai fan alcune preziosissime informazioni sull'ottava generazione, Nintendo si è rinchiusa nel silenzio più totale. Sappiamo, al momento, che Pokémon Spada e Scudo saranno i nuovi titoli della serie principale, che quest'ultima sarà un'esclusiva per Nintendo Switch, che introdurrà l'ottava generazione di Pokémon, dal numero imprecisato di nuove creature. Conosciamo i tre starter protagonisti, il nome della nuova regione (Galar) e poi... basta. Ma nei prossimi giorni, già a partire da domani 5 giugno 2019 e poi di nuovo in occasione dell'E3 2019, Nintendo svelerà presumibilmente la maggior parte delle informazioni rilevati sui due nuovi titoli. Cosa possiamo aspettarci?

Nuova generazione, vecchia concezione?

Nintendo ha svelato di recente un nuovo Nintendo Direct proprio a ridosso dell'E3 2019: si terrà domani, 5 giugno 2019, e sarà dedicato esclusivamente a Pokémon Spada e Scudo; in questo modo i nuovi capitoli della serie Pokémon da un lato non esigeranno per sé la maggior parte del tempo della presentazione dell'E3 vera e propria, dall'altro non rischieranno di finire sepolti da tutta la gigantesca mole di annunci che è lecito aspettarsi proprio nei giorni della fiera, e non soltanto durante il Nintendo Direct dell'11 giugno 2019. Gli aspetti da chiarire su Pokémon Spada e Scudo sono moltissimi, a partire dal gameplay e dalla sua virata conservatrice: i due nuovi capitoli sembrano molto diversi non soltanto da Pokémon: Let's Go! Pikachu e Eevee, ma anche da Sole e Luna (settimana generazione di Pokémon).

Si torna, innanzitutto, agli incontri casuali con i Pokémon selvatici e questi ultimi andranno debitamente indeboliti prima di tentarne la cattura; con Pokémon: Let's GO! Pikachu ed Eevee era invece possibile selezionare l'incontro con i Pokémon selvatici godendo di un'anteprima dei mostriciattoli stessi, che erano in grado di uscire dall'erba alta scorrazzando nei dintorni. Per di più la stessa fare di combattimento era stata completamente eliminata, proponendo un gameplay più simile a quello di Pokémon GO per dispositivi mobile. Con Spada e Scudo si torna alle origini: si entra nell'erba, si controlla il soggetto dell'incontro selvatico, e poi si procede alla classica serie di opzioni, tra cui fuga, combattimento ed eventualmente tentativo di cattura. Tuttavia è stato già citato il ritorno delle Palestre, e di conseguenza presumibilmente si tornerà anche al sistema delle Medaglie Pokémon con cui accedere alla Lega Pokémon: andrebbe quindi a farsi benedire tutto lo sperimentalismo del gameplay che si era tentato con il debutto di Pokémon Sole e Pokémon Luna nel novembre del 2016, poi riconfermato con Ultrasole e Ultraluna l'anno successivo.

Nuova generazione ma vecchia concezione, insomma: questo però non vuol dire che Nintendo non abbia tutti i suoi buoni assi nella manica. Del resto il video di presentazione dello scorso febbraio 2019 serviva a mostrare un po' in generale lo spirito della produzione, passando subito dopo agli starter dell'ottava generazione: per quanto ne sappiamo attualmente, potrebbero già essere presenti tante nuove meccaniche che aspettano solo di essere svelate, sia durante il Direct di domani 5 giugno 2019 che nel corso dell'E3 2019. A questo proposito si ricordi che Pokémon X e Y introdussero le MegaEvoluzioni, mentre Sole e Luna le Mosse Z: sicuramente qualche sorpresa del genere arriverà anche con Spada e Scudo, basti pensare che circolano già alcune immagini di un Mewtwo con indosso un'armatura.

Nuovi mostriciattoli: quanti?

Entro l'E3 2019 Nintendo dovrà chiarire quanti nuovi Pokémon saranno presenti nell'ottava generazione di Pokémon Spada e Scudo esclusiva per Nintendo Switch. A questo proposito torna forse utile ricordare come è stata gestita l'introduzione dei nuovi mostriciattoli negli ultimi anni: Unima (Pokémon Nero e Bianco) presentava 156 nuovi Pokémon, che con Pokémon X e Y sono diventati 72 (ma accompagnati da 48 MegaEvoluzioni) e poi in Sole e Luna 88. È lecito aspettarsi che Pokémon Sole e Luna presentino almeno 70-80 nuovi Pokémon (in linea con le generazioni precedenti), tuttavia trattandosi del primo vero titolo della serie principale per console fissa (e più in generale per la nuova console Nintendo Switch) non è da escludere che Game Freak possa aver fatto le cose in grande. Nulla di troppo sensazionale, sia chiaro, ma sarebbe davvero così utopistico pensare ad un totale di almeno cento nuovi Pokémon?

Un leak degli ultimi giorni tenderebbe ad una cifra simile, ipotizzando 103 nuovi Pokémon presenti nel Pokédex regionale di Galar; la presenza di fin troppe evoluzioni di creature appartenenti alle generazioni precedenti, però, assieme a dei nomi che definirli fantasiosi è un complimento, spinge a credere che si tratti di un fake improvvisato in fretta e furia prima del Nintendo Direct di domani 5 giugno 2019. Bisogna comunque tenere presente che l'E3 2019 rappresenterà probabilmente l'occasione migliore non solo per conoscere tutti i nuovi mostriciattoli tascabili di Pokémon Spada e Scudo, ma anche per capire come e in che modo saranno presenti le creature delle generazioni precedenti (alcune delle quali sono state mostrate già nel primo trailer). Come sarà possibile ottenerle: una volta portata a termine la storia principale o già a partire da determinate aree della regione? È probabile che questo e altri dettagli, così come l'identità degli stessi Pokémon, vengano svelati o durante il Nintendo Direct dell'E3 2019 o durante il Nintendo Threehouse di Los Angeles, evento altrettanto noto e durante il quale solitamente emergono informazioni importantissime che riguardano un po' tutti i giochi presentati durante la fiera.