Returnal: in un video Housemarque spiega la filosofia "prima il gameplay"

In un recente video postato da Housemarque, lo sviluppatore di Returnal, spiega come abbia mantenuto la filosofia "prima il gameplay" passando al 3D.

VIDEO di Luca Forte   —   08/01/2021
30

In un recente video postato da Housemarque su Youtube, lo sviluppatore di Returnal ha spiegato come abbia lavorato per mantenere la filosofia "prima il gameplay" in questo ambizioso progetto. Lo studio di Helsinki, infatti, sta lavorando su di un action in 3D, dopo aver trovato la fama internazionale con una visuale bidimensionale.

Lo sviluppatore ha detto di aver lavorato molto sulla mobilità del personaggio, dando al giocatore la possibilità di controllare il movimento anche in volo con degli strife laterali o attraverso l'utilizzo di un "hookshot", un rampino che consente di raggiungere le posizioni più sopraelevate.

I livelli, infatti, non solo saranno piuttosto ampi, ma avranno anche uno sviluppo molto verticale, che consentirà ai giocatori di muoversi ed esplorare liberamente. Per ottenere questo risultato Housemarque ha lavorato molto sui controlli, in modo da trovare una configurazione dei tasti tale da creare un "legame" tra il giocatore e il controller. L'obiettivo è quello di rendere il giocatore "inconsapevole" di quello che sta facendo, perché i movimenti e le azioni sono talmente naturali da non richiedere del pensiero nel mezzo.

Per quanto riguarda il mantenimento del feeling tipico del bullet hell, Housemarque ha lavorato nel cercare di riprodurre in 3D quei movimenti che sono necessari per evitare i proiettili, solo che questa volta non ci si sposterà solo in orizzontale, ma si frutteranno anche tutti gli strumenti per muoversi in verticale. In questo modo lo studio finlandese pensa di essere riuscito a mantenere invariato il feeling con suoi precedenti lavori.

Nel caso in cui vogliate sapere tutto del gioco vi consigliamo l'anteprima di Returnal, l'esclusiva PS5 degli autori di Resogun.