Suicide Squad: Kill the Justice League, tutto quello che c'è da sapere sugli anti-eroi

Scoprite o riscoprite insieme a noi la squadra più sgangherata di DC Comics: è in arrivo un nuovo gioco, ecco cosa c'è da sapere sulla Suicide Squad.

SPECIALE di Christian Colli   —   19/08/2020
9

Indice

Quando è uscito nelle sale alcuni anni fa, Suicide Squad ha diviso critica e pubblico, ma ha anche rappresentato un modo alternativo - e sicuramente coraggioso - di fare cinecomics in un momento in cui Marvel e DC Comics si davano battaglia a colpi di blockbuster. Il film di David Ayer è stato un esperimento interessante per un universo cinematografico sul nascere che puntava tutto su figure iconiche come Superman, Batman o Wonder Woman, la triade su cui si fonda la cosiddetta Justice League. Che DC e Warner Bros. non abbiano poi saputo costruire questa infrastruttura lo sappiamo, ma Suicide Squad è stato un'anomalia nell'anomalia: Ayer ha abbracciato la vena "gritty" per raccontare le disavventure di una banda di super galeotti, tingendo il tutto di sfumature ironiche che sono risultate in uno spettacolo positivamente grottesco.

Suicide Squad Rocksteady M0Ohlpn Cropped 5 0 544 365

Suicide Squad ha anche vinto un premio Oscar per il miglior trucco, ma nonostante ciò Warner Bros. ha deciso di concentrarsi soprattutto sulla mascotte interpretata da Margot Robbie col film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn. Nel frattempo, però, ai vertici si stava già pensando a una specie di sequel che, dopo essere passato di mano in mano per qualche tempo, è finito in quelle molto amate di James Gunn, il regista dei due Guardiani della Galassia che all'epoca era stato licenziato da Disney a causa di alcuni tweet abbastanza infelici. Sebbene siano cambiate parecchie cose, nel frattempo, Gunn ha completato le riprese del suo reboot, intitolato semplicemente The Suicide Squad, che arriverà nelle sale il prossimo agosto 2021. Diventa decisamente meno sospetta, quindi, la decisione di uscire con un gioco targato Rocksteady Studios proprio in questo periodo che la squadra suicida sta tornando alla ribalta.

La Suicide Squad Irriconoscibile Nuovo Look Ideato Dc Comics V3 411594

La squadra suicida

Nei fumetti, la Suicide Squad risale al 1959: compare per la prima volta nel numero 25 di The Brave and the Bold con una formazione molto diversa rispetto a quella vista nel film. Negli anni a seguire, infatti, la squadra è cambiata tantissime volte, completamente a ogni reset dell'universo DC. È infatti soltanto nel 1987 che debutta un albo incentrato solo sulla Suicide Squad con le stesse premesse che Ayer impiegherà poi nel suo film quasi trent'anni dopo. Il segretario dei servizi segreti Amanda Waller convince il governo a costituire una squadra speciale composta da super criminali che non hanno nulla da perdere. Il patto è semplice: loro fanno il lavoro sporco, affrontando missioni pericolosissime, e il governo garantisce benefici e sconti sulle pene. In questo modo, i vari autori hanno avuto l'occasione di esplorare il passato e le personalità di villain che fino a quel momento erano stati perlopiù macchiette, conferendogli maggiore tridimensionalità.

Suicide Squad Rebirth Comic

Nel film del 2016 succede più o meno la stessa cosa. La vicenda si svolge poco dopo Batman v Superman: Dawn of Justice. Morto l'Uomo d'acciaio, Amanda Waller forma un team composto da criminali rinchiusi nel carcere di Belle Reve per far fronte a minacce sovrumane. I membri della squadra sono Deadshot, un mercenario e cecchino infallibile; Harley Quinn, una ex psichiatra pazza innamorata del Joker; Capitan Boomerang, un ladro con seri problemi comportamentali; El Diablo, che può manipolare il fuoco; il mostruoso mutante soprannominato Killer Croc; la spadaccina giapponese Katana; lo sfigatissimo Slipknot e un'archeologa posseduta da un'antica entità, l'Incantatrice. Il guaio è che l'Incantatrice si ribella e mette a ferro e fuoco Midway City, costringendo la squadra a entrare in azione contro di lei... compreso il suo fidanzato, il colonnello Rick Flag.

Suicidesquad1504789867

Non conosciamo ancora la trama del film di James Gunn che uscirà l'anno prossimo, ma sappiamo che alcuni personaggi torneranno dal film di Ayer negli stessi ruoli: Harley Quinn, Capitan Boomerang, Rick Flag e Amanda Waller. A loro si aggiungeranno alcuni nuovi membri come Polka-Dot Man, Ratcatcher e King Shark. Deadshot non sarà della partita: Will Smith si è tirato fuori e Gunn a un certo punto ha anche pensato di sostituirlo col carismatico Idris Elba, ma poi ha preferito tenere da parte il personaggio nel caso in cui Smith volesse partecipare a un eventuale sequel. Dovrebbero essere dunque questi personaggi il cuore della Suicide Squad: sebbene sia ancora un mistero quali siano quelli che vedremo e probabilmente controlleremo nel gioco targato Rocksteady, vale la pena scoprire qualcosa di più sul loro conto.

Unnamed

Harley Quinn

All'anagrafe Harleen Frances Quinzel, la strampalata Harley Quinn non è nata nei fumetti come potreste credere, ma nel mitico cartone animato Batman: The Animated Series del 1992. Nel ventiduesimo episodio, intitolato "Un piccolo favore", il Joker sarebbe dovuto uscire da una torta e prendere in ostaggio alcuni poliziotti, ma siccome sembrava un po' strano lo scrittore Paul Dini inventò questa specie di spalla tragicomica che avrebbe dovuto comparire solo in quella puntata. Il successo del personaggio convinse la DC a introdurla anche nei fumetti, cominciando con una comparsa nell'albo Batman: Thrillkiller del 1997. Oggi Harley Quinn è una anti-villain famosissima che è comparsa non soltanto nel film, ma anche nei vari giochi di Rocksteady e nella serie Injustice, sempre come spalla schizofrenica del Joker, al quale è legata da un perverso rapporto di odio/amore. Possiamo scommetterci che la ritroveremo in Suicide Squad: Kill the Justice League, magari proprio come protagonista, anche perché sarebbe molto divertente da giocare. Pur non avendo super poteri, infatti, Harley è un'atleta e un'esperta di arti marziali.

960X0

Deadshot

Da non confondere col più noto Deathstroke - succede! - che compare in molti più giochi e film, Deadshot, alias Floyd Lawton, è comparso per la prima volta nel numero 59 di Batman del 1950, creato da David Vern Reed, Lew Schwartz e Bob Kane. Anche lui, come Harley Quinn, è un comune essere umano, solo che è un cecchino infallibile, probabilmente il migliore nell'universo DC. Floyd gira armato fino ai denti, anche perché non gli importa né di uccidere né di morire, e questa sua condizione vagamente psicopatica rappresenta spesso un vantaggio per una squadra pronta a tutto. Negli anni gli scrittori gli hanno costruito un background interessante, fatto di violenze domestiche e problemi famigliari: nel film del 2016, il personaggio - interpretato da Will Smith e quindi afroamericano invece che caucasico - è costretto a entrare nella Suicide Squad dopo essere stato catturato da Batman per poter rivedere la figlia Zoe.

Justice League Vs Suicide Squad

Capitan Boomerang

Ecco un altro personaggio alquanto bizzarro che, però, potrebbe essere molto divertente da giocare. Più che essere un avversario di Batman, però, Capitan Boomerang, noto anche come George Harkness, è un nemico di Flash, e infatti è comparso per la prima volta nel numero 117 di The Flash del 1960, scritto da John Broome e disegnato da Carmine Infantino. Dopo un lungo periodo come supercriminale di serie B, Boomerang è tornato alla ribalta nelle incarnazioni della Suicide Squad degli anni '90 e per qualche tempo è stato anche sostituito da suo figlio Owen Mercer. Interpretato da Jai Courtney nel film del 2016 e di ritorno in quello del 2021, Captain Boomerang rappresenta un po' il lato comico della Suicide Squad, essendo un tizio bizzarro e decisamente matto: come altri membri della squadra, neppure lui possiede dei poteri metaumani, ma si porta dietro un arsenale di boomerang che può scagliare con enorme precisione.

Captain Boomerang