Super Mario 3D All-Stars, l'anteprima

Super Mario 3D All-Stars arriverà presto, il 18 settembre, tra sole due settimane. Vediamo cosa ci aspetta in quest'anteprima

ANTEPRIMA di Alessandro Bacchetta   —   04/09/2020
97

Indice

Non possiamo certo dire che Super Mario 3D All-Stars sia stato una sorpresa: non tanto perché nel 2020 si celebra il trentacinquesimo compleanno di Super Mario Bros., quanto per i rumor che - mesi fa - ne avevano anticipato l'annuncio. A stupirci piuttosto è stata la data d'uscita: ci aspettavamo ormai che questo sarebbe stato il "titolo di Natale" - anche per la situazione particolare che stiamo attraversando - mentre uscirà tra sole due settimane, il 18 settembre.

Il titolo richiama la collezione uscita nel 1993 su SNES, ma stavolta coinvolge tre dei sei episodi tridimensionali. E cioè Super Mario 64, Super Mario Sunshine e Super Mario Galaxy: esattamente come aveva previsto il rumor, il grande assente è Super Mario Galaxy 2. Ha dieci anni esatti, è stato esaltato dalla critica come nessun altro episodio, eppure non solo non è stato inserito in questa raccolta, ma è stato addirittura evitato in ogni singolo frame del Direct (carrellata finale compresa, l'unico assente!). Un Direct, tra l'altro, specificatamente dedicato all'anniversario di Super Mario.

Nswitch Supermario3Dallstars Supermario64 06

L'assenza di Super Mario Galaxy 2 non è l'unica scelta discutibile di questa collezione, comunque: per la prima volta nella storia Nintendo - se non ci sbagliamo - un gioco sarà acquistabile solamente in via temporanea. Super Mario 3D All-Stars arriverà in edizione fisica a settembre, ma ne saranno stampate poche copie; questo, tuttavia, non è un comportamento inusitato. L'aspetto più strano infatti è che, perfino in digitale, il gioco sarà disponibile solamente fino 31 marzo 2021. Come prevedibile, ma qui conoscendo le politiche Nintendo non dovremmo stupirci, sarà venduto a (circa) 60 Euro.

Prima di addentrarci nella presentazione dei tre giochi contenuti nell'opera, vi forniamo qualche numero. La risoluzione di Super Mario 64 sarà 960x720, che si utilizzi il Dock o meno. Super Mario Sunshine si vedrà a 1920x1080 sul televisore, a 1280x720 in portabilità, e - a differenza dell'originale - sarà in 16:9 (purtroppo, stando al trailer, girerà a 30 FPS). Anche per Super Mario Galaxy la risoluzione sarà di 1920x1080 col Dock, e 1280x720 senza.

La grafica

Inutile negarlo, la speranza che i giochi potessero essere ritoccati e abbelliti un po' c'era. Aspettarsi dei remake sarebbe stato esagerato per un'operazione come questa, ma un generale arricchimento grafico sarebbe stato auspicabile. Lo stesso Super Mario All-Stars, quando uscì su SNES nel 1993, aggiornò a livello tecnico i primi tre (quattro, considerando i due "due") episodi per NES; a posteriori si è rivelato un errore lo stile omologante, che ha impoverito le identità originali (e, a vederli adesso, è pure più brutto), ma a livello tecnico indubbiamente fecero uno sforzo di ammodernamento.

Super Mario 64

Super Mario 64, a livello visivo, è sicuramente quello invecchiato peggio: un discorso che si potrebbe estendere all'intera prima generazione poligonale, nella quale tra l'altro rappresenta un'eccezione (in positivo). Nonostante l'eccellenza, in ogni caso, gli anni si vedono tutti. Appare spigoloso, con uno stile stranamente realistico (tipico dei primi giochi tridimensionali), e il tutto viene enfatizzato dalla risoluzione più alta che nell'originale. Il frame rate dovrebbe essere a 30 FPS, e il gioco è in 4:3.

Nswitch Supermario3Dallstars Supermariosunshine 02

Super Mario Sunshine

Super Mario Sunshine, ai tempi dell'uscita molto criticato a livello visivo (nel 2002), è quello maggiormente migliorato. L'alta risoluzione lo aiuta parecchio, l'immagine è nitida e pulita, e l'apertura visiva concessa dai 16:9 fa sì che sembri più simile a Super Mario Galaxy che a Super Mario 64, nonostante sia precisamente (o quasi) in mezzo ai due.

Super Mario Galaxy

Super Mario Galaxy è tuttora bellissimo. A livello visivo si tratta senza dubbio del Super Mario tridimensionale più ricercato e riuscito, tanto centrato stilisticamente quanto fantasioso come ambientazione. Goderselo in alta risoluzione sarà una bella esperienza, e pensare che sia stato creato su Nintendo Wii rende il tutto ancora più miracoloso.

Nswitch Supermario3Dallstars Supermariogalaxy 09

I giochi

Super Mario 64

Super Mario 64 è uno dei titoli più importanti della storia dei videogiochi; non è un caso che sia tuttora usato come termine di paragone in caso di (presunte o meno) rivoluzioni tecnologiche. Ma la sua grandezza non è certamente limitata all'innovazione: come Super Mario Bros. tanti anni prima (forse ancora di più), coniuga avanguardismo e qualità. Il sistema di controllo e il level design sono ancora perfetti; non saremmo stupiti se tuttora, nel 2020, si rivelasse superiore - da questo punto di vista - a Super Mario Odyssey.

Super Mario Sunshine

Super Mario Sunshine è sempre stato la pecora nera della famiglia, un platform all'epoca tanto atteso che si è rivelato di transizione: il primo progetto diretto da Koizumi, che non ha debuttato al massimo delle sue capacità. Non si tratta comunque di un brutto gioco, anzi. Il sistema di controllo è ancora più libero e preciso di quello di Super Mario 64 (probabilmente, almeno da questo punto di vista, il titolo rimane insuperato), e alcuni stage sono davvero incredibili. Le stesse sezioni senza "spruzzino" (il macchinario spara acqua sulle spalle di Mario) hanno anticipato Super Mario Galaxy; la sua principale colpa rimane il level design davvero troppo altalenante. È l'unico episodio della serie sensatamente non accostabile al termine capolavoro. Abbiamo dei dubbi su come sarà spruzzare l'acqua senza grilletti (nell'originale era un'azione declinata analogicamente).

Nswitch Supermario3Dallstars Supermario64 02

Super Mario Galaxy

Super Mario Galaxy, uscito nel 2007, è il capolavoro di Koizumi. Ed è unico. Con la sua gestione della gravità, e con lo sbalorditivo level design basato attorno ad essa, immaginiamo non sia invecchiato affatto. Onestamente non vediamo l'ora di rigiocarlo in alta risoluzione. Non ha la stessa importanza storica di Super Mario 64, e nessuno ha osato imitarlo - nemmeno i suoi successori, a parte il sequel diretto Galaxy 2... che sospettiamo sia stato eliminato dalla raccolta per i controlli di Yoshi, che richiedevano tempismo col puntatore a infrarossi: una funzionalità emulata coi sensori di movimento nel caso del primo Galaxy, dove però serve solamente a raccogliere elementi secondari per lo schermo (o quasi).

In aggiunta ai giochi, ci sarà un lettore musicale che proporrà musiche dai tre titoli, ascoltabili - come in Super Smash Bros. Ultimate - perfino a schermo spento. Anche in questo campo, ognuno di essi propone una qualità tra il buono e l'eccezionale. In chiusura, vi ricordiamo che Super Mario Galaxy è stata la prima opera Nintendo interamente orchestrata.

Nswitch Supermario3Dallstars Supermariogalaxy 03

A livello grafico e tecnologico si poteva fare di più, ma non possiamo lamentarci particolarmente. Super Mario 3D All-Stars presenta il trio composto da Super Mario 64, Super Mario Sunshine e Super Mario Galaxy: gli ultimi due in alta risoluzione, il primo a 960x720. Due di questi giochi sono capolavori indiscussi, e il più recente ha, be', già tredici anni: Super Mario Odyssey ha dimostrato che le nuove generazioni hanno meno difficoltà ad apprezzare i mondi tridimensionali, e quindi era giusto riproporli, al di là dell'anniversario. Abbiamo qualche dubbio sul sistema di controllo, in particolare per l'uso dei dosarli (analogici nell'originale) in Super Mario Sunshine, ma in generale non vediamo l'ora di reimmergerci in questi classici.

CERTEZZE

  • Un bel gioco, mai riproposto dal 2002
  • E due capolavori assoluti.
  • Galaxy in HD è tuttora splendido

DUBBI

  • Mancheranno i dorsali analogici in Sunshine?
  • Il puntatore Wii sarà emulato bene?
  • Come renderà Super Mario 64 sul televisore?