Super Mario 3D World + Bowser's Fury, l'anteprima

Super Mario 3D World + Bowser's Fury arriverà su Nintendo Switch il 12 febbraio 2021, e forse è l'annuncio più interessante, e sottovalutato, dell'ultimo Direct

ANTEPRIMA di Alessandro Bacchetta   —   08/09/2020
22

Indice

Super Mario 3D World + Bowser's Fury è stato accolto con meno calore di quanto avrebbe meritato. Approfondiremo i perché nel corso dell'anteprima, al momento ci limitiamo a ricordare le analogie con la presentazione del titolo originale - per Wii U - all'E3 2013: anche in quel caso, nel trailer, Nintendo non fu capace di veicolare l'ambizione del gioco. Da alcuni venne addirittura scambiato per uno spin-off, una sorta di Mario Party più avventuroso.

Sebbene non sia stato apprezzato quanto altri Super Mario tridimensionali - di cui arriverà presto una raccolta, Super Mario 3D All-Stars - l'associazione tra spin-off e Super Mario 3D World si è rivelata totalmente errata. A livello concettuale è stato il traguardo di un percorso durato anni, nel tentativo di sovrapporre, in tutto e per tutto (piano commerciale compreso), la saga tridimensionale a quella bidimensionale. Super Mario 3D World infatti è la fedele trasposizione 3D del concept di Super Mario Bros., con un percorso lineare e l'iconica bandierina a fine stage. Nonostante la qualità eccelsa, non possiamo dire che sia stato un trionfo: a livello ludico è stato meno apprezzato di altri episodi (Super Mario 64, Galaxy), e sul piano commerciale non ha fatto balzare la serie ai livelli di quella 2D. Missione che, al contrario, è parzialmente riuscita a Super Mario Odyssey.

Nintendo tuttavia vuole riprovarci. Perché, con la base installata di Switch, Super Mario 3D World potrebbe davvero aumentare grandemente il suo successo. Il pubblico più fedele a Nintendo si è stancato di queste continue conversioni: per questo, e perché non sono state comunicate efficacemente certe novità, questo annuncio è passato un po' inosservato. Ma a volte le apparenze ingannano.

Differenze con l'originale

Super Mario 3D World, pur con qualche oggetto nascosto, era un gioco con un percorso lineare: il fulcro risiedeva nel superare gli ostacoli e raggiungere la bandierina, su questo non ci sono dubbi. Aveva tanti stage, con una quantità pazzesca di contenuti post-boss finale: il livello che conclude l'intera esperienza è forse il momento più bello ed emblematico del gioco, nonché il più impegnativo. Era disponibile il multiplayer cooperativo da due a quattro giocatori, in ogni singolo stage, ed era anche possibile vedere online il tragitto (e il tempo) degli altri utenti. I personaggi utilizzabili erano quattro (più o meno...), e cioè, dal più lento al più veloce: Toad, Mario, Luigi e Peach. Tutto questo tornerà, accompagnato da tante novità.

Nswitch Supermario3Dworldandbowsersfury 05

In primo luogo, e questo nel trailer è stato accennato, verrà introdotta un'autentica modalità online. Insomma, il multiplayer che su Wii U era possibile solamente in salotto, su Switch sarà replicabile in rete. Non è una novità da poco, soprattutto per un'azienda come Nintendo, solitamente lontana da queste operazioni. Non sappiamo ancora come sarà strutturata la modalità, se rimarrà identica all'originale (offline, chiaramente), oppure verrà incentivata, come speriamo, la componente competitiva.

La seconda grande introduzione riguarda la velocità del gioco. A qualcuno potrebbe sembrare una modifica lieve, e invece potrebbe scuotere l'intero game design. Non è un'alterazione secondaria: perché influenza corsa e salto, che in un platform costituiscono la base stessa dell'opera. Nel tentativo di replicare in tre dimensioni le dinamiche e le sensazioni di Super Mario Bros., effettivamente Super Mario 3D World difettava di ritmo e adrenalina. Una scelta non casuale, visto che comprendere l'ambiente di gioco è più laborioso che in 2D: tuttavia, la velocizzazione della corsa potrebbe giovare parecchio all'esperienza. Qui potete vedere un filmato che rende palese l'accelerazione.

Nswitch Supermario3Dworldandbowsersfury 07

La terza modifica è più sottile, e riguarda l'inquadratura del gioco. Che costituì uno dei principali motivi, in realtà, perché in prima istanza venne percepito come uno spin-off: questo episodio infatti ha un'inquadratura molto più elevata degli altri Super Mario tridimensionali. L'edizione Switch non rivoluziona questa caratteristica, ma la modifica leggermente: la linea dell'orizzonte infatti è decisamente più bassa che in passato. In sintesi, l'area mostrata dal gioco è più piatta, il che dovrebbe favorire la percezione del dinamismo dell'azione. Una scelta che va di pari passo con l'accelerazione del ritmo di gioco.

Infine, sono stati anche presentati gli amiibo di Peach gatto e Mario gatto (il felino, come saprete, è il power-up principale del gioco, e permette anche di scalare le pareti), ma i dettagli non sono ancora stati divulgati.

Bowser's Fury

Tutte queste modifiche basterebbero a distanziare Super Mario 3D World dalla maggior parte dei porting da Wii U, riconfermando il team EPD numero 8, residente a Tokyo, come uno dei più talentuosi dell'intera azienda. Ma le novità non finiscono più, e potremmo aver scoperto il titolo 3D al quale questa squadra stava lavorando: Super Mario 3D World infatti verrà accompagnato da un'appendice denominata Bowser's Fury.

I dettagli di quello che, fosse arrivato in altre modalità, avremmo chiamato DLC, sono ignoti. Nonostante questo, abbiamo provato a carpire qualche piccolo indizio dal trailer. Innanzitutto il titolo (contenente Bowser) e l'atmosfera cupa, con le nubi scure a scagliare fulmini porpora, lasciano presagire un DLC per giocatori esperti, magari successivo alla conclusione della storia principale.

Nswitch Supermario3Dworldandbowsersfury 03

Il secondo elemento che non abbiamo potuto fare a meno di notare è rappresentato dalle orecchie feline. Ci sono rimandi ai gatti ovunque - e nel gioco originale non è che mancassero, anzi. Hanno orecchie da gatto le strutture di pietra, le campane, i fari. Perfino gli alberi, che hanno due punte acuminate al posto di una. Lo stesso Mario è presentato, sotto l'acquazzone, vestito da gatto. Non è che tutta quest'avventura sarà sotto forma di felino? Il power-up è molto bello, e fornisce a Mario abilità atipiche: in primis, come già detto, la capacità di scalare le pareti. Utilizzarlo e sviscerarlo in tutte le sue declinazioni, senza vedere mai Mario senza costume, potrebbe non essere un'idea stupida.

Infine, e qui concludiamo, l'unica zona mostrata di Bowser's Fury è molto diversa da quelle tipiche di Super Mario 3D World. Non è un "semplice" percorso lineare, bensì un'area apparentemente aperta, di quelle che sarebbero potute comparire in Super Mario Odyssey. Che sia un hub dal quale raggiungere i vari stage? La presenza dei fari (tanti fari), a nostro parere, rende più concreta questa ipotesi. Insomma, un equivalente del Castello di Peach in Super Mario 64, coi fari al posto dei dipinti.

Il porting di Super Mario 3D World è molto più interessante del previsto. Sarà introdotto il multiplayer online, che potrebbe esaltare il versante competitivo dell'opera; ma questa non è l'unica novità. L'azione è stata accelerata, e non di poco: speriamo quindi che il ritmo dell'avventura sarà più serrato, e stimolante, che in passato. Inoltre, il tutto sarà accompagnato dall'appendice denominata Bowser's Fury, di cui ancora non conosciamo l'estensione, ma che probabilmente - seguendo alcuni indizi - sarà destinata ai giocatori esperti, e incentrata su Mario gatto.

CERTEZZE

  • L'originale era un grande gioco
  • Sarà introdotto il multiplayer online
  • Più velocità d'azione, più qualità?
  • Bowser's Fury potrebbe sorprenderci

DUBBI

  • Dopo Super Mario Odyssey, sembrerà vecchio?
  • La modalità online quanto sarà approfondita?
  • Quanto sarà esteso Bowser's Fury?