Xbox Game Pass, giugno 2021: la seconda mandata di giochi per gli abbonati

Diamo un'occhiata alla seconda mandata di giochi gratis per gli abbonati a Xbox Game Pass per giugno 2021

RUBRICA di Giorgio Melani —   20/06/2021
85

Il mese di giugno 2021 è stato particolarmente importante per Xbox Game Pass, visto che il servizio Microsoft è risultato il grande protagonista della conferenza Xbox e Bethesda all'E3 2021, probabilmente il momento di maggiore interesse, come quantità di annunci e densità di trailer e novità, di tutta la fiera estiva di quest'anno. Praticamente tutti i giochi annunciati in tale sede verranno lanciati direttamente nel catalogo di Xbox Game Pass, risultando in un programma veramente ricco di titoli per quanto riguarda i prossimi mesi e il 2022, come potete vedere anche nell'immagine riassuntiva riportata qui sotto.

Xbox Game Pass, i maggiori giochi annunciati per il servizio all'E3 2021
Xbox Game Pass, i maggiori giochi annunciati per il servizio all'E3 2021

D'altronde, la produzione first party degli Xbox Game Studios è legata strettamente a Xbox Game Pass, dunque dove va una va anche l'altro e gli effetti dell'espansione dei team interni di Microsoft si farà sentire sul servizio già a partire da questi mesi, con nuove introduzioni di notevole livello a ritmo piuttosto costante. Per il momento, ci riferiamo dunque alla seconda mandata dei giochi noti per quanto riguarda giugno 2021, praticamente già disponibili da questa settimana, in attesa di ricevere informazioni più precise sulla terza ondata, di cui conosciamo già un paio di titoli, ovvero Dungeons & Dragons: Dark Alliance e Need for Speed: Hot Pursuit Remastered.

Arx Fatalis - PC, 13 giugno

Arx Fatalis appare ormai un po' datato, ma le sue soluzioni di gioco e world building sono ancora notevoli
Arx Fatalis appare ormai un po' datato, ma le sue soluzioni di gioco e world building sono ancora notevoli

Con l'arrivo di Arkane all'interno della scuderia Microsoft, gli Xbox Game Studios hanno ottenuto un team di fondamentale importanza, vista la capacità dimostrata dallo studio di creare esperienze veramente profonde e interessanti utilizzando soprattutto la prima persona. Non ultimo, riescono spesso ad essere anche giochi originali e dotati di notevole carattere, cosa che risulta evidente anche in Arx Fatalis, nonostante si tratti del primo gioco del team, datato 2002: questo particolare action RPG in prima persona è oggi un po' datato tecnicamente, ma è ancora decisamente in grado di dire qualcosa in termini di game design, gameplay e costruzione del mondo, avendo dimostrato fin da subito di che pasta era fatta Arkane. Un titolo da avere sicuramente nella propria collezione.

Dishonored 2: La Morte dell'Esterno - PC, Xbox e Cloud, 13 giugno

Con la presenza del primo e del secondo capitolo, su Xbox Game Pass mancava effettivamente Dishonored 2: La Morte dell'Esterno, l'espansione stand-alone del secondo capitolo, che è giunta in questi giorni completando l'intera serie di Arkane. Il gioco può essere fruito indipendentemente dagli altri capitoli, anche se è consigliabile evitare il fatto di giocarlo "alla cieca" per non perdere tutti i vari riferimenti narrativi, anche perché Morte dell'Esterno non indugia troppo nel raccontare storia e retroscena, accontentandosi di fornire uno spaccato da un punto di vista diverso e mettendo in scena la storia di Billie Lurk e della sua incredibile impresa, ovvero il tentato deicidio dell'Esterno per porre fine alle sue macchinazioni. È una premessa davvero molto interessante e viene sviluppata a dovere, rendendo anche questo un titolo da scaricare e provare, come il resto della serie.

DOOM - PC e Xbox, 13 giugno

Anche in questo caso si tratta di completare l'offerta da parte dei team Bethesda, ormai diventati first party: DOOM torna dunque a disposizione all'interno di Xbox Game Pass, stranamente dopo DOOM Eternal, normalizzando così la posizione della serie id Software come team appartenente a Xbox Game Studios, che notoriamente hanno tutti i propri titoli all'interno del catalogo scaricabile del servizio Microsoft. Si tratta del capitolo uscito nel 2016, ovvero quello del reboot che ha rilanciato completamente la serie attraverso un ritorno allo stile delle origini ma con numerose evoluzioni applicate al gameplay e alla base tecnologica. Il risultato è uno dei migliori FPS tutt'ora in circolazione, anche più denso e compatto di Eternal, sebbene quest'ultimo lo superi in termini di contenuti e varietà di situazioni in generale.

The Evil Within 2 - PC, Cloud, Xbox, 13 giugno

Con il primo capitolo già presente da qualche tempo nel catalogo, era solo questione di tempo prima di vedere The Evil Within 2 approdare su Xbox Game Pass, cosa avvenuta con questa nuova mandata in gran parte dedicata a Bethesda. Il secondo capitolo della serie horror da parte di Tango Gameworks fa esattamente tutto quello che dovrebbe un seguito: riprende il particolare stile e ambientazione dell'originale e ne migliora tutti gli aspetto, rendendolo un gioco molto più curato e completo, senza perdere le particolarità originali ma evolvendo il tutto verso una forma videogioco decisamente più convincente anche in termini di stabilità e performance. Del resto, si tratta di un gioco firmato Shinji Mikami, dunque una notevole garanzia.

RAGE - PC e Xbox, 13 giugno

Anche in questo caso ci troviamo di fronte allo strano caso di un capostipite che arriva in Xbox Game Pass dopo il proprio seguito, ma la cosa non disturba affatto, vista anche il fatto che si tratta di due giochi ben distinti fra loro. L'originale Rage è uscito dieci anni fa direttamente sotto etichetta id Software e si trattava dell'evoluzione del concept stesso di FPS classico da parte del team. L'ambientazione post-apocalittica funge da teatro per uno shooter per la prima volta molto ampio e aperto, caratterizzato dall'impiego del motore Tech 5 che all'epoca rappresentava un notevole salto in avanti dal punto di vista tecnologico. Oggi ovviamente questo impatto viene meno, ma è comunque apprezzabile il particolare design futuristico e l'approccio originale alle meccaniche da FPS standard.

Wolfenstein II: The New Colossus - PC, Cloud e Xbox, 13 giugno

Completiamo anche la serie di MachineGames, che ha rilanciato al meglio uno dei più vecchi brand di id Software, con il secondo capitolo delle nuove avventure di Blazkowicz nel suo mondo distopico. Si tratta dell'apoteosi del nuovo Wolfenstein, che propone una storia ancora più epica e folle all'interno del mondo alternativo creato dal team, mettendo in scena l'avvio della grande rivoluzione contro il dominio nazista da parte del protagonista e del Circolo Kreisau. In un continuo crescendo di azione, colpi di scena e nemici sempre più possenti, Wolfenstein II: The New Colossus è una vera celebrazione dell'FPS classico, costruita con grande cura sia per quanto riguarda la creazione del mondo che gli elementi del gameplay.

Fallout - PC, 13 giugno

Difficile spiegare in poche parole cosa sia Fallout, nonché probabilmente futile, considerando il livello di popolarità raggiunto. Forse non tutti hanno però giocato all'originale, cosa che rende questa riproposizione su Xbox Game Pass particolarmente preziosa, sebbene al momento limitata solo al PC. Uscito nel 1997, l'RPG isometrico ha messo in scena una visione estremamente peculiare del mondo post-apocalittico, frutto di un notevole connubio di menti tra Feargus Urquhart, Tim Cain e Leonard Boyarsky, tutti elementi confluiti poi in Obsidian. Tutto questo rende Fallout un gioco ancora perfettamente godibile a distanza di 24 anni, con ancora cose da insegnare in termini di design e idee al panorama videoludico moderno.

Fallout 2 - PC, 13 giugno

Fallout 2 torna su PC attraverso Xbox Game Pass
Fallout 2 torna su PC attraverso Xbox Game Pass

Uscito solo un anno dopo il capostipite, Fallout 2 è sostanzialmente un'estensione del primo capitolo in termini di contenuti e storia, con relativi miglioramenti sul fronte tecnico ma mantenendo la stessa struttura di gioco e lo stile ormai ben definito. Quello che è stato acquistato rispetto al primo capitolo è però il supporto di Chris Avellone, che contribuisce a una scrittura ancora più coinvolgente e profonda, in termini di storia generale e singole quest. Sebbene l'impatto sia stato ovviamente minore rispetto al primo, Fallout 2 risulta un RPG più raffinato ed evoluto, in grado di coinvolgere oggi esattamente come nel 1998, dunque un altro download praticamente obbligato per tutti gli abbonati a Xbox Game Pass in possesso di PC, sperando magari in una possibile conversione su console o cloud.

Fallout Tactics - PC, 13 giugno

Fallout Tactics rappresenta un'interessante variazione sullo stile della serie
Fallout Tactics rappresenta un'interessante variazione sullo stile della serie

Con la notorietà globale ormai raggiunta, nel 2001 venne il tempo anche per uno spin-off di Fallout, incentrato sul sistema di combattimento strategico e chiamato, opportunamente, Fallout Tactics. L'ambientazione generale è la stessa ma il gioco si sposta verso il Midwest ed è tutta incentrata sulla celebre Brotherhood of Steel e sulle sue questioni interne che influiscono anche sugli eventi di varie aree geografiche. La storia diverge talmente dagli altri capitoli da essere considerata "non canonica" ufficialmente da Bethesda, ma si tratta comunque di un punto di vista interessante sul mondo post-apocalittico creato da Interplay. Il combattimento strategico rappresenta un'interessante variazione rispetto agli RPG classici precedenti e in generale questo è comunque un capitolo da recuperare.

Fallout 3 - PC, Cloud e Xbox, 13 giugno

Il grande passo verso il pubblico di massa per la serie è stato sicuramente Fallout 3: con il passaggio di consegne a Bethesda, il terzo capitolo è riuscito comunque a rimanere fedele allo spirito originale, eppure dotato di un'impostazione completamente nuova data dalla visuale in prima persona mutuata in parte dalla tradizione di The Elder Scrolls. La possibilità di visitare un ampio mondo aperto post-apocalittico, con un'immersione mai vista prima, ha rappresentato una notevole evoluzione per Fallout, che per il resto ha però mantenuto gli elementi storici del gioco come il sistema S.P.E.C.I.A.L. e le varie caratteristiche del gioco di ruolo classico. Si tratta di un gioco ancora validissimo al giorno d'oggi, che merita di essere provato nel caso non si sia fatto in precedenza, essendo un vero classico nel suo genere.

Yakuza: Like a Dragon - PC, Cloud e Xbox, 13 giugno

Con l'uscita di tutti i capitoli precedenti su Xbox Game Pass, l'arrivo di Yakuza: Like a Dragon completa la serie all'interno del catalogo, cementando ulteriormente il connubio tra Sega e il servizio Microsoft. Si tratta peraltro di un gioco ancora piuttosto recente, essendo stato distribuito come titolo di lancio di Xbox Series X|S, cosa che rende questa introduzione particolarmente di valore. Il settimo capitolo della saga rappresenta un notevole rinnovamento, mettendo in scena le avventure del nuovo protagonista Ichiban Kasuga (già visto in Yakzua Online), nella nuova ambientazione del distretto di Yokohama, tra le altre. La variazione si fa sentire anche in termini di gameplay, visto che i combattimenti sono ora gestiti come in una sorta di RPG a turni, con delle soluzioni veramente molto interessanti e innovative anche per chi conosce ormai a memoria i capitoli precedenti.

Medieval Dynasty - PC, 18 giugno

Arrivato a sorpresa su Xbox Game Pass durante l'Xbox Showcase Extended, Medieval Dynasty è un interessante survival con elementi gestionali ambientato nell'Alto Medioevo in Europa. Ancora in accesso anticipato, il gioco di Render Cube si sta dimostrando già un titolo molto interessante, per la profonda ricostruzione delle ambientazioni medievali e di certe dinamiche della vita sociale e quotidiana dell'epoca. Nei panni di un giovane fuggito dal fronte di guerra, ci troviamo a dover affrontare vari problemi prima immediati e legati alla stretta sopravvivenza e poi sempre più ampi e complessi nel cercare di fondare una nuova comunità e renderla autosufficiente, per slegarsi dalle dinamiche di potere tipiche dell'epoca, tra nobiltà e clero. Una vera e propria immersione nel Medioevo più duro.