Xbox Series X, tutti i rumor e le informazioni ufficiali: facciamo il punto 138

Per la next-gen, Microsoft si mette in gioco con Xbox Series X: tra rumor e informazioni già ufficiali, facciamo il punto della situazione sulla nuova Xbox rivale di PlayStation 5

SPECIALE di Alessandra Borgonovo   —   20/02/2020

Indice

Inizialmente conosciuta come "Project Scarlett", Xbox Series X è stata presentata con il suo nome ufficiale durante i The Game Awards 2019: la console Microsoft di nuova generazione promette grafica migliorata, tempi di caricamento più rapidi e più opzioni di connettività per i giocatori, oltre a diverse altre interessanti funzionalità. Il marchio Xbox si è notevolmente ampliato nel corso degli anni e con il debutto della prossima console ci troviamo di fronte a molto più di una semplice piattaforma per giocare.

A differenza di Sony, che pur avendo rivelato qualche dettaglio su PS5 si è tenuta molto sulle sue, a distanza di mesi dal lancio Microsoft ha già rivelato una sorprendente quantità di informazioni sulla nuova Xbox, compreso il suo nome, il design e persino i primi giochi che accompagneranno o seguiranno il lancio sul mercato. In attesa di una presentazione ufficiale che farà luce sui particolari non ancora emersi, facciamo il punto della situazione su Xbox Series X riepilogando con ordine i rumor e tutte le informazioni in nostro possesso.

Data di lancio e prezzo

Microsoft ha confermato che Xbox Series X uscirà durante le festività natalizie del 2020. Una data specifica è da confermare e forse non sarà annunciata fino all'E3 a cui Microsoft prenderà parte contrariamente a Sony: era circolata la notizia di una presentazione prima della fiera losangelina ma è risultato poi essere un fake. Anche in assenza di una data, possiamo azzardare l'ipotesi che la console verrà lanciata sul mercato a novembre 2020, da sempre il mese di Microsoft per il debutto delle sue console: l'originale Xbox è stata lanciata il 15 novembre, Xbox 360 e Xbox One il 22 novembre e Xbox One X è stata resa disponibile il 7 novembre. Sarebbe una sorpresa se Microsoft volesse rompere la tradizione e anticipare o posticipare il lancio.

Una cosa è certa: come nel caso di PlayStation 5, anche Xbox Series X dovrà fare in modo di trovarsi sotto l'albero la mattina del 25 dicembre. Posto che lo stato d'emergenza riguardante il Coronavirus non si protragga, in questo caso produzione e conseguente data di lancio subirebbero uno slittamento.

Il prezzo sarà un dettaglio cruciale nel successo commerciale di Xbox Series X. Pur non sapendo di preciso quanto costerà la console (oppure le console, se intendiamo prendere in considerazione la tanto chiacchierata Lockhart), Microsoft promette di non ripetere gli stessi errori commessi con Xbox One. "Direi che se abbiamo imparato una lezione con la generazione Xbox One è di non essere più disallineati sulla potenza e il prezzo", sono state le parole di Phil Spencer, capo della divisione Xbox, in un'intervista a The Verge. Se ripensiamo al lancio di Xbox One, la console è stata venduta a 499 euro, 100 euro in più rispetto alla concorrente PS4. Tenendo conto sia di questo sia del fatto che il prezzo di PS5 potrebbe essere più alto del previsto, dovendo fare una previsione il prezzo di Xbox Series X potrebbe aggirarsi tra i 350 e i 550 dollari.

Specifiche tecniche

Parlando di specifiche tecniche, Xbox Series X si preannuncia come un significativo salto di qualità rispetto all'attuale generazione. battendo persino Xbox One X quando si parla di funzionalità e potenza di elaborazione. Poiché quest'ultima è già in grado di far girare alcuni titoli con una risoluzione 4K completa, la nuova Xbox sta mettendo alcuni punti fermi in termini di potenza e prestazioni. Vanterà una GPU AMD Navi al suo interno insieme a una CPU Zen 2, a dimostrazione di come questa volta Microsoft sia all'avanguardia. Al momento della stesura di questo articolo non ci sono schede video dotate di una simile architettura a disposizione dei giocatori, il che significa che le console di nuova generazione potrebbero rappresentare il loro debutto sul mercato.

In termini di prestazioni e risoluzione, Microsoft ha già diffuso alcune informazioni che tuttavia, per risultare davvero credibili, dovranno essere testate con mano. Si parla risoluzioni da 120 fps e 8K, due standard non indifferenti se dovessero rivelarsi concreti. Restano più probabili i 60 fps come punto di riferimento per le prestazioni, che si tradurranno in un'esperienza di gioco incredibilmente fluida. La maggior parte dei consumatori non avrà nemmeno un display per sfruttare gli 8K al momento del lancio e forse nemmeno negli anni a venire. Il 4K, d'altronde, sta diventando sempre più comune nelle case dei videogiocatori e sarà destinato a diffondersi ancora di più con il lancio di Xbox Series X.

Xbox Series X supporterà anche il ray tracing in tempo reale, una funzionalità che sarà uno dei nuclei principali della prossima generazione e garantirà un maggiore realismo, non mancando poi di aggiungere un tocco di classe alla grafica. L'inclusione del supporto per la frequenza di aggiornamento variabile, al contempo, significa che il nuovo hardware può eliminare stutter e simili per una resa nel complesso molto più fluida. Non dimentichiamo inoltre una delle ultime novità emerse: un sistema di accelerazione hardware dedicato all'audio, probabilmente relativo alla spazialità del suono.

Ultima ma non per importanza, l'implementazione della tecnologia SSD. Sostituendo il disco rigido standard, questo nuovo uso dell'archiviazione della memoria consentirà ai giochi per Xbox Series X di caricarsi più velocemente che mai, accelerando inoltre i processi generali intorno all'interfaccia utente. Ancora una volta, speriamo che Microsoft abbia imparato qualcosa da Xbox One.

Il design di Xbox Series X

Contrariamente a Sony, Microsoft ha da subito mostrato come sarà Xbox Series X. A mesi dal lancio, la console non ha paura di sfoggiare il suo design "a torre" che ricorda un PC desktop. Si tratta di un'estetica molto semplice, monolitica potremmo dire, che il designer Giuseppe Spinelli ha riprodotto in un video per Let's Go Digital. Talmente semplice da risultare audace: Microsoft sta sostituendo gli angoli aggressivi e le forme particolari delle console precedenti con qualcosa di più raffinato e pulito.

Si è venuta a creare una discussione accesa sulle dimensioni di Xbox Series X. Sembra enorme nei rendering ma Gamespot afferma che la console è tre volte più alta del nuovo controller e circa altrettanto larga. Ciò la rende relativamente piccola eppure ancora potenzialmente problematica se non si ha uno spazio aperto dove appoggiarla: a venire in suo soccorso, il fatto che possa essere posizionata in verticale o in orizzontale. Inoltre, le dimensioni più grandi consentono una singola, enorme ventola, portando Xbox Series X a non dover essere più rumorosa di Xbox One.

"C'è sempre questa tensione tra il design, il tipo di acustica, il raffreddamento e la funzione della console", ha detto Spencer a Gamespot, "e non avevamo intenzione di compromettere la funzionalità. Sono molto colpito dal design che hanno elaborato".

Infine, un recente leak avrebbe mostrato anche il retro di Xbox Series X, mettendo sotto i riflettori le porte d'ingresso e le finiture della console. Dalle immagini si possono notare una porta HDMI, una di rete, due USB standard (più una terza sul davanti della console), una porta ottica, l'ingresso per il cavo della corrente e una porta senza nome di dimensioni generose.

Il controller di Xbox Series X

Laddove la console è audace nella sua semplicità, Microsoft ha apportato solo piccoli aggiornamenti al controller di nuova generazione. A prima vista, il controller di Xbox Series X sembra identico a quello per Xbox One. Ci sono alcune differenze lievi ma importanti: la prima è l'aggiunta di un pulsante di condivisione. Situato al centro del nuovo controller, consentirà ai giocatori Xbox di inviare immediatamente contenuti agli amici con un semplice tocco, proprio come si può fare con il DualShock 4 di PS4. Questo risparmia la seccatura di dover passare da un menu all'altro per condividere screenshot e video prima di tornare alla partita in corso.

Altri accorgimenti sui quali non possiamo esprimerci finché non avremo il controller tra le mani includono un nuovo D-pad ibrido e una migliore latenza di input: questo dovrebbe azzerare i ritardi tra la pressione di un pulsante e ciò che succede in game. Il nuovo controller è anche poco più piccolo del precedente, una scelta che secondo Microsoft lo renderà più comodo per la maggior parte delle persone.

Microsoft sta facendo ammenda per gli errori del passato prendendo decisioni che vadano a beneficio dei giocatori: non solo il vecchio controller Xbox sarà compatibile con la nuova Xbox Series X ma quello nuovo sarà retrocompatibile con Xbox One.

Realtà virtuale

Xbox Series X non supporterà la realtà virtuale. Pur avendola sostenuta su PC, Microsoft è meno entusiasta del suo posto sulle console. Phil Spencer ha dichiarato a Stevivor che "nessuno sta chiedendo la realtà virtuale" e che i giocatori sanno di doversi affidare al PC se vogliono trovarla. Ha inoltre aggiunto che "nessuno sta vendendo milioni e milioni [di unità VR]... Penso che potremmo arrivarci ma, in ogni caso, non è un aspetto sul quale vogliamo concentrarci". Insomma, se state cercando un'esperienza in realtà virtuale con la nuova generazione di console dovete puntare non su Xbox Series X ma su PS5, che potrebbe vedere l'esordio di un nuovo visore.