Activision Blizzard: nuovi licenziamenti in Europa ma sviluppatori salvi?

Pare che Activision Blizzard sia pronta a nuovi licenziamenti in Europa, ma gli sviluppatori dovrebbero essere salvi.

NOTIZIA di Nicola Armondi —   20/03/2021
42

GamesIndustry.biz riporta che Activision Blizzard si sta preparando al quarto licenziamento di massa degli ultimi sei mesi, precisamente in Europa. Pare che la compagnia sia entrata in un periodo di consultazione in preparazione alla chiusura degli uffici dedicati alla pubblicazione dei giochi in Germania, Francia, Spagna, Regno Unito e Olanda.

Un rappresentante di Activision Blizzard ha affermato: "I giocatori stanno scegliendo di connettersi con i nostri giochi a livello digitale. Abbiamo condiviso piani con i nostri team in Europa per capire in che modo evolvere come organizzazione, adattandoci a questo cambiamento per servire i nostri giocatori e posizionarci nel modo migliore nella regione per la crescita futura. Supporteremo il più possibile i nostri dipendenti e faciliteremo la transizione per coloro che potrebbero essere impattati dai cambiamenti."

Pare che l'idea, secondo quanto riportato, sia di consolidare e concentrare le funzioni di pubblicazione di Activision Blizzard nel Regno Unito. I licenziamenti, inoltre, non dovrebbero in alcun modo avere impatto sui team di sviluppo, sugli operatori dei servizi live e sullo staff del supporto clienti. Non dovrebbero esserci impatti nemmeno sugli uffici di King (Candy Crash) nel Regno Unito, Svezia, Germania e Spagna.

Ricordiamo che lo scorso ottobre Activision Blizzard ha chiuso gli uffici francesi e olandesi. A novembre invece ha licenziato dipendenti negli uffici dell'area asiatica. Gli uffici internazionali di Activision Blizzard sono diminuiti nel corso degli anni. Nel 2017 erano 36, nel 2019 erano 31: il report finanziario del 2020 non è stato ancora rilasciato, ma di certo il numero sarà nuovamente inferiore.

Inoltre, da poco Activision Blizzard ha licenziato molteplici dipendenti, mentre il CEO si è donato un bel bonus da 200 milioni di dollari.

Activision Blizzard: licenziamenti in Europa?
Activision Blizzard: licenziamenti in Europa?