Activision non crede in Xbox Game Pass e PS Plus, porterà i suoi giochi solo in caso di acquisizione

Stando ad alcune fonti interne sentite da Microsoft, Activision non crede nei servizi in abbonamento come Xbox Game Pass e PlayStation Plus, e porterà i suoi giochi solo in caso di acquisizione.

Activision non crede in Xbox Game Pass e PS Plus, porterà i suoi giochi solo in caso di acquisizione
NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   28/11/2022
109

Activision a quanto pare non crede in servizi come Xbox Game Pass e PlayStation Plus, e porterà i propri giochi in quei cataloghi solo in caso di acquisizione: lo riferisce Microsoft dopo aver sentito alcune fonti interne all'azienda.

Dopo aver rivelato che Xbox Game Pass è fermo a 25 milioni di abbonati sebbene le previsioni fossero per 35 milioni, nello stesso documento inviato alla CMA la casa di Redmond ha parlato di come in casa Activision Blizzard siano scettici nei confronti delle piattaforme in abbonamento.

"Activision non ha mai pubblicato alcun nuovo gioco sui servizi in abbonamento e non ha alcuna intenzione di farlo in futuro", si legge nel rapporto.

"Laddove l'acquisizione non dovesse andare a buon fine, i contenuti di Activision non verranno resi disponibili su servizi di questo tipo. Dunque l'operazione non potrebbe in alcun modo peggiorare lo scenario competitivo del mercato."

"Activision non ha portato i suoi giochi (incluso Call of Duty) in maniera significativa su alcun servizio in abbonamento, né ci sono prove che indichino un cambio di rotta nell'immediato futuro."

"La documentazione ordinaria dell'azienda e la testimonianza di alcuni dirigenti hanno chiarito che non ci sono piani in tal senso se l'acquisizione dovesse fallire."

"Activision è infatti preoccupata del fatto che aderire a questa forma di servizi in abbonamento possa avere un impatto negativo, causando un calo nella rilevanza dei franchise e cannibalizzando le vendite in particolare delle nuove uscite."