Battlefield 2042, Steam concede il rimborso agli utenti per via del calo dei giocatori

Il numero di giocatori di Battlefield 2042 è in discesa libera e a quanto pare Steam sta concedendo il rimborso del gioco anche agli utenti con più di due ore di utilizzo.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   12/01/2022
222

Battlefield 2042 non sta attraversando un gran bel momento, tanto che Steam sta accettando di concedere il rimborso del gioco agli utenti che ne fanno richiesta, giustificandolo con la sensibile diminuzione del numero dei giocatori online.

Il campanello d'allarme è risuonato quando Battlefield 2042 ha totalizzato su Steam meno giocatori attivi di Battlefield V, uscito come sappiamo ben tre anni fa: una situazione paradossale, che ha spinto appunto diversi utenti a richiedere il rimborso visto che l'esperienza si basa esclusivamente sul multiplayer.

La cosa interessante è che la piattaforma Valve sembra aver accettato di effettuare i rimborsi ignorando le proprie stesse regole, dunque concedendo la restituzionee del denaro anche a chi ha giocato per più di due ore e ha acquistato il titolo da più di 14 giorni.

Il subreddit di Battlefield 2042, a rischio chiusura per via della sua comunità tossica, non ha fatto mancare il proprio apporto alla discussione, scatenando ulteriori polemiche.

Alcuni utenti hanno infatti scritto che i possessori di PC sono fortunati, visto che ad esempio su PlayStation non c'è modo di ottenere un rimborso nonostante i problemi siano fondamentalmente gli stessi.