EA: il segreto dei nuovi giochi sarebbe quello di ascoltare i fan, per Laura Miele

Per Laura Miele, Chief Studios Officer, gli ultimi giochi di EA sono frutto di una nuova politica del colosso americano, che l'ha portato ad ascoltare di più i fan.

NOTIZIA di Luca Forte   —   23/06/2020
58

Per Laura Miele, Chief Studios Officer, gli ultimi giochi di EA sono frutto di una nuova politica del colosso americano. Command & Conquer Remastered Collection, il Founder's Program di Plants Vs. Zombies e persino Star Wars: Squadron sarebbero nati seguendo le indicazioni ricevute dai fan, sempre più coinvolti nello sviluppo. E lasciando più liberi gli sviluppatori di creare quello che vogliono.

Forse è ancora difficile notarlo in maniera così estensiva, ma Laura Miele, Chief Studios Officer di EA, potrebbe aver effettivamente messo in luce una nuova tendenza da parte del publisher americano. Dopo le polemiche che lo hanno travolto con le microtransazioni di Star Wars: Battlefront II, sembra che Electronic Arts abbia capito che ascoltare i fan potrebbe portare dei grossi vantaggi sia in termini economici, sia in quelli di immagine.

Secondo la Miele tutti i leader delle comunità interpellati hanno chiesto ad EA di essere ascoltati di più. "Non è complicato," avrebbero detto. Questi feedback sarebbero poi stati utilizzati per creare Command & Conquer Remastered Collection, per istituire il Founder's Program di Plants Vs. Zombies e anche per capire in che direzione portare Star Wars: Squadron. In questo gioco, per esempio, la Miele ha detto che molte idee non arrivano da ricerche di mercato, ma dalla passione e dalle intuizioni di EA Motive. E l'apprezzamento dei fan, al momento, sembra dare ragione allo studio.

Cosa ne pensate?