Facebook acquisisce Unit 2 Games, creatori di Crayta, ex-esclusiva Google Stadia

Facebook ha acquisito Unit 2 Games, sviluppatore di Crayta, ex-esclusiva di Google Stadia. Ecco quanto sappiamo.

NOTIZIA di Nicola Armondi —   07/06/2021
1

Facebook ha acquisito Unit 2 Games, sviluppatore noto per la creazione di Crayta, un gioco sandbox in stile Roblox e Dream, ex-esclusiva di Google Stadia. Ora, gli strumenti di Crayta saranno integrati all'interno della piattaforma cloud di Facebook Gaming. È anche stato confermato che non ci sono stati licenziamenti durante questa acquisizione.

Vivek Sharma, vice-presidente di Facebook Gaming, ha affermato: "Unit 2 Games è stato creato a partire dall'idea di rendere più democratica la creazione dei giochi, grazie a Crayta - una piattaforma accessibile e fondata sulla collaborazione che hanno costruito dal nulla. Il team ha anche aiutato a far nascere creatori di giochi nel mentre costruiva le community attorno al proprio contenuto. Facebook Gaming condivide questi obbiettivi e oggi siamo onorati di dare il benvenuto a Unit 2 Games nel nostro team."

Ha continuato affermando: "Ora possiamo rendere la creazione di contenuti più semplice che mai unendo il nostro team con il team e la tecnologia di Unit 2 Games. In futuro, le persone su Facebook creeranno esperienze in pochi minuti senza la necessità di programmare, mentre i creatori più avanzati saranno limitati solo dalla propria immaginazione. E stiamo costruendo queste esperienze investendo e facendo crescere diversi engineering team e product team distribuiti a livello internazionale negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Europa."

"Crayta ha massimizzato l'attuale tecnologia di streaming cloud per rendere la creazione di giochi più accessibile e facile da usare. Abbiamo in programma di integrare il set di strumenti di creazione di Crayta nella piattaforma cloud di Facebook Gaming per offrire istantaneamente nuove esperienze su Facebook"

Se siete interessati al mondo del cloud, vi suggeriamo questo nostro speciale: xCloud: quali novità ci attendono nel 2021?