Facebook: tracking dei dati iOS pubblicizzato come un "modo per rendere l'app gratis"

Facebook e Instagram pubblicizzano il tracking dei dati su iOS come un metodo necessario per mantenere le app gratuite.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   03/05/2021
15

Facebook e Instagram hanno aggiunto una nuova notifica su iOS, tramite la quale pubblicizzano il tracking dei dati dell'utente come un metodo per "mantenere l'app gratis". Ecco cosa sta accadendo.

Come potete vedere nel tweet qui sotto, con il nuovo aggiornamento iOS gli sviluppatori di app sono costretti a chiedere all'utente il permesso di "tracciare alcuni dei dati dal device per migliorare le pubblicità." Viene spiegato che le informazioni "riguardo alle tue attività ricevute da altre app e siti web" sono utilizzate per "mostrare pubblicità che siano più personalizzate, aiutare Facebook a rimanere gratuito e supportare le attività commerciali che fanno affidamento sulle pubblicità per raggiungere i propri clienti".

Facebook ha più volte criticato gli aggiornamenti alla privacy di iOS, affermando che tali cambiamenti potrebbero danneggiare i piccoli imprenditori che fanno affidamento sul network pubblicitario per raggiungere i propri clienti. Facebook ha affermato che Apple incoraggia nuovi modelli di business per le app che facciano meno affidamento sulle pubblicità e più sulle sottoscrizioni, le quali potenzialmente possono garantire ad Apple una fetta del guadagno.

Questa tattica del "il tracciamento ci permette di mantere Facebook/Instagram gratis" sembra però contraria al motto originale di Facebook: "gratis per sempre". Tale slogan, però, è stato rimosso in modo silenzioso già nel 2019 dall'homepage di Facebook e anche il CEO - Mark Zuckerbarg - non ha mai completamente negato la possibilità di una versione a pagamento del social network.

Vi segnaliamo anche che Facebook ha acquisito Downpour Interactive: il team di Onward entra in Oculus Studios.