FIFA 20, un ragazzo giapponese vola 6000 miglia per la sua squadra preferita di Serie D 74

Un ragazzo giapponese appassionato di FIFA 20 ha volato 6000 miglia per incontrare la sua squadra preferita che milita in un campionato che è comparabile alla Serie D inglese.

NOTIZIA di Luca Forte   —   17/02/2020

Un ragazzo giapponese appassionato della modalità manageriale di FIFA 20 ha volato 6000 miglia per incontrare la sua squadra preferita, lo Stockport County. Solo che non si tratta di un team di prima o seconda fascia, ma di una squadra che gioca in una divisione che è comparabile alla nostra Serie D.

La curiosa storia di Akito Aoki, un giocatore giapponese di EA Sports FIFA, comincia circa 8-9 anni fa quando lo Stockport County faceva parte delle squadre che militavano tra le divisioni professionistiche inglesi. Una posizione che le garantiva di essere presente nei FIFA di quegli anni. Per questo motivo Aoki la scelse nella modalità manageriale e l'aiutò a farsi strada tra le divisioni inglesi fino alla vittoria della Premier. Ovviamente virtuale.

Da quello strano incontro è nato un vero amore. Akito Aoki è diventato un vero e proprio fan di un team che è lentamente sprofondato nel pantano delle serie minori inglesi, sparendo non solo dai radar calcistici, ma anche dalla vetrina che poteva dargli FIFA 20. Nonostante questo il ragazzo giapponese non ha perso la sua passione e anzi recentemente ha preso un aereo, ha volato per 6000 miglia per raggiungere nel cuore dell'Inghilterra i suoi idoli e i fan locali.

Un viaggio strano, che ovviamente è balzato agli onori delle cronache per il modo in cui è nato l'amore e soprattutto per l'oggetto dell'amore. Non il Manchester City o l'Arsenal. E nemmeno gli storici Derby County o Leeds, ma lo Stockport County, una squadra che quest'anno milita nella National League, la prima divisione dilettantistica di Inghilterra. Un po' come la nostra Serie D.

Voi avete mai fatto più di 5 minuti di macchina per vedere un Chieti-Montegiorgio o un Borgosesia-Ghivizzano?

Chissà se l'inizio della eSerie A TIM farà nascere storie simili.