Fumito Ueda voleva fare l'artista, entrò nell'industria dei videogiochi per soldi 45

Fumito Ueda, autore di Ico, Shadow of the Colossus e The Last Guardian, ha confessato che voleva fare l'artista, non il game designer.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   11/04/2019

Fumito Ueda, l'autore di Ico, Shadow of the Colossus e The Last Guardian, ha raccontato di essere entrato nell'industria dei videogiochi per soldi, visto che non riusciva a vivere della sua vera passione, ossia l'arte.

Ueda è intervenuto al Reboot Develop, insieme a Hidetaki Miyazaki di FromSoftware, ammettendo che il suo obiettivo di vita era di fare l'artista. Quando entrò nell'industria dei videogiochi credeva che ci sarebbe rimasto per pochi anni, prima che la sua carriera decollasse. Certo, gli piacevano i videogiochi, ma voleva fare completamente altro.

Dopo la laurea Ueda si chiese se la strada dell'arte fosse quella giusta, ossia se fosse un sogno realizzabile. Così entrò nel mondo dei videogiochi, pensando che il suo primo titolo sarebbe stato anche l'ultimo. La storia ci dice che la sua carriera è andata diversamente. Comunque sia pare che Ueda abbia accettato il fatto di passare la sua esistenza a fare il game designer solo cinque anni fa, nel pieno dello sviluppo di The Last Guardian.