Il Trono di Spade: George Martin voleva 10 stagioni da HBO per la storia completa

Il Trono di Spade sarebbe dovuto durare 10 stagioni composte ognuna da 10 episodi secondo l'autore dei libri, George R.R. Martin, per completare la storia.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   05/12/2021
67

Emergono altri retroscena sulla produzione de Il Trono di Spade, la celebre serie TV di HBO, e in particolare sui rapporti tra la casa di produzione televisiva e l'autore dei libri originali, George R.R. Martin, che a quanto pare avrebbe voluto 10 stagioni da HBO per poter avere una storia più completa e sviluppata.

I dettagli emergono ancora una volta dal libro Tinderbox: HBO's Ruthless Pursuit of New Frontiers di James Andrew Miller, che spiega vari aspetti e storie legate alle produzioni della celebre azienda legata ai contenuti televisivi, tra i quali il fatto che sempre Martin ha avuto un atteggiamento piuttosto critico sul finale della serie televisiva e anche il retroscena sulla cancellazione del prequel nonostante i 30 milioni di dollari già spesi.

In questo caso si torna a parlare di Martin e dei suoi rapporti con gli autori della serie TV, David Benioff e D.B. Weiss, che sono sempre stati ottimi ma hanno visto un allontanamento dopo la Stagione 5.

Il Trono di Spade, Kit Harington ed Emilia Clarke nei ruoli di Jon Snow e Danerys Targaryen
Il Trono di Spade, Kit Harington ed Emilia Clarke nei ruoli di Jon Snow e Danerys Targaryen

Da questo punto in poi, infatti, la serie TV si è staccata dagli eventi già narrati nei libri e ha seguito una propria strada, e con questa sono anche iniziati i problemi e le polemiche anche da parte del pubblico.

Secondo quanto riferito nel libro, sembra che Martin si sia lamentato a più riprese del fatto che gli autori non stessero seguendo le linee guida e il template che lui aveva fornito per arrivare in fondo alla storia e la cosa sarebbe confermata dal fatto che lo scrittore aveva previsto almeno 10 stagioni di Game of Thrones.

Secondo quanto riferito dall'agente di Martin, Paul Hass, lo scrittore si sarebbe recato spesso a New York per parlare con gli executive di HBO responsabili della serie, "pregandoli" di consentire al Trono di Spade di arrivare a 10 stagioni, ognuna composta da 10 episodi. Secondo l'autore de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, l'universo da lui creato può dare la possibilità di espandere la narrazione in varie direzioni, tanto da aver riferito in precedenza che la serie TV sarebbe potuta arrivare anche a 13 stagioni.

HBO ha invece deciso per chiudere la storia con la Stagione 8, peraltro composta da solo 6 episodi (sebbene più lunghi), dopo i 7 della Stagione 7, dunque riducendo sensibilmente il progetto che Martin aveva in mente per la serie TV. D'altra parte, anche gli autori Benioff e Weiss volevano dedicarsi ad altri progetti e, allo stesso modo, non sarebbe stato semplice mantenere tutto l'imponente cast della serie legato a Il Trono di Spade per un arco di tempo così lungo, dunque la scelta di HBO può essere anche comprensibile.