Palmer Luckey ha creato un visore VR che uccide chi lo indossa in caso di game over

Ispirandosi al NerveGear di Sword Art Online, Palmer Luckey ha creato un visore VR che uccide chi lo indossa in caso di game over.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   08/11/2022
48

"Se muori nel gioco, muori anche nella vita reale": poche parole che però chiariscono molto bene il concetto alla base dell'ultima, bizzarra creazione di Palmer Luckey: ispirandosi al NerveGear di Sword Art Online, il fondatore di Oculus ha costruito un visore VR che uccide chi lo indossa in caso di game over.

Ad alcuni anni di distanza dall'addio a Facebook, Luckey si è occupato di altri progetti, fra cui un'azienda che produce armi, ed è stato proprio attingendo a questa nuova branca che il designer ha risolto il problema della letalità.

Se infatti nel mondo descritto da Sword Art Online la morte degli utenti che indossavano il NerveGear avveniva a causa di potenti microonde, in questo caso sono tre piccole cariche esplosive a determinare la fine della partita. Letteralmente.

Il visore Plug and Pray di Palmer Luckey
Il visore Plug and Pray di Palmer Luckey

Perché creare un dispositivo del genere? Da un lato si tratta di un omaggio alla serie animata giapponese, a cui Luckey si sente molto legato: il debutto di Sword Art Online sui network nipponici è avvenuto in concomitanza con quello della campagna Kickstarter del primo Oculus Rift e ciò ha consentito al visore di godere di una grande popolarità nel paese del sol levante.

Dall'altro lato, si tratta al contempo di un esperimento e di una provocazione: passi la grafica ultra-realistica, ma un'esperienza interattiva in cui si mette in gioco la propria vita sarebbe in grado di stimolare sensazioni decisamente inedite. Certo, lo stesso Luckey finora non ha avuto il coraggio di provare il suo NerveGear, e francamente ci auguriamo che non gli venga mai in mente di farlo...