Prince of Persia: Le Sabbie del Tempo Remake, la grafica? Una scelta stilistica

Gli sviluppatori di Prince of Persia: Le Sabbie del Tempo Remake hanno rivelato che la tanto discussa grafica del gioco è frutto di una precisa scelta stilistica.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   11/09/2020
142

La grafica di Prince of Persia: Le Sabbie del Tempo Remake ha fatto parecchio discutere fin dal leak che ha rivelato anticipatamente il gioco, ma a quanto pare si tratta di una precisa scelta stilistica degli autori.

E così, mentre il numero dei meme dedicati al pur atteso remake si moltiplicano dopo la presentazione ufficiale durante Ubisoft Forward, la divisione indiana di Ubisoft ha voluto fare chiarezza.

"Se prendi un gioco realizzato diciassette anni fa è chiaro che ci sia spazio per dei miglioramenti grafici e la nostra intenzione era quella di donare al titolo un'estetica peculiare, visto che parliamo di una storia fantasy", ha detto il game director Pierre Sylvain-Gires.

"La narrazione e i quaranta diversi livelli che dovrete attraversare per completare il gioco vi proietteranno nelle atmosfere di un film classico come 'Il Ladro di Bagdad', con le sue magiche ambientazioni."

"Dunque abbiamo deciso di utilizzare uno stile peculiare, che distinguesse questo gioco dagli altri: non si tratta di un altro Assassin's Creed e non è lo stesso Prince of Persia del 2008. Doveva essere diverso."

"Il concetto di magia e di fantasy si esprime in Prince of Persia: Le Sabbie del Tempo Remake attraverso la saturazione dei colori e le luci, il che rappresenta di per sé una sfida a ridefinire l'identità estetica del gioco con questo rifacimento."