PS5 e placche intercambiabili: Sony punta davvero alla personalizzazione fai da te?

Le voci sulle placche intercambiabili di PS5 sembrano aver trovato conferma, ma è veramente possibile una soluzione del genere?

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   23/10/2020
48

Ancora praticamente nessuno ha visto PS5 dal vivo (tranne qualche influencer nipponico) che già sono spuntati i produttori di placche intercambiabili per la console, seguendo quella che, partita come voce di corridoio inverosimile, è diventata prima una speranza e poi quasi una certezza, ovvero la possibilità di modificare l'aspetto della console Sony a piacere attraverso la semplice modifica delle due piastre laterali. Sebbene sia indubbiamente un aspetto marginale delle caratteristiche attese da una console next gen, apre comunque scenari molto interessanti e per certi versi rivoluzionari, consentendo una personalizzazione "fai da te" caratterizzata da una notevole estensione, considerando le dimensioni gigantesche della console e in particolare delle componenti in questione, modificando radicalmente l'aspetto della macchina. La possibilità che questa customizzazione sia possibile sembra essere stata corroborata dall'apertura di un sito incentrato addirittura sulla vendita di placche alternative, trovandoci dunque nell'inedita situazione di un produttore di accessori non ufficiali che comincia la propria attività prima ancora di sapere, con certezza, se il funzionamento di tali accessori sia effettivamente previsto o meno dalla console.

L'altro aspetto innovativo sarebbe il fatto di consentire tranquillamente a tutti un'operazione che sembra piuttosto invasiva, per certi versi anche rischiosa se si pensa a un prodotto destinato alla distribuzione di massa e a un pubblico estremamente variegato, composto anche da bambini o persone che comunque non hanno necessariamente un grande livello di manualità. Sony ci ha abituato a un discreto livello di elaborazione sulle proprie console, come il fatto di poter sostituire l'hard disk di PS4 o la possibile aggiunta di SSD per espandere la memoria interna di PS5 attraverso una soluzione assolutamente DIY, nei limiti delle linee guida proposte (ancora in definizione), ma in questo caso si tratterebbe di un'operazione da fare più spesso, quasi con una certa regolarità, visto che la sostituzione delle piastre sarebbe sicuramente più frequente dell'aggiunta di un hard disk. Ci sono, insomma, alcuni elementi di dubbio sul fatto che Sony possa davvero consentire una soluzione del genere, ma anche alcune prove a favore.

News Art Home Page 2020 12


Tra queste ultime, possiamo citare altri dettagli emersi dal famoso teardown ufficiale di PS5 da parte di Sony: il fatto che la compagnia abbia previsto un utile sistema di raccolta della polvere che dovrebbe rendere più semplice la pulizia della ventola sembra andare nella direzione di una certa facilità nello smontaggio delle placche, che potrebbe essere un'operazione alla portata di tutti. A farci pensare che Sony non sia poi così propensa a consentire una personalizzazione del genere ci sono però altri fattori: il primo è quello detto sopra sulla relativa difficoltà e invasività dell'operazione. Un prodotto destinato a un pubblico di massa tendenzialmente anche molto giovane non dovrebbe consentire operazioni tecniche con un livello di rischio di rottura anche parziale, almeno per la salute dell'azienda. A questo proposito anche il fatto che nel teardown fossero comparsi dei presunti graffi sulla parte interna della console in corrispondenza dei ganci di blocco delle placche laterali indica una certa delicatezza dell'operazione e dei componenti che possono essere toccati ed eventualmente danneggiati.

Tuttavia, l'elemento che forse rende ancora più dubbia la possibilità che le piastre laterali di PS5 possano effettivamente essere cambiate liberamente dagli utenti è il fatto che questo potrebbe danneggiare la vendita di console in edizioni speciali. Sony si è sempre distinta per l'immissione sul mercato di un gran numero di versioni ed edizioni diverse delle proprie console, come abbiamo visto anche con PS4. Il fatto di poter effettuare una modifica radicale dell'aspetto della console (molto più soddisfacente di quella che si poteva ottenere con la semplice faceplate di Xbox 360, per dire) toglierebbe molto appeal alle console tematiche e customizzate prodotte direttamente da Sony, cosa che potrebbe non essere molto produttiva per gli affari, anche se potrebbe far nascere un nuovo segmento di mercato molto rigoglioso come quello destinato esclusivamente alle placche. In ogni caso, avete già scelto la vostra eventuale personalizzazione preferita?