PS5 a rischio rinvio in Europa? Tra tagli di produzione, rumor e cargo verso gli USA

È possibile che domani Sony annunci un rinvio del lancio di PS5 in Europa? Tra tagli di produzione, rumor e i 60 cargo verso gli USA questo timore prende più corpo.

NOTIZIA di Luca Forte   —   15/09/2020
153

Domani è il giorno che molti appassionati di videogiochi stavano aspettando da tempo. Sony, a meno di grosse sorprese, annuncerà ufficialmente la data d'uscita e il prezzo di PS5. Questa lunga e folle estate fatta di rumor e speculazioni, quindi, è destinata a concludersi e l'autunno, finalmente, sarà ricco di filmati di gameplay, informazioni e anteprime dei giochi che arriveranno nei negozi al lancio di PS5 e Xbox Series X e S. Le ultime informazioni che stanno giungendo da fonti vicine a Sony, però, non promettono nulla di buono. Oggi è stato annunciato un taglio di produzione di PlayStation 4 causato da un problema nella produzione di alcuni componenti, il tutto mentre la multinazionale giapponese ha prenotato 60 cargo pieni di PS5 da spedire negli USA. Per questo motivo ci chiediamo: e se i rumor di un rinvio avessero ragione? Possibile che Sony domani annunci la una data di uscita USA e una, posteriore, per Europa e Giappone?

Scansiamo il campo da ogni equivoco: questo è un Parliamone, ovvero un pezzo di opinione, un articolo dedicato all'argomento del giorno nel quale chiacchieriamo a ruota libera dell'argomento del giorno. Quindi no, Sony non ha mai annunciato il rinvio di PS5 in Europa e, almeno per oggi, nessuno la sta facendo trapelare come voce. Però, a ben vedere, il colosso giapponese non ha mai detto che il lancio sarebbe stato globale. Jim Ryan, infatti, ha sempre detto che avrebbe voluto un lancio simultaneo , ma Sony non ha mai confermato che lo sarebbe stato.

Nelle ultime settimane, oltretutto, sono emersi diversi dettagli che lasciano pensare che il lancio in USA e nel resto del mondo sia sfalsato. Lo dice il sito di Call of Duty che il lancio sarà in leggero ritardo in Europa, ma sembra confermarlo anche il sito PlayStation UK, che ha cambiato in corsa la finestra di lancio di PlayStation 5.

Ps5 Social

Si parla sempre del 2020, ma della fine dell'anno e non di metà novembre come dovrebbe avvenire negli USA. Finora a queste affermazioni non è stato dato gran peso, ma nelle ultime ore due notizie, forse correlate, hanno riportato -a nostro avviso- a galla questo timore.

La prima notizia parla di 60 cargo prenotati da Sony per portare le PS5 in tempo per il lancio di novembre. Una notizia positiva (alla fine vuol dire che le console sono pronte), ma in questo caso si legge come gli aerei siano tutti diretti negli USA.

Niente paura, penserete, le console arriveranno in Europa via treno o con altri mezzi. Il problema è che oggi Bloomberg ha detto che Sony ha dovuto tagliare la produzione di 4 milioni di unità per problemi nella produzione del chip custom della console.

Se ad un numero di console ridotto si tolgono tutte le console inviate negli USA, quante PlayStation 5 rimangono per il resto del mondo? Si prospetta "solo" una difficile reperibilità della console al lancio (un po' come successe con PS4) o addirittura ci sarà un lancio non globale, pensato per guadagnare un po' di tempo e riuscire a rifornire tutti i mercati con le console prodotte nelle settimane aggiuntive?

La situazione sembra, comunque, più complessa di quanto avevamo previsto e sperato. Fortunatamente, però, dovremo attendere poco prima di poter avere una risposta definitiva sull'argomento. Domani seguiremo la nuova presentazione di PS5 in diretta su Twitch, sperando di ricevere solo buone notizia da parte del colosso giapponese.

Cosa ne pensate? Un ritardo di qualche settimana farebbe qualche differenza per voi? Parliamone!