PS5 spente durante i livestream? Sono stati usati dei devkit, dicono alcuni utenti

A poche ore dai livestream giapponesi in cui PS5 è stata finalmente mostrata dal vivo, spunta sui social l'ennesimo complotto: le console erano spente e sono stati usati dei devkit?

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   04/10/2020
232

PS5 è stata protagonista stamattina dei primi livestream giapponesi, che hanno finalmente mostrato la console Sony in azione con alcuni giochi, pur senza ancora rivelarne l'interfaccia.

Dai test sono emerse impressioni d'uso molto positive, si è parlato ad esempio di una grande silenziosità. Tuttavia, secondo alcuni utenti, ci sarebbe il trucco: le PlayStation 5 erano in realtà spente e gli streamer hanno utilizzato dei devkit per i loro test.

A suggerire questa ipotesi è il fatto che nei video il LED della console non risulta illuminato, come invece dovrebbe appunto essere quando PS5 viene utilizzata: una luce blu all'accensione e durante il boot, una luce bianca per segnalare il normale funzionamento.

In realtà si parlava anche di cavi scollegati, ma questa argomentazione è stata smontata molto in fretta: in diversi livestream i fili dietro la console sono ben visibili e finiscono in un foro del mobile su cui è poggiata, ma a seconda dell'inquadratura non è possibile vederli.

A conti fatti, riteniamo che i post che girano sui social in queste ore e che parlano appunto di PS5 spente non siano altro che l'ormai tradizionale e inevitabile "risposta mediatica" che puntualmente si manifesta da parte di una delle due tifoserie non appena viene fuori qualche notizia positiva sulla piattaforma Sony o su quella Microsoft.

Per fortuna manca poco più di un mese al lancio delle console next-gen e per allora almeno queste tristi manifestazioni di console war preliminare ce le saremo tolte di torno. Si spera.