PUBG, più di 100.000 ban a settimana, ma non bastano a fermare i cheater 20

Il community manager di PUBG ha svelato che spesso vengono bannati più di 100.000 account a settimana, ma non bastano a fermare i cheater.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   20/12/2019

In un post su Reddit, il community manager di PUBG ha confessato che spesso vengono bannati più di 100.000 account a settimana dal gioco, ma che questo non basta a fermare i cheater, come fatto notare da chi gli ha chiesto cosa sta facendo PUBG Corp per arginare il fenomeno, sempre più rampante, nel noto battle royale.

CM: "Cosa stiamo facendo contro i cheater? Spesso banniamo più di 100.000 account a settimana. Nella settimana che va dall'8 al 14 dicembre 2019 abbiamo bannato permanentemente 116.531 account. Banniamo anche l'hardware degli account? Sì, impieghiamo anche i ban HWID. Sfortunatamente non possiamo usarli in ogni situazione."

Insomma, le accuse dei giocatori contro PUBG Corp di non fare niente contro i cheater sarebbero perlopiù ingiuste, perché in realtà si fa moltissimo. Semplicemente PUBG è invaso e il fenomeno pare possa essere solo arginato. Anche le accuse di non bannare l'hardware per fare in modo che i cacciati comprino di nuovo il gioco sono assurde perché, come spiegato, PUBG Corp punta a supportare PUBG per molti anni e per garantire il successo continuo del gioco deve fare in modo di avere un'ampia base utenti felice. I cheater, invece, hanno un'influenza molto negativa sugli altri giocatori, al punto da portare molti all'abbandono.