Quantic Dream sulla fine del rapporto di esclusiva con Sony 69

David Cage, capo di Quantic Dream, spiega qualcosa del nuovo andamento del team dopo la separazione da Sony, con la volontà di auto-pubblicare i giochi su diverse piattaforme.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   30/06/2019

Nel corso del GameLab di Barcellona, David Cage è tornato a parlare della nuova situazione di Quantic Dream, tornata a essere completamente indipendente dopo il distacco dai rapporti di esclusiva con Sony.

Abbiamo visto come i primi risultati di questo ritorno all'auto-pubblicazione e al multipiattaforma siano le versioni PC dei giochi usciti in precedenza come esclusive PlayStation, tra i quali Heavy Rain e Beyond: Due Anime da poco giunti su Epic Games Store, oltre a Detroit: Become Human che vi arriverà in autunno. "Abbiamo sentito che fosse arrivato il momento giusto per la compagnia, dopo 23 anni di cui 12 passati lavorando esclusivamente per Sony, di seguire il nostro cammino ed esplorare direzioni diverse", ha affermato Cage in occasione del GameLab. "Volevamo creare più di un gioco per volta, volevamo essere i nostri stessi publisher, cosa che abbiamo iniziato a fare con Heavy Rain su PC e poi con Beyond e Detroit".

"Si tratta di iniziare un nuovo viaggio per noi, direi, e ci sentiamo pronti", inoltre il capo di Quantic Dream ha anche parlato del finanziamento ottenuto da NetEase, diventata partner del team di sviluppo: "Quando abbiamo conosciuto le persone di NetEase abbiamo pensato che fossero quelle giuste, avendo capito la nostra visione ed essendo in grado di supportarci nel raggiungere l'obiettivo". Di conseguenza, peraltro, "Siamo interessati nel mercato asiatico e stiamo valutando il settore mobile", ha riferito Cage, facendo presagire prossime mosse nell'ambito più affine al curriculum di NetEase, tra le altre cose. "Abbiamo molte idee diverse e cose inedite che vogliamo fare nel prossimo futuro".