Samsung: stop alla produzione di smartphone in Corea del Sud 11

Anche Samsung si accoda a LG e altre compagnie che hanno deciso di spostare la produzione di smartphone esclusivamente all'estero.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   06/05/2019

Sembra che la fuga dalla produzione di smartphone in Corea del Sud sia diventata un esodo, visto che anche Samsung pare sia intenzionata a chiudere con tale attività, spostandola principalmente all'estero.

Il calo di produzione interna era già stato netto negli ultimi tempi, con 20 milioni di pezzi prodotti in Corea del Sud a fronte dei circa 60 milioni di qualche anno fa, in ogni caso solo una piccola frazione dei circa 300 milioni di dispositivi che produce Samsung al livello globale. Tuttavia, anche in questo caso la produzione interna aveva un valore particolare per la compagnia, considerando che lo smartphone prodotto in patria, per un'azienda coreana, rappresenta una sorta di valore aggiunto, solitamente applicato ai prodotti di fascia più alta.

Manca l'ufficialità sulla questione, ma sembra dunque che Samsung sia destinata a seguire l'esempio di LG, la quale ha già deciso per la chiusura della produzione interna per quanto riguarda gli smartphone. Lo scopo di tali scelte è ovviamente l'abbattimento dei costi di produzione, delocalizzando la costruzione dei propri prodotti in mercati diversi dove la forza lavoro ha un costo minore. Il tutto rientra anche nella situazione attuale di Samsung tra il crollo degli utili nel primo trimestre e i vari investimenti per potenziare la produzione di componenti mobile in India.