Star Wars Jedi: Fallen Order, Respawn rifiutò un protagonista nero o donna, per ex-sviluppatrice

Per Star Wars Jedi: Fallen Order furono proposte idee per un protagonista non maschio bianco, ma Respawn le rifiutò, dice un ex-sviluppatrice del team.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   12/05/2022
151

Sembra che per Star Wars Jedi: Fallen Order furono proposte idee diverse per la creazione del protagonista del gioco, tra cui la possibilità che potesse essere nero o una donna, in generale non un maschio bianco standard, ma queste furono rifiutate da Respawn Entertainment, secondo quanto riferito da un ex-sviluppatrice.

Nora Shramek, ex artista del comparto illuminazione di Respawn, ha svelato il retroscena in una serie di tweet nel quale ha parlato del processo di creazione di Cal Kestis e delle scelte rifiutate dal team. In base a quanto riferito, sembra che molti sviluppatori spingessero per avere un protagonista che non fosse necessariamente un maschio bianco, ma queste idee furono tutte scartate.

Come motivazione per respingere l'idea di un protagonista nero, o comunque non bianco, fu addotto il fatto che ci fossero già due persone di colore all'interno del cast, almeno secondo quanto riferito dall'ex-sviluppatrice. Queste presenze avrebbero dunque reso non necessaria, o forse ridondante, la presenza di un protagonista nero.

Per quanto riguarda il rifiuto di una protagonista donna, sembra che Respawn abbia riferito che, essendoci già Rey come protagonista femminile della nuova serie cinematografica, potesse esserci spazio per un protagonista maschile nel gioco, che è stato poi modellato sull'attore Cameron Monaghan.

Nel riportare questo, Nora Shramek chiede "Pensate in che categoria demografica rientrano le persone che hanno preso queste decisioni?" Facendo intendere che siano stati soprattutto maschi bianchi a rifiutare tali proposte.

Nel frattempo, rimaniamo in attesa di informazioni su Star Wars: Jedi Fallen Order 2, di cui sembra sia emersa di recente la natura solo next gen.