Il team di Just Cause ha cancellato un gioco con ambientazione anni 50 alternativa

Da un'intervista allo sceneggiatore Mikael Saker emerge un interessante gioco cancellato da Avalanche Studio con una Londra anni 50 alternativa.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   21/01/2021
47

Avalanche Studios, il team autore della serie Just Cause, aveva in progetto un nuovo gioco dall'ambientazione decisamente interessante, con una versione alternativa degli anni 50, ma questo è stato cancellato.

L'informazione viene svelata dallo sceneggiatore Mikael Saker in un'intervista video su YouTube con il canale Wassup Conversations. Saker ha spiegato con entusiasmo il progetto, rammaricandosi della cancellazione visto il potenziale che il gioco misterioso sembrava avere.

Si trattava di una sorta di action adventure open world caratterizzato da un'ambientazione molto particolare, che avrebbe rappresentato la sua peculiarità maggiore: si tratta di "un'enorme versione di una Londra alternativa degli anni 50", una cosa spettacolare.

"Non c'erano grattacieli, ma l'ambientazione era strutturata su altezze invertite, dunque la città cresceva in profondità sottoterra. Si poteva spostarsi con le zipline, con aeronavi, aerei o semplicemente saltando giù dentro queste voragini in mezzo alla città", ha raccontato Saker, cosa che rappresentava qualcosa di interessante innovativo in termini di costruzione del mondo ma anche per il gameplay, secondo l'autore.

Il gioco misterioso era già piuttosto avanti con lo sviluppo ma ci sarebbero voluti almeno altri due anni di lavori per arrivare a compimento, tuttavia il publisher con cui Avalanche era in contatto decise di cancellare il progetto in una manovra di revisione generale di tutti i suoi lavori e collaborazioni in corso.

Il team ha lanciato Just Cause 4 e Rage 2 e sta lavorando adesso a un nuovo gioco non ancora annunciato. Saker, da parte sua, ha lavorato in precedenza sulla serie Battlefield e The Darkness.