The Witcher serie Netflix, Henry Cavill parla dei giochi della saga 54

Henry Cavill è un grande estimatore dei videogiochi di The Witcher e dei romanzi scritti da Andrzej Sapkowksi: "spesso ho pensato di interpretare Geralt".

NOTIZIA di Davide Spotti —   12/10/2019

Henry Cavill, l'interprete di Geralt di Rivia nella serie The Witcher di Netflix, ha recentemente parlato della propria personale passione per i videogiochi della saga e i romanzi scritti dall'autore polacco Andrzej Sapkowski.

Durante un'intervista rilasciata alla rivista francese Premiere - in seguito tradotta su Reddit - l'attore britannico ha affermato: "Ho scoperto i giochi, poi ho scoperto i libri e l'universo di The Witcher ha significato immediatamente qualcosa per me. Spesso ho pensato di interpretare Geralt. Quando si è presentata l'occasione non me la sono lasciata sfuggire".

"Non avevo nemmeno la necessità di prepararmi per il ruolo. Perché io respiro, vivo questo universo ogni giorno. Ho già avuto numerose opportunità di riflettere su questo personaggio mentre giocavo", ha proseguito.

La showrunner Lauren S. Hissrich ha aggiunto che il suo team "non ha copiato nulla dei giochi", poiché come sappiamo l'adattamento per Netflix è specificamente basato sui romanzi. "I libri di Sapkowski saranno sempre lì. I giochi anche. Questo show è la terza versione della storia. Il mio obiettivo era di ricreare l'anima dei libri, ricreare questi personaggi di cui mi sono innamorata mentre li collocavo in una nuova struttura coerente, costruendo una storia che abbia un senso. Era importante che lo show mantenesse uno stile autentico. Esiste già un gran videogioco e chiaramente non volevo che il nostro show fosse simile".

La prima stagione di The Witcher su Netflix sarà composta da un totale di otto episodi. Il debutto è previsto entro la fine del 2019.