Twitch: streamer cattolico bannato querela la piattaforma per discriminazione religiosa

Lo streamer cattolico DrWitnesser vuole querelare la piattaforma di live streaming Twitch per il suo ban, secondo lui frutto di una discriminazione religiosa.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   04/03/2021
111

Il DrWitnesser, noto streamer ultra cattolico, ha deciso di combattere il suo ban da Twitch querelando la piattaforma di live streaming. Secondo lui è stato oggetto di vera e propria discriminazione religiosa.

Come ricorderete, il DrWitnesser è stato bannato a vita da Twitch il 7 gennaio 2021 a causa della sua condotta incitante all'odio. Il provvedimento è arrivato qualche mese dopo un altro ban, dovuto all'aver detto a un ragazzino mussulmano, durante una partita di Fortnite, che sarebbe finito all'inferno.

Dopo il ban a vita, il DrWitnesser si è spostato su YouTube e dopo qualche settimana di meditazione ha annunciato la querela a Twitch e Amazon (che controlla Twitch).

Un modo per farlo recedere dal suo proposito ci sarebbe, come spiegato da egli stesso: togliergli il ban. Il DrWitnesser ha anche pubblicato quella che sembra essere l'intestazione della querela. Immaginiamo che faccia davvero sul serio.

Qualcuno gli ha provato a far notare che le linee guida di Twitch sui comportamenti che incitano all'odio sono chiare e che quindi il suo ban è stato legittimo, ma lui ha negato tutte le accuse, affermando di aver solo riportato le parole della Bibbia.