Xbox: Phil Spencer e l'impegno contro la tossicità e verso l'inclusività nel gaming 16

Microsoft e Xbox stanno attuando una serie di iniziative rivolte a una maggiore sicurezza e inclusività nell'ambito dei videogiochi.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   20/05/2019

In un nuovo post sul blog ufficiale di Microsoft, Phil Spencer si è impegnato di recente nella discussione su un argomento di grande importanza dal punto di vista sociale, ovvero la necessità di rendere i videogiochi e il relativo ambiente più propensi all'inclusività e di combattere la tossicità crescente.

"Prima di tutto, i videogiochi sono per tutti", ha scritto Spencer, capo della divisione Xbox di Microsoft. "Nessun gruppo può controllare il gaming, che siate dei nuovi arrivati o degli esperti, siete i benvenuti a giocare e a tutto il divertimento e alla crescita che questo comporta. In questo modo, quando tutti possono giocare liberamente, il mondo intero vince". Il discorso si incentra su due punti principali: il primo è che il videogioco è un medium per tutti a prescindere da età, sesso, nazionalità, orientamento o colore della pelle. L'altro punto è legato alle compagnie che lavorano in questo ambito: per garantire che tutti possano accedere ai benefici dei videogiochi, è necessario diffondere e rafforzare una cultura del videogioco e un ambiente online che riflettano questa inclusività, attraverso politiche, linee guida e strumenti di monitoraggio e gestione che possano indurre cambiamenti positivi nella community e nell'industria.

"Il gioco dev'essere un ambiente sicuro. Creare una community deriva da un lavoro condiviso e proteggere una community è un lavoro essenziale in questo, dunque condividiamo tutti il carico di lavoro per una community sicura, sia nell'industria videoludica che tra i giocatori", si legge nel messaggio. D'altra parte, i videogiochi possono essere anche veicoli importanti di conoscenza o quantomeno stimolare interessi di rilievo: "Il gaming è una porta d'accesso a queste abilità del ventunesimo secolo e alle STEM [acronimo che si riferisce alle discipline scientifiche Science, Technology, Engineering e Math]. Tenete presente che ragazze teenager che giocano ai videogiochi sono tre volte più inclini a ottenere un diploma nelle aree STEM" e in grande percentuale chi gioca online fa conoscenza online con altre persone e si crea nuovi amici.

Microsoft ha dunque avviato una serie di iniziative per rafforzare la sicurezza dell'ambiente videoludico e per renderlo più inclusivo, evitando il proliferare della tossicità. Un esempio di questo atteggiamento è l'aggiornamento delle linee guida sul linguaggio e il comportamento da adottare in Xbox Live, ma anche i nuovi strumenti di controllo e moderazione affidati ai community manager Microsoft, o i workshop per famiglie organizzati presso gli Store o ancora la diffusione di informazioni attraverso l'hub "For Everyone" su Xbox.com. Un altro aspetto importante di queste iniziative è il lavoro in collaborazione con altri enti che possano aiutare a migliorare le interazioni sociali, fornendo informazioni, dati e strumenti in maniera simile a quanto fatto già in altri ambiti da Microsoft, come l'utilizzo di tecnologie di supporto per combattere i crimini, informatici e non, contro i minori.