Asus ROG Delta S, la recensione: cuffie gaming di qualità superiore

Asus lancia le prime cuffie da gaming a vantare la decodifica MQA, per una qualità audio superiore: la nostra recensione delle ROG Delta S.

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   21/01/2021
18

Asus continua a puntare sulla qualità per la sua linea di cuffie pensate per i videogiocatori, e il nuovo dispositivo che abbiamo avuto modo di provare nelle ultime settimane, compatibile con PC, PlayStation e Nintendo Switch, non fa che confermare la vocazione dell'azienda taiwanese.

Come avremo modo di scrivere in questa recensione, ROG Delta S è infatti il primo headset da gaming a vantare la decodifica MQA: una tecnologia che migliora in maniera sostanziale l'ascolto in qualsiasi ambito. A che prezzo? La distribuzione ufficiale non è ancora partita in Italia, saranno disponibili dal 28 gennaio 2021 a 209 euro.

Design ed ergonomia

Rog Delta S 04

Eredi dirette delle Asus ROG Delta che abbiamo recensito un paio d'anni fa, le ROG Delta S adottano il medesimo design moderno ed elegante, in questo caso con una colorazione completamente nera, finiture di pregio in similpelle sull'archetto e sui cuscinetti in memory foam, nonché meccanismi robusti e flessibili per garantire la migliore ergonomia possibile.

In tal senso, se è vero che l'imbottitura superiore non è fra le più generose che abbiamo mai provato, il peso sostanzialmente ridotto delle cuffie (300 grammi contro i 387 delle ROG Delta) contribuisce in maniera fondamentale a migliorare la comodità dell'headset durante le sessioni di gioco più lunghe o la visione di un film. Bene anche i comandi essenziali, con una rotella per il volume e per il controllo delle luci direttamente sul padiglione sinistro.

Rog Delta S 05

Le ROG Delta S sono dotate di un cavo USB di tipo C lungo 1,5 metri, ricoperto di nylon e molto flessibile, a cui può essere collegata un'estensione con terminale USB di tipo A, inclusa nella confezione, qualora dovesse servire. A proposito: nel box, anch'esso molto elegante e di dimensioni ridotte, troviamo anche un paio di cuscinetti extra con una finitura in tessuto anziché in similpelle e il microfono rimovibile.

Sul fronte estetico, le cuffie danno ovviamente il meglio una volta collegate: i LED RGB che adornano le appendici laterali si illuminano, donando all'apparecchio un aspetto decisamente stiloso ma al contempo sobrio. Utilizzando il solito software gratuito Armoury Crate è possibile gestire le luci come meglio si crede, spaziando fra svariati preset e impostazioni differenti, nonché modificare le regolazioni audio.

Specifiche tecniche e prova su strada

I driver al neodimio da 50 millimetri e la risposta in frequenza da 20 a 40.000 Hz rappresentano ad oggi praticamente uno standard, ma nel caso delle Asus ROG Delta S a fare la differenza nell'ambito della componentistica è il convertitore ESS 9281 con tecnologia QUAD DAC, un dispositivo che si occupa appunto di convertire l'audio digitale in analogico, creando quattro differenti segnali che vengono poi miscelati insieme con un rapporto segnale / rumore pari a ben 130 dB.

La combinazione del QUAD DAC e della decodifica MQA si traduce in risultati eccellenti per quanto concerne la chiarezza e la definizione del suono, a patto naturalmente di fare riferimento a fonti lossless come accade per giochi, film e musica di qualità premium, quest'ultima disponibile anche in streaming su determinate piattaforme. Tramite Armoury Crate è inoltre possibile attivare un surround 7.1 virtuale di buona qualità, in grado di gestire la spazialità dei suoni in maniera efficace.

Call Of Duty Black Ops Cold War 1

Abbiamo testato le Asus ROG Delta S principalmente su PC, indossandole in maniera praticamente ininterrotta nelle ultime settimane durante l'uso di giochi, la visione di film e l'ascolto di musica. Ci è inoltre piaciuto parecchio il microfono rimovibile, dotato di ottime specifiche ma soprattutto della stessa tecnologia di cancellazione del rumore che troviamo sulle ben più costose cuffie Asus ROG Theta 7.1.

La presenza dell'ESS QUAD DAC e dell'ottimo rapporto segnale / rumore si traduce in un vantaggio, specie negli sparatutto competitivi: è possibile percepire il rumore dei passi degli avversari mentre si avvicinano e dunque capire se stanno per tenderci un'imboscata, adottando le contromisure del caso. Una tecnica che nel comparto online di Call of Duty: Black Ops Cold War e nel battle royale Call of Duty: Warzone può fare la differenza fra vittoria e sconfitta.

Naturalmente la definizione e la corposità dell'esperienza sonora garantita dalle ROG Delta S danno il meglio anche nei titoli single player, donando ad esempio all'ampio open world di Assassin's Creed Valhalla un fascino ancora più profondo e marcato, o ai frenetici scontri a fuoco di DOOM Eternal un impatto straordinario, coadiuvato da una colonna sonora a dir poco coinvolgente.

Commento

Prezzo
209 €
Multiplayer.it

9.2

Le ROG Delta S migliorano in maniera sostanziale l'esperienza offerta dal precedente modello della serie, grazie a una componentistica più sofisticata e al peso ridotto. La qualità dell'audio è eccellente, specie utilizzando fonti lossless, e lo straordinario rapporto segnale / rumore si traduce in un vantaggio competitivo negli sparatutto a base multiplayer. Solide, robuste e belle da vedere, impreziosite da un'illuminazione LED RGB ampiamente personalizzabile, le nuove cuffie da gaming Asus si pongono senza dubbio come un punto di riferimento.

PRO

  • Eccellente qualità audio
  • Design moderno ed elegante
  • Comode e leggere
CONTRO
  • Ancora difficili da trovare