Corsair HS65 Surround, la recensione delle migliori cuffie da gaming economiche

Che bella sorpresa che sono state queste cuffie da gaming Corsair HS65 Surround! Per scoprire tutto riguardo all'headset economico, seguiteci nella nostra recensione.

RECENSIONE di Peter Vogric   —   24/06/2022
26

Corsair non è certo nuova nel mercato degli headset da gaming. Sulle nostre pagine abbiamo già recensito ad esempio le Virtuoso RGB Wireless XT, che rientrano indubbiamente nella selezione delle migliori cuffie da gaming. Il produttore ha provato di essere in grado di realizzare dei prodotti di altissima qualità, andando a spaziare in diverse fasce di prezzo. A dimostrazione di questa versatilità, ecco arrivare il nuovo modello HS65 Surround, con il quale Corsair si è posta un importante obiettivo: creare un dispositivo di fascia bassa con un'ottima qualità audio. Sicuramente un traguardo ambizioso per l'azienda, in quanto tipicamente per raggiungere tale risultato bisogna inevitabilmente scendere a dei compromessi. In questo caso però di sviste e mancanze ne abbiamo trovate veramente poche e possiamo già anticiparvi che le Corsair HS65 Surround risultano essere un prodotto da tenere assolutamente in considerazione se state cercando delle cuffie in questa fascia di prezzo.

Prima di dare il nostro verdetto finale alle cuffie Corsair HS65 SURROUND, dobbiamo raccontarvi tutto sulle loro specifiche tecniche e sul design. In seguito parleremo anche della nostra prova e dell'esperienza d'uso, in modo da illustrarvi i punti di forza e e gli elementi meno riusciti di questo prodotto. Tutto questo lo troverete nella recensione delle cuffie Corsair HS65 SURROUND.

Specifiche tecniche

Cuffie Corsair HS65 Surround da vicino
Cuffie Corsair HS65 Surround da vicino

Sotto il profilo tecnico le cuffie over-ear Corsair HS65 Surround hanno come base la coppia di driver al neodimio di 50 millimetri. Questi sono in grado di riprodurre le frequenze che vanno dai 20 ai 20.000 Hz con un'impedenza di 32 ohm. Nulla di eccezionale quindi, ma neanche qualcosa che sfigura di fronte a driver presenti in headset molto più costosi. Sul fronte della connettività invece Corsair è dovuta correre un po' ai ripari per potersi posizionare in una bassa fascia di prezzo con il suo prodotto. Di fatto le HS65 Surround sono delle cuffie cablate con un cavo jack da 3,5 millimetri lungo un metro e mezzo. Questo le rende pressoché universali, infatti lo stesso produttore garantisce la loro compatibilità con tutte le principali console da gioco, oltre che con PC, Mac e dispositivi mobili. Nella confezione è presente anche un adattatore USB-A per permettere l'attivazione dell'audio surround virtuale a 7.1 canali su PC. La caratteristica appena citata è sicuramente un grande punto di forza delle HS65 Surround, che ad un prezzo piuttosto accessibile permettono di ottenere un audio surround di tutto rispetto. Oltre a poter essere attivata su PC tramite l'apposito software iCUE, vi ricordiamo che le console di nuova generazione PlayStation 5 e Xbox Series X|S sono in grado di emulare il surround su delle cuffie stereo grazie a Dolby Atmos e Tempest 3D Audio.

Come ci aspettavamo da un headset in questa fascia di prezzo, non è presente la cancellazione attiva del rumore. Tale funzione è stata implementata esclusivamente per il microfono unidirezionale non rimovibile, che può essere disattivato con il meccanismo flip to mute.

Scheda tecnica Corsair HS65 Surround

  • Tipologia: cuffie over-ear
  • Connettività: cavo jack 3,5 millimetri da 1,5 metri (con adattatore USB-A)
  • Piattaforme supportate: PC, PS4, PS5, Nintendo Switch, Xbox Series X|S, Xbox One, Mac, mobile
  • Driver: 50 millimetri in neodimio
  • Impedenza: 32 ohm
  • Risposta in frequenza: 20 - 20.000 Hz
  • Microfono: unidirezionale con cancellazione del rumore
  • Cancellazione attiva del rumore: no
  • Canali: Virtual 7.1 su PC
  • Peso: 258 grammi
  • Colorazioni: bianco e carbonio
  • Prezzo: 89,99€

Design

Corsair HS65 Surround nelle due colorazioni disponibili
Corsair HS65 Surround nelle due colorazioni disponibili

Le cuffie Corsair HS65 Surround sono realizzate principalmente con materiali plastici, rafforzati da una solida struttura in alluminio che funge da struttura portante. L'archetto ha nella sua parte superiore un materiale con una finitura opaca molto piacevole al tatto, che si estende lungo tutto l'headset. Fanno eccezione esclusivamente alcuni dettagli come i padiglioni, i quali sono stati decorati con una sorta di griglia color grigio chiaro con il logo del produttore al centro. La base dell'archetto, quella che entra in contatto con il cranio, è stata rivestita da una soffice pelle con uno spessore adeguato per non dare fastidio quando si indossano le cuffie. Complice la struttura in alluminio, l'archetto risulta essere rigido e potrebbe dare fastidio a chi ha una testa grande. Questo si traduce però anche in un'elevata stabilità della cuffia, che non si muoverà di un millimetro una volta indossata. La rigidità viene compensata almeno in parte dai comodissimi cuscinetti sui padiglioni, realizzati con un mix di materiali veramente intelligente. Sulla parte esterna troviamo un rivestimento in pelle, la stessa utilizzata sull'archetto. La superficie che entra in contatto con la nostra pelle è realizzata invece in un materiale sintetico più traspirante.

Padiglioni delle Corsair HS65 Surround che possono essere ruotati di 90 gradi
Padiglioni delle Corsair HS65 Surround che possono essere ruotati di 90 gradi

Una volta indossate, le cuffie si adattano alla conformazione della testa, trasmettendo al contempo una buona stabilità e leggerezza. Essendo un headset privo di batteria, risulta essere molto leggero con i suoi 258 grammi di peso. L'asta del microfono è lunga circa 12 centimetri ed è stata fissata sul padiglione sinistro senza la possibilità di rimuoverla. Risulta essere molto flessibile e mantiene la sua forma a seconda delle nostre preferenze, affinché la capsula racchiusa in fondo venga posizionata in maniera ideale accanto alla nostra bocca. Infine sul fronte dei comandi e dei pulsanti troviamo esclusivamente la rotella del volume, anch'essa posizionata sul padiglione sinistro. Questa regola il volume interno delle cuffie e non può controllare in alcun modo quello del sistema operativo su PC o sulle console da gioco. Abbiamo sentito la mancanza di un pulsante per attivare o disattivare la modalità surround 7.1 su PC e Mac, per la quale bisogna sempre ricorrere all'apposito software realizzato da Corsair.

Esperienza d'uso

Design e materiali delle cuffie Corsair HS65 Surround
Design e materiali delle cuffie Corsair HS65 Surround

Corsair con questo modello di cuffie ha realizzato un prodotto plug and play semplice e facile da utilizzare. L'assenza di particolari comandi e configurazioni, presenti in maniera opzionale solamente per gli utenti PC più smanettoni, vuole ridurre al minimo le fasi di setup per passare subito all'azione. Noi le abbiamo provate su Nintendo Switch, PlayStation 5, Xbox Series S e PC, passando da una console all'altra senza preoccuparci dell'accoppiamento wireless o della carica della batteria. Le cuffie una volta indossate non danno alcun fastidio, grazie al loro peso leggero e agli ottimi cuscinetti sui padiglioni. La pelle all'esterno di quest'ultimi garantisce un buon isolamento passivo, mentre il tessuto sintetico non riscalda troppo la superficie attorno alle nostre orecchie.

L'audio che fuoriesce dai driver da 50 millimetri di queste Corsairs HS65 Surround è veramente ben bilanciato. Sicuramente non riesce a raggiungere gli headset di fascia alta, ma per il suo costo rientra indubbiamente tra i prodotti migliori in rapporto qualità/prezzo. Quando si utilizza il surround 7.1 si può godere di un'ottima direzionalità dei suoni attraverso i canali audio virtuali. Il suono risulta più ampio e profondo e trasmette rapidamente un buon senso di immersione. Utilizzando l'headset nella classica modalità stereo, ad esempio con Nintendo Switch, la qualità non viene a mancare, anzi le cuffie mantengono comunque un'ottima resa sonora. Le varie frequenze vengono riprodotte in maniera fedele, grazie all'equalizzazione di default chiamata "Pure Direct" che non favorisce particolarmente alcun range di frequenze. I bassi ci hanno veramente impressionato per la loro profondità e i driver riescono ad adattarsi molto bene alle frequenze medie ed alte. Un complimento quindi a Corsair che è riuscita a creare un prodotto ben bilanciato sul fronte sonoro direttamente out of the box.

Corsair HS65 Surround indossate
Corsair HS65 Surround indossate

Nei videogiochi la modalità surround 7.1 dà sicuramente il meglio. In Call Of Duty Warzone poter sentire la direzione dalla quale provengono i passi dei nemici è sicuramente fondamentale. Le cuffie HS65 Surround riescono in questo intento molto bene, grazie anche ad una particolare enfasi sui toni bassi. E anche nei giochi di ruolo come Elden Ring non sfigurano affatto, nemmeno di fronte a numerose tracce audio ed effetti sonori sovrapposti.

L'esperienza assolutamente positiva delle cuffie in ambito videoludico è stata portata anche nella riproduzione dei brani musicali. In particolare abbiamo apprezzato ancora una volta i toni bassi, che senza mai distorcere, ci hanno accompagnato nelle nostre sessioni di focus all'ascolto di tracce LoFi. In generale l'equalizzazione di default risulta essere buona per ogni genere musicale, ma se si vuole trarre veramente il massimo da queste cuffie, forse bisogna ritoccarla un po' a seconda delle preferenze personali.

Rotella del volume delle cuffie Corsair HS65 Surround
Rotella del volume delle cuffie Corsair HS65 Surround

Nella nostra prova non poteva mancare il consueto test nel mondo dei film e delle serie. Per l'occasione chi scrive ha recuperato finalmente dal suo backlog la serie The Witcher, che si è rivelata indubbiamente un buon banco di prova per le cuffie Corsair. L'audio surround virtuale 7.1 permette un ottimo livello d'immersione anche per questa tipologia di media, andando a trasmettere in maniera nitida le varie tracce audio. Mentre lo strigo si avventurava nelle varie locande del mondo fantasy, abbiamo potuto percepire distintamente le chiacchiere in sottofondo, la porta che si apriva dalla parte opposta della stanza ed il movimento dei boccali di birra sulle superfici ruvide dei tavoli di legno consumati. Anche in questo caso l'equalizzazione di default risulta più che sufficiente, ma vi consigliamo di giocare un po' con il software iCUE su computer per ottenere il mix preferito. Parlando proprio del software iCUE di Corsair, oltre a permettere delle modifiche all'equalizzazione con 5 preset già disponibili, è possibile sfruttare la nuova funzione SoundID. Tramite una procedura specifica dobbiamo scegliere un brano da ascoltare. Successivamente il software andrà a fare delle piccole modifiche all'equalizzazione, chiedendoci quale configurazione ci piace di più per ottenere il risultato che più ci aggrada. Questa equalizzazione verrà poi salvata ed utilizzata con qualsiasi traccia in riproduzione sul nostro computer. Abbiamo provato a fare tale procedura più volte, selezionando diverse tracce di configurazione. Il risultato finale ci è parso sempre buono, ma poi passando ai videogiochi, ai film e alla musica, non abbiamo riscontrato lo stesso risultato. Probabilmente basare la configurazione sull'equalizzazione di un'unica traccia di riferimento non risulta essere sufficiente per ottenere un risultato buono attraverso vari media. Il nostro consiglio è quindi quello di utilizzare la configurazione di default "Pure Direct", per poi adattarla con i vari preset disponibili nei videogiochi. Per quanto riguarda invece film e serie c'è il preset Movie Theatre, che ci ha dato delle belle soddisfazioni. Ovviamente siete sempre liberi di scegliere la configurazione preferita per soddisfare le vostre esigenze sonore e sfruttare la buona copertura delle frequenze garantita da queste cuffie.

Software iCUE per personalizzare le Corsair HS65 Surround su PC
Software iCUE per personalizzare le Corsair HS65 Surround su PC

Infine vogliamo parlarvi anche del microfono che non sfigura affatto con il buon comparto audio offerto da queste cuffie. Il microfono riesce a catturare in maniera nitida la nostra voce, superando molti headset di fascia decisamente più alta. Certo, non raggiunge i livelli dell'headset Corsair Virtuoso RGB XT, ma siamo rimasti veramente stupiti dalla qualità raggiunta con questo modello molto più economico. Da solo il microfono non è in grado di isolare i rumori provenienti dall'esterno e manca una configurazione dell'equalizzazione audio in ingresso. Il meccanismo flip to mute non risulta essere immediato come un comando apposito, posizionato magari lungo il cavo jack. C'è da dire però che con questo meccanismo possiamo essere sempre certi sullo stato del nostro microfono, evitando magari qualche figura imbarazzante nelle nostre sessioni di gioco online con gli amici. Dal software iCUE su PC è possibile anche attivare il feedback della nostra voce direttamente in cuffia, per monitorare in maniera diretta quello che campiona il microfono.

Commento

Prezzo 89,99 €

Multiplayer.it

9.3

Siamo rimasti veramente stupiti dalle cuffie HS65 Surround. Corsair è riuscita a racchiudere in un prodotto di fascia bassa un'eccellente qualità audio, un microfono sopra ogni aspettativa ed una compatibilità pressoché totale con tutti i dispositivi e le macchine da gioco. A livello di design è chiaro che siamo lontani da un prodotto premium di fascia alta e la presenza del cavo potrebbe dare fastidio a chi preferisce avere una totale libertà di movimento. Ma si tratta di punti critici trascurabili in questo range di prezzo, soprattutto quando si ha di fronte quest'ottima qualità audio. Anche l'indossabilità è assolutamente da premiare grazie alla leggerezza delle cuffie e all'ottima scelta dei materiali dei cuscinetti. Non possiamo quindi che consigliarvi l'acquisto di queste cuffie specie se siete alla ricerca del miglior rapporto possibile tra qualità e prezzo.

PRO

  • Ottima resa sonora
  • Facili da usare e comode da indossare
  • Microfono veramente sorprendente
  • Compatibili praticamente con qualsiasi dispositivo
CONTRO
  • Qualche imperfezione dal punto di vista del design