Dead by Daylight, la recensione per Nintendo Switch 35

La nostra recensione di Dead by Daylight per Nintendo Switch: l'orrore torna in modalità portatile

RECENSIONE di Simone Pettine   —   09/10/2019

Indice

È diventato praticamente inutile girare attorno alla questione: se siete qui a leggere la nostra recensione di Dead by Daylight per Nintendo Switch, è perché viviamo nell'epoca in cui qualsiasi videogioco più o meno recente deve ricevere la sua conversione/ il suo porting/ il suo remake anche sulla console ibrida della Casa di Kyoto. Poco importa se il titolo era già dimenticabile di suo alla sua prima apparizione sul mercato; poco importa se si presta male alla fruizione in modalità portatile; poco importa la stessa qualità della conversione, che a ben pensarci dovrebbe invece rappresentare l'asse portante dell'intera operazione. Abbiamo recensito una miriade di titoli non eccellenti ma comunque apprezzabili, che una volta arrivati su Nintendo Switch si rivelavano quasi ingiocabili a causa di una conversione sciatta, superficiale e frettolosa. Ecco, con Dead by Daylight ne abbiamo un altro da aggiungere alla lista. Purtroppo.

La conversione su Nintendo Switch

Può darsi che non vi ricordiate neppure di che cosa sia, Dead by Daylight. Lo vedremo più avanti, adesso soffermiamoci invece sulla sua conversione per Nintendo Switch, dato che di questo si tratta: un videogioco che ha debuttato a tempo debito su PlayStation 4, Xbox One e PC, e che adesso si aggiunge alla famiglia dei titoli per la console ibrida della Grande N. La versione che abbiamo provato aveva già dalla sua la patch del dayone, quindi non ci sono molte scuse o aspettative particolari per gli acquirenti: Dead by Daylight su Nintendo Switch non è un granché come porting. La realizzazione della conversione presenta difetti molto vistosi, principalmente grafici e tecnici.

Ora, c'è da dire che visivamente parlando il comparto grafico di Dead by Daylight non faceva gridare al miracolo neppure su PlayStation 4 e Xbox One, mentre su PC si comportava un po' più dignitosamente. Su Nintendo Switch il livello di disastro generale dipende dalla modalità di gioco che preferite. Su TV il colpo d'occhio è impietoso, persino in quelle ambientazioni buie e scarne che solitamente riescono a salvare titolo di per sé mediocri (al buio molti difetti si vedono meno, c'è l'atmosfera,e via dicendo con tante comode scusanti). Qui queste scusanti non ci sono. In Modalità TV siamo sugli 800-900 p di risoluzione, con immagini ai limiti della sgranatura, modelli poligonali da rivedere, render saltellanti e altre amenità. Il frame rate quasi sempre si attesta sui 30FPS, quando va male" e nelle situazioni più concitate siamo praticamente certi che scenda in un valore compreso tra i 20 e i 30 FPS.

In modalità portatile il comparto grafico-visivo migliora, quello tecnico no. La risoluzione più bassa dello schermo, il display più contenuto e il colpo d'occhio necessariamente contenuto fanno sì che si riesca a soprassedere a moltissime sbavature in più rispetto alla Modalità TV. Il frame rate si mostra però un po' più ballerino del previsto, e l'esperienza di gioco in generale ci è sembrata meno solida che sul televisore di casa. Siamo sicuri che anche semplicemente dando un'occhiata a qualche video comparativo, senza la necessità di tenere stressi i Joy-Con in mano, sarete più che d'accordo con noi. Tra l'altro tenere i controller Nintendo ben stretti non serve a niente, perché HD Rumble, sistema di vibrazione e compagnia se la sono data a gambe al pari dei superstiti del gioco. Magari hanno fatto bene.

Il gameplay

Dead by Daylight non possiede una trama principale, è un titolo interamente pensato per una fruizione multiplayer in locale o online, con amici e sconosciuti. In questo teoricamente non c'è nulla di male, purché ovviamente il gioco in questione faccia bene quel poco che deve fare. E se non fosse per le gravi mancanze di tipo grafico e tecnico di cui si è detto (dovute alla pessima conversione), Dead by Daylight il suo lavoro lo farebbe anche bene. L'idea alla base del gameplay è molto interessante e simpatica: in una partita sono presenti cinque giocatori in tutto. Quattro giocatori sono i Superstiti, e devono mettersi in salvo; il quinto è uno spietato serial killer / mostro terribile, che deve trovarli e ucciderli tutti per sacrificarli all'Entità. Tenete il più possibile lontani i bambini da Dead by Daylight, perché è un gioco vistosamente 18+: splatter, violento, inquietante, oscuro e con il fine di impalare delle persone a dei ganci per sacrificarle. Vincere una partita impersonando il killer, tra l'altro, dona grandi soddisfazioni.

Lo stile di gioco cambia vistosamente a seconda del ruolo scelto (è possibile decidere se giocare con i buoni o con i cattivi). Mentre il compito del killer è semplicemente quello di trovare tutti gli altri giocatori e fare loro del male, la vita delle controparti è un po' più complessa: i superstiti sono estremamente fragili. Devono scappare, nascondersi, curarsi in caso di ferite, alimentare dei generatori per sbloccare le vie di fuga, e comunque infine riuscire ad utilizzare queste ultime prima che arrivi la morte in agguato. Certo, possono collaborare tra loro per rallentare il killer o salvarsi a vicenda in determinati frangenti, e infine compensano la debolezza del loro essere umani con la superiorità numerica.

La mancanza di una trama di gioco è compensata da un sistema di progressione che punta al miglioramento dei parametri, del livello e delle abilità dei singoli personaggi presenti: basterà spendere i dovuti punti esperienza. Un consiglio che vi diamo è quello di studiare per bene il tutorial di gioco, estremamente dettagliato e accessibile, altrimenti le prime partite online finiranno nel parapiglia generale. Sempre ammesso che su Nintendo Switch qualcuno abbia deciso di pagare l'online specificamente per divertirsi con Dead by Daylight.

Versione testata
Nintendo Switch
Digital Delivery
Nintendo eShop
Prezzo
39,99 €
Multiplayer.it

5.0

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Dead by Daylight era e resta un gioco interessante, con i suoi pregi e i suoi difetti, ma comunque meritevole di un voto anche superiore alla semplice sufficienza. Questa conversione per Nintendo Switch, invece, la sufficienza non se la merita: si limita a riproporre il pacchetto completo non solo senza aggiungere nulla (i pochi contenuti aggiuntivi sono a pagamento nell'eShop!), ma demolendo il comparto grafico e tecnico della produzione. Dead by Daylight resta divertente da giocare, soprattutto con gli amici, ma avrebbe meritato un trattamento nettamente migliore. Il colpo d'occhio generale è duro da mandare giù, il frame rate è instabile, glitch e sbavature vi aspettano dietro ogni angolo. È di questi aspetti che dovete avere paura, non del tizio con la sega elettrica lì dietro all'albero. Quello, poverino, sta solo facendo il suo lavoro.

PRO

  • Il gameplay era e resta valido...
  • ... così come atmosfera e nemici
  • Progressione discretamente interessante

CONTRO

  • Conversione terribile
  • Comparto grafico e tecnico da dimenticare
  • Testi a schermo difficili da leggere su TV