Evil Lands, la recensione 0

Un MMORPG open world su iOS e Android? Non proprio, ma Evil Lands pone le basi per un'esperienza online divertente e bella da vedere: ecco la recensione.

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   20/07/2019

Evil Lands è un action RPG a base multiplayer più che un MMORPG, come chiariremo in questa recensione: ogni server ospita appena sei partecipanti, che possono muoversi in gruppo e collaborare oppure farsi gli affari loro, nell'ottica di una progressione che si basa sul completamento di quest man mano più complesse e tuttavia focalizzate unicamente sull'eliminazione di determinati bersagli. La prima cosa che il gioco chiede di fare è scegliere la classe del proprio personaggio fra guerriero, assassino e mago, quindi si viene proiettati all'interno di un'ambientazione discretamente ampia, Campi Fiorenti, con altri due scenari che possono essere sbloccati una volta completate tutte le missioni disponibili, vale a dire Isola Ombrosa e Vette Gelate.

Evil Lands 6

All'interno della mappa ci si muove liberamente ed è possibile orientarsi utilizzando il classico radar o visualizzare per intero la location, ma non ci sono indicatori che possano facilitarci il compito durante gli incarichi: dovremo esplorare i dintorni e trovare da soli i nostri obiettivi, eventualmente evidenziati con un segnale arancione. Il sistema di combattimento funziona in maniera semiautomatica, nel senso che basta premere il pulsante di attacco perché il nostro personaggio cominci a menare fendenti contro l'avversario di turno finché uno dei due non muore, ma le manovre extra vanno attivate manualmente e aggiungono senz'altro varietà e spessore all'esperienza. È infatti possibile eseguire una potente spazzata, colpire il nemico con il veleno o con le frecce, oppure ancora creare una torretta di difesa che lanci dardi contro chiunque ne varchi i confini. Meccaniche che purtroppo vengono declinate con difficoltà nella pur presente modalità PvP, inevitabilmente viziata da dinamiche pay-to-win.

Gameplay e struttura

A proposito di combattimenti, le collisioni in Evil Lands appaiono piuttosto scivolose e la resa degli impatti è francamente ridicola: si tratta senz'altro di uno degli aspetti a cui gli sviluppatori dovrebbero lavorare per i prossimi aggiornamenti. L'impianto evidenzia una vocazione semplicistica, da MMORPG tradizionale, in cui ogni duello viene vinto sistematicamente dal combattente più forte e non da quello più abile, anche se lo scatto veloce (da utilizzare solo nel momento giusto, visto che è soggetto a ricarica) permette di divincolarsi in caso di difficoltà, allontanarsi e rifiatare. È tuttavia il sistema di progressione l'elemento che dà maggiore soddisfazione nel titolo di Rage Quit Games: uccidere nemici e completare missioni consente di salire di livello e utilizzare dei punti per migliorare le varie caratteristi che del personaggio, mentre la raccolta del loot va ad arricchire l'equipaggiamento con armi e corazzature più potenti ed efficaci, potenziabili spendendo un po' di valuta virtuale e/o reale (monete e cristalli, entrambi dispensati con relativa generosità) nel momento in cui si possiedano diverse copie dello stesso oggetto da poter fondere insieme.

Evil Lands 12

È proprio l'aspetto della crescita a stimolarci a continuare nonostante la sistematica ripetitività delle situazioni e la mancanza di idee che aggiungano un pizzico di varietà all'esperienza, di concerto con una realizzazione tecnica a tratti sontuosa, in grado di rappresentare ampi e dettagliati scenari, personaggi convincenti e discrete animazioni mantenendo alto il frame rate su iPhone X. Ci sono momenti in cui Evil Lands sembra effettivamente un RPG per console, e non c'è dubbio che da questo punto di vista gli autori abbiano profuso un grande impegno, convinti che un impatto visivo convincente avrebbe spinto il loro titolo nelle classifiche. Indovinate? Avevano ragione. Tuttavia il gioco si pone al momento come un cantiere aperto e sarà interessante capire quante e quali migliorie verranno apportate nelle prossime settimane, con la speranza che si possa fare qualcosa per migliorare i combattimenti e aggiungere sostanza a una struttura un po' troppo limitata.

Versione testata
iPhone (1.2.2)
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

7.0

Lettori (1)

7.6

Il tuo voto

Evil Lands è un action RPG online dotato di un ottimo sistema di progressione, con nuove abilità e nuovo equipaggiamento da sbloccare man mano che si completano le missioni, e una realizzazione tecnica di tutto rispetto, con momenti di grande spettacolarità e scenari parecchio ampi e dettagliati da visitare liberamente, affettando i nemici man mano che ci si presenta l'occasione. Si tratta tuttavia anche di un titolo con svariati difetti: a parte i numerosi glitch, i combattimenti soffrono per l'inesistente resa degli impatti e le missioni sono tutte uguali, al di là delle giustificazioni narrative. Parliamo insomma di un cantiere aperto, che poggia su basi molto solide e di cui sarà interessante seguire l'evoluzione con i prossimi aggiornamenti: il potenziale c'è, ma gli autori saranno in grado di trasformare il proprio progetto in un'esperienza più significativa e profonda?

PRO

  • Ottimo sistema di progressione
  • Grafica molto convincente
  • Modalità PvE e PvP...

CONTRO

  • ...ma quest'ultima è pay-to-win
  • Combattimenti scivolosi e inconsistenti
  • Numerosi glitch