FORM, la recensione 5

Il puzzle game in realtà virtuale di Charm Games approda anche su PlayStation VR, coinvolgendoci in una breve ma affascinante avventura: la recensione di FORM

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   16/05/2020

Indice

La recensione di FORM, che arriva su PlayStation VR a quasi tre anni di distanza dall'uscita su PC, parte da alcuni interessanti presupposti narrativi. Il protagonista del gioco, dottor Devin Eli, si trova infatti in Alaska per lavorare a un misterioso esperimento nei Laboratori Mindful: lo scopo della spedizione è quello di scoprire la natura e le origini di un inquietante manufatto ritrovato fra i ghiacci, l'Obelisco.

L'oggetto in questione sembra nascondere uno strano potere, che un giorno si manifesta inaspettatamente e proietta Eli in una sorta di dimensione alternativa fatta di oscurità e forme geometriche, con cui interagire inizialmente tramite l'uso di orb luminosi legati fra di loro da stringhe di varie lunghezze: percepire tali geometrie è una capacità innata del nostro personaggio, che fra un puzzle e l'altro si troverà a rivivere i propri ricordi e scoprirà che, in qualche modo, tutto è collegato.

Gameplay

FORM richiede obbligatoriamente l'uso di una coppia di controller Move, visto che in molti frangenti ci troveremo a maneggiare molteplici oggetti ai fini della risoluzione di puzzle man mano più complessi. Il nostro obiettivo nel corso dell'avventura è quello di interagire con diversi manufatti, in un ambiente praticamente chiuso e senza la necessità di spostarci, né con un sistema di teletrasporto né tantomeno in maniera libera.

Circondati da un buio pressoché costante, all'inizio dovremo individuare e afferrare delle "catene luminose" legate a ogni singolo enigma, quindi trovare il modo di applicarle alla forma geometrica che abbiamo di fronte, eventualmente ruotandola o liberandone le cavità per far sì che si apra e ci conduca verso il puzzle successivo. Proseguendo nella storia verranno tuttavia introdotti anche meccanismi differenti, che sfruttano i colori o persino i suoni per dar vita a situazioni più complesse e sfaccettate.

Form 4

In diversi frangenti le meccaniche di FORM appaiono parecchio simili a quelle del recente The Room VR: A Dark Matter, vedi ad esempio le parti in cui bisogna utilizzare un dispositivo per rivelare il vero aspetto di uno schema e agire di conseguenza sui relativi interruttori. Il concept si adatta bene alla realtà virtuale sul piano della spazialità delle interazioni, e anche se la mancanza di movimento viene inevitabilmente percepita come un limite, gli enigmi si rivelano progressivamente più stimolanti e completarli restituisce un bel senso di soddisfazione, specie quando entrano in gioco alcune interessanti variazioni sul tema.

Purtroppo la durata dell'avventura è parecchio risicata, tanto che è possibile completarla nel giro di appena un'ora: davvero poco, sebbene il prezzo del gioco su PlayStation Store sia di soli 14,99 euro. A ciò bisogna inoltre aggiungere la generale mancanza di una sfida vera e propria, visto che risolvere i puzzle non richiede mai chissà quale sforzo e il grado di rigiocabilità è limitato all'eventuale scoperta di segreti nascosti.

Form 7

Trofei PlayStation 4

I Trofei di FORM sono appena dodici, e sbloccarli non è particolarmente completato. La maggior parte degli achievement sono infatti legati al semplice completamento della campagna, con solo due o tre Trofei sbloccabili tramite l'individuazione di oggetti nascosti.

Realizzazione tecnica

FORM vanta uno stile grafico essenziale ma affascinante, che gioca parecchio sui contrasti fra buio e luce per creare una grande atmosfera, capace di accompagnarci dall'inizio alla fine dell'avventura e di sorprenderci durante alcune sequenze, in particolare quando ci si avvicina alla conclusione. Grazie a tale espediente la semplicità delle forme non viene vista come una mancanza, bensì come una scelta precisa, e alla fine dei conti l'impianto si rivela efficace.

A rubare la scena è tuttavia il sound design, che ci proietta in questa ambientazione misteriosa e alternativa sottolineando molto bene le varie situazioni e diventando vero e proprio protagonista quando ai puzzle si aggiunge una dimensione sonora. Anche i dialoghi in inglese ci sono sembrati bene interpretati.

Versione testata
PlayStation 4
Digital Delivery
Steam, PlayStation Store
Prezzo
14,99 €
Multiplayer.it

7.0

Lettori (2)

8.7

Il tuo voto

FORM è un puzzle game affascinante e dotato di una grande atmosfera, che ci catapulta in una dimensione alternativa e sfrutta le prerogative della realtà virtuale al fine di proporci meccaniche basate sull'interazione avanzata, con enigmi che si fanno via via più particolari e sfaccettati grazie all'introduzione di nuovi, sorprendenti elementi. La sfida non risulta molto impegnativa, e così la campagna scivola via in maniera piacevole, restituendo un certo grado di soddisfazione dopo ogni problema risolto. Tuttavia il gioco si completa davvero troppo in fretta, nel giro di appena un'ora, e ciò restituisce inevitabilmente l'idea di un potenziale espresso solo in parte.

PRO

  • Meccaniche puzzle affascinanti
  • Grande atmosfera
  • Stile efficace, gran bel sonoro

CONTRO

  • Dura davvero troppo poco
  • Alcuni enigmi risultano banali
  • Qualche piccola incertezza nei controlli