6

Tony Hawk's Pro Skater 1+2, la recensione su Nintendo Switch

Tony Hawk porta il suo skate anche su Nintendo Switch, e la conversione è a prova di trick. Tutto quello che c'è da sapere nella nostra recensione

RECENSIONE di Simone Pettine   —   26/06/2021
Tony Hawk's Pro Skater 1 e 2
Tony Hawk's Pro Skater 1 e 2
News Video Immagini

La corsa a base di "flip", "grind" e altre parolacce (che in realtà sono tecnicismi necessari) continua: lo conferma la nostra recensione di Tony Hawk's Pro Skater 1+2 su Nintendo Switch. E perché proprio un articolo dedicato alla console ibrida della Grande N? Beh, forse non ve n'eravate accorti, o la questione non vi riguardava, ma fino ad oggi Tony Hawk's Pro Skater 1+2 non era mica disponibile ovunque. Lo scorso settembre 2020 il remake debuttò su PlayStation 4, Xbox One e PC; più di recente, la scorsa primavera, ha ricevuto l'aggiornamento alla next gen (PlayStation 5 e Xbox Series X). Dal 25 giugno 2021, finalmente, è disponibile anche il grande assente, cioè il porting per Nintendo Switch.

Adesso il percorso è completo, l'obiettivo raggiunto: chiunque può divertirsi con la produzione di Vicarious Visions, a prescindere dalla piattaforma di riferimento. Ma, appunto, dopo la recensione su PlayStation 4 vale la pena dare un'occhiata a come si comporta Tony Hawk's Pro Skater 1+2 anche sulla console ibrida. Bene, discretamente bene, ve lo anticipiamo.

La conversione su Nintendo Switch

Quando si parla di una conversione su Nintendo Switch, c'è sempre un po' di paura. Questo perché da un lato l'hardware Nintendo è per forza di cose limitato, anche e soprattutto per via della natura ibrida della console, fissa e portatile nello stesso tempo; aggiungiamo a ciò che negli ultimi quattro anni non sono mai mancate conversioni pigre da parte di sviluppatori altrettanto oziosi. La paura, quindi, è lecita; per fortuna Activision e Vicarious Visions hanno subito fugato ogni nostro dubbio.

Sono bastate poche ore in compagnia di Tony Hawk's Pro Skater 1+2 su Nintendo Switch per convincersi della bontà del porting; questo al di là dei suoi limiti e di alcuni compromessi evidenti, chiariamolo subito. E come potrebbe essere diversamente? Se state cercando il 4K, ma anche semplicemente i 1080; se state cercando immagini super dettagliate, texture dalla qualità altissima, sistemi di illuminazione impeccabili; se il colpo d'occhio è per voi più importante di tutto il resto, allora avete sbagliato piattaforma. Non è su Nintendo Switch che dovreste acquistare Tony Hawk's Pro Skater 1+2: meglio una console fissa standard, meglio ancora la next gen e meglio di ogni altro "meglio" è la versione PC. Questo, però, già lo immaginavate, non è vero?

Tony Hawk's Pro Skater 1+2 e i suoi trick
Tony Hawk's Pro Skater 1+2 e i suoi trick

Il fatto è che c'è un motivo, se la grafica del remake è su Nintendo Switch meno buona che altrove: gli sviluppatori hanno fatto una scelta. Invece di ostinarsi a non rinunciare a nulla (il che avrebbe portato ad un disastro) si è pensato bene di preservare il gameplay. Ecco allora che Tony Hawk's Pro Skater 1+2 su Nintendo Switch si attesa sui 30 fps praticamente granitici (i cali sono davvero rarissimi, ce ne saranno occorsi un paio in ore e ore di gioco), mentre l'intera esperienza scorre fluida, piacevole, senza intoppi. E dell'offerta principale non è stato tagliato nulla: quindi ritroverete su Nintendo Switch tutti i contenuti, tutte le modalità, e anche le funzionalità online (benché sia necessaria una sottoscrizione al servizio Nintendo Switch Online, come sempre).

Un consiglio, però: questo non è uno di quei titoli dove il drifting dei controller sia tollerabile (altrove spesso lo è): un'inclinazione sbagliata, una pressione in ritardo, uno sbaglio improvviso e imprevisto, e si perde il punteggio imperfetto. Scegliete dunque con cura il vostro paio di Joy-Con.

Un remake praticamente perfetto

Tony Hawk's Pro Skater 1+2 è un remake perfetto
Tony Hawk's Pro Skater 1+2 è un remake perfetto

Come sottolineò a suo tempo anche il buon Serino, Tony Hawk's Pro Skater 1+2 è un remake praticamente perfetto. L'intento di Vicarious Visions è stato quello di trasportare nei tempi moderni l'essenza, il feeling, i contenuti, la fruizione di due titoli che segnarono il genere: Tony Hawk's Pro Skater (1999) e Tony Hawk's Pro Skater 2 (2000). Obiettivo centrato in pieno, perché praticamente il nuovo acquirente si ritrova tra le mani quell'esatta, precisa esperienza, semplicemente aggiornata al comparto tecnico ormai accessibile all'industria contemporanea (che può essere il 4K su nextgen, i 60FPS su console, la portabilità su Nintendo Switch) e alle comodità dei nostri anni (salvataggi manuali, funzionalità online, condivisione, personalizzazione, e via dicendo).

Certo, l'anima social di Tony Hawk's Pro Skater 1+2 è evidente, ma neanche così pervasiva o insopportabile: si crea il proprio skater, volendo lo si potenzia, si pensa alla propria pista preferita e la si condivide online con il resto della rete. Chi trova tutto questo un inutile surplus, può semplicemente volgere la tesa dall'altra parte e fruire dell'esperienza base: cioè i nove livelli del primo Pro Skater e gli otto del sequel. Di cose da fare ce ne sono un'immensità: segreti, missioni secondarie, semplice esplorazione disimpegnata. Ma sono i record su pista (e soprattutto i punteggi personali) ad attirare inesorabilmente il giocatore in trappola.

Da lì in poi, inutile pensare di sottrarsi. Tony Hawk's Pro Skater 1+2 diventa un centro di attrazione gravitazionale: bisogna migliorarsi continuamente, ripetere e ripetere determinati percorsi, migliorare la propria abilità nell'esecuzione dei trick, fino ad ottenere punteggi perfetti. Perfetti finché un vostro conoscente, online o in locale, non li avrà superati, ovviamente. E lì la sfida ricomincerà.

Conclusioni

Versione testata Nintendo Switch
Digital Delivery Nintendo eShop
Prezzo 44,99 €

Tony Hawk's Pro Skater 1+2 arriva anche su Nintendo Switch: lo fa sacrificando palesemente la grafica, a beneficio della fluidità e della stabilità. I suoi 30fps sono granitici, e rendono l'esperienza in tutto e per tutto godibile, al pari di tutte le altre piattaforme che negli ultimi messi hanno accolto questo remake praticamente perfetto realizzato da Vicarious Visions. La portabilità, poi, è senza dubbio una caratteristica da non trascurare: soprattutto se unita ad un buon paio di cuffie, potrebbe rappresentare per molti giocatori la scelta definitiva, più che mai in periodo di vacanze. Il nostro consiglio è dunque semplicissimo: se volete il 4K scegliete di giocare su next gen; se i 60fps sono per voi imprescindibili, va bene anche l'ormai old gen (PlayStation 4 ed Xbox One); se volete avere sempre con voi Tony Hawk's Pro Skater 1+2 e, perché noi, fruirlo con dei controller che ancora oggi fanno scuola a sé, la decisione giusta porta ovviamente su Nintendo Switch.

PRO

  • Ora potete portarlo con voi, e non è poco
  • Stabile, fluido, solido
  • Si riconferma un remake eccellente

CONTRO

  • La grafica è stata sacrificata
  • Meglio il Pro Controller dei Joy-Con
  • L'ottimizzazione è buona, ma forse si poteva fare ancora di più